Inviare un messaggio

In risposta a:

LETTERA APPELLO AI PARLAMENTARI DELL’UNIONE: VIA DALL’AFGHANISTAN

giovedì 20 luglio 2006 di Antonio Zappone
Vorremmo, se ci consentite, dire la nostra sulla questione Afghanistan.
La pace spesso stata considerata un valore, quindi un fine, un qualcosa
da raggiungere, e per cui qualsiasi mezzo consentito.
Per questo motivo esiste, nel campo militare, il motto "si vis pacem para
bellum", ossia "se vuoi la pace prepara la guerra", considerando la guerra
come deterrente e quindi come mezzo per raggiungere una pace.
Per Gandhi e per tutti i veri pacifisti, tra cui ci sono anche io, la pace
un (...)

In risposta a:

> LETTERA APPELLO AI PARLAMENTARI DELL’UNIONE: VIA DALL’AFGHANISTAN

giovedì 20 luglio 2006

Caro Mauro, esistono molte guerre, quelle silenziose (vedi fame nel mondo) e quelle roboanti, quelle dimenticate e quelle da dimenticare...Ogni guerra ha il suo carico di dolore e di ingiustizia. Ringrazia il cielo che non hai fatto il servizio di leva, perch imbracciare un’arma un’esperienza terrificante. Sparare poi contro un altro essere umano , secondo me, folle ! Per scongiurare le guerre c’ un solo metodo: distruggere tutti gli arsenali ! Ma, la guerra, come ben dici, anche un enorme business, e noi italiani, mi sembra, siamo tra i maggiori esportatori di armi (e di mine antiuomo!)....

Saluti cordiali. Biasi


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: