CONTRO LA PIU’ GRANDE BOLLA SPECULATIVA DELLA STORIA D’ITALIA (1994-2009 : UN CITTADINO HA RUBATO IL NOME DI TUTTO UN POPOLO E NE HA FATTO LA BANDIERA DEL PROPRIO PARTITO PERSONALE E DELLA PROPRIA AZIENDA)

A « NAPOLI NAPOLI NAPOLI ». Nel 17esimo anniversario della strage di Capaci, al Palapartenope, con De Magistris, Grillo e Forleo, ci saranno Salvatore Borsellino, fratello di Paolo e Sonia Alfano, figlia di Beppe il giornalista ucciso dalla mafia nel 1993.

Si parlerà dei diritti negati, dei diritti da difendere - spiega de Magistris -, il diritto al lavoro, all’ambiente, alla salute, alla giustizia e all’informazione indipendente.
vendredi 22 mai 2009.
 

[...] Il filo rosso con l’arte è affidato niente di meno che ad Abel Ferrara : il regista newyorkese parlerà del suo nuovo docufilm « Napoli Napoli Napoli ». E poi Peppe Lanzetta, Enzo Avitabile, ’E Zezi, Cisco, ex frontman dei Modena City Ramblers che canterà il brano « I Cento Passi » (dedicato a Peppino Impastato), Bandabardò e Libero De Rienzo che ha interpretato il ruolo di Giancarlo Siani in « Fortapàsc » [...] Sono previsti infine due collegamenti, uno telefonico con Thara Ghandi, nipote del Mahatma e un altro video con l’attore Alessandro Bergonzoni [...]

-  "FATTORIA ITALIA". LA SCRITTA SUL CANCELLO D’ENTRATA : "IL POPOLO DELLA LIBERTA’" ....
-  A FUTURA MEMORIA. APPROVATO IL "LODO ALFANO". L’IMMUNITA’ AD PERSONAM SALVA IL PRESIDENTE DI "FORZA ITALIA" DA TUTTO, MA NON DALL’IMMANE VERGOGNOSO REATO DELL’AVER RUBATO ALL’INTERO POPOLO ITALIANO LA PAROLA ***ITALIA*** E AVERNE FATTO IL NOME DEL SUO *PARTITO* E DELLA SUA *AZIENDA*

IL SONNO DELLA RAGIONE COSTITUZIONALE GENERA MOSTRI. Un invito e un appello a fare luce, a fare giorno


NAPOLI

De Magistris-Forleo show

Di Pietro lancia l’evento « scalza sinistra »

di ILARIA URBANI *

Beppe Grillo e Luigi De Magistris insieme a Napoli sullo stesso palco. Con loro anche Antonio Di Pietro e Clementina Forleo, ex gip di Milano ora a Cremona. L’occasione, il 17esimo anniversario della strage di Capaci, cioè il « giorno della memoria » delle vittime di mafia. Per il comico genovese arringatore di masse e per l’ex pm di Catanzaro ora candidato alle europee con Di Pietro sarà il giorno della « lotta per i diritti ». Facile aspettarsi un happening giustizialista a sfondo elettorale, la naturale e più immediata risposta di piazza al Berlusconi furioso che non accetta le motivazioni della sentenza Mills. Ma è prevedibile che l’occasione messa in piedi per la campagna elettorale di Italia dei Valori diventerà soprattutto un raduno di massa per quello che è (era ?) il popolo della sinistra.

È infatti molto ricco e molto caratterizzato il piatto degli interventi previsti, oltre a quelli delle tre star De Magistris, Grillo e Forleo. Ci saranno Salvatore Borsellino, fratello di Paolo e Sonia Alfano, figlia di Beppe il giornalista ucciso dalla mafia nel 1993. Anche la Alfano è candidata alle europee con Di Pietro.

Il filo rosso con l’arte è affidato niente di meno che ad Abel Ferrara : il regista newyorkese parlerà del suo nuovo docufilm « Napoli Napoli Napoli ». E poi Peppe Lanzetta, Enzo Avitabile, ’E Zezi, Cisco, ex frontman dei Modena City Ramblers che canterà il brano « I Cento Passi » (dedicato a Peppino Impastato), Bandabardò e Libero De Rienzo che ha interpretato il ruolo di Giancarlo Siani in « Fortapàsc ». Tutti artisti abituati ai palchi della sinistra.

Sono previsti infine due collegamenti, uno telefonico con Thara Ghandi, nipote del Mahatma e un altro video con l’attore Alessandro Bergonzoni.

Il tam tam su internet va avanti da giorni e il Palapartenope si riempirà facilmente. Di Pietro è abile ad intercettare (è il caso di dirlo) la voglia di partecipazione che invece la sinistra non riesce più a stimolare.

Su « Youtube » la presentazione della serata, affidata a de Magistris, ha registrato più di 3.300 contatti in due giorni. « Si parlerà dei diritti negati, dei diritti da difendere - spiega de Magistris -, il diritto al lavoro, all’ambiente, alla salute, alla giustizia e all’informazione indipendente. È invitato tutto il popolo, tutta la società, la rete degli onesti, coloro che vogliono unirsi per difendere la democrazia in questo paese. Una grande rete per unire le istituzioni alla società civile ». Una grande reste senza i partiti di sinistra.

* il manifesto, 22 maggio 2009


-  Sul tema, nel sito, si cfr. :

-  LA COSTITUZIONE, LE REGOLE DEL GIOCO, E IL MENTITORE ISTITUZIONALE ...
-  1994-2008 : LA LUNGA E BRILLANTE CAMPAGNA DI GUERRA DEL CAVALIERE DI "FORZA ITALIA" CONTRO L’ITALIA. Alcuni documenti per gli storici e i filosofi del presente e del futuro

-  "FATTORIA ITALIA". LA SCRITTA SUL CANCELLO D’ENTRATA : "IL POPOLO DELLA LIBERTA’" ....
-  A FUTURA MEMORIA. APPROVATO IL "LODO ALFANO". L’IMMUNITA’ AD PERSONAM SALVA IL PRESIDENTE DI "FORZA ITALIA" DA TUTTO, MA NON DALL’IMMANE VERGOGNOSO REATO DELL’AVER RUBATO ALL’INTERO POPOLO ITALIANO LA PAROLA ***ITALIA*** E AVERNE FATTO IL NOME DEL SUO *PARTITO* E DELLA SUA *AZIENDA*

-  ITALIA. UN CITTADINO RUBA IL NOME DI TUTTO UN POPOLO, NE FA LA BANDIERA DEL PROPRIO PARTITO PERSONALE E REALIZZA LA PIU’ GRANDE BOLLA SPECULATIVA DELLA STORIA POLITICA ITALIANA...
-  GIOVANI ITALIANI NEL MONDO (PRIMA CONFERENZA), ATTENTI AL TRUCCO E ALL’INGANNO. E ALLA VERGOGNA !!! Il Presidente della Repubblica Napolitano grida : Forza ITALIA ; ma Schifani, Frattini e Fini (nonostante Mirko Tremaglia, onore a Lui) gridano per il partito : "Forza Italia" !!! Un gigantesco conflitto d’interessi

IL SONNO DELLA RAGIONE COSTITUZIONALE GENERA MOSTRI. Un invito e un appello a fare luce, a fare giorno

-  FOTO : BERLUSCONI, UN TOCCO DI TRUCCO NEL FAZZOLETTO


Répondre à cet article

Forum