Inviare un messaggio

In risposta a:
In rilievo

Stanotte è morta Oriana Fallaci

La scrittrice e giornalista italiana si e’ spenta questa notte in un ospedale di Firenze. Aveva 77 anni e da anni soffriva di un male incurabile
venerdì 15 settembre 2006 di Emiliano Morrone
Firenze, 15 set. (Adnkronos) - E’ morta Oriana Fallaci. La scrittrice e giornalista italiana si è spenta questa notte in un ospedale di Firenze. Aveva 77 anni e da anni soffriva di un male incurabile. I familiari hanno già fatto sapere che la volontà della scrittrice giornalista era di avere esequie in forma strettamente privata, e che loro intendono rispettare questo suo desiderio. Nel più stretto riserbo anche la degenza. Sembra infatti che la giornalista fosse stata ricoverata la scorsa (...)

In risposta a:

> Stanotte è morta Oriana Fallaci

mercoledì 20 settembre 2006

Magdi Allam: Oriana «grande Cassandra»

Il ricordo di un’«amicizia complessa» è la storia di copertina del Corriere Magazine in uscita giovedì 21 settembre

«Era l’ottobre 2003. Da New York Oriana mi riservava parole affettuosissime mentre era tutta intenta a scrivere La forza della ragione. Un’amicizia che lei aveva intensamente ricercato, chiamandomi di persona a casa, intrattenendomi per ore al telefono, facendosi scrupolo di non creare problemi a mia moglie, chiedendomi con grande attenzione notizie La copertina del numero in uscita giovedì 21 settembre sui miei figli. Un rapporto intenso alla cui base c’era un’enorme stima che lei aveva deciso di manifestare apertamente».

Comincia così il ricordo che Magdi Allam dedica a Oriana Fallaci e alla «amicizia complessa» che lo legherà alla scrittrice e giornalista fiorentina scomparsa venerdì scorso. Un ricordo che prende avvio da un incontro nella casa nel Chianti, passa da Milano e da un’intervista fatta e cancellata perchè, tra l’altro, la punteggiatura nelle sue risposte non era stata rispettata.

Riportiamo un altro passaggio del testo. Parla la Fallaci: «Puoi accettare la benedizione di un’atea? Dovresti. Secondo me è la benedizione migliore. E non dire mai, mai, mai che ti ho adottato. Potrebbe causarti molto male. Molto. Tanto affetto da quella che io chiamo la Vecchia Signora».

L’articolo di MAgdi Allam è sul numero di Corriere Magazine in edicola domani, giovedì 21 con il Corriere della Sera.


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: