Poster un message

En réponse à :
Per l’inizio del dialogo, quello vero (B. Spinelli)

ITALIA E PAKISTAN : LA DIVINA COMMEDIA (Dante Alighieri) E IL POEMA CELESTE (Muhammad Iqbal). Ri-leggiamo insieme... le due opere e i due Autori ! Un’ipotesi di rilettura di DANTE .... e un appello per un convegno e per il Pakistan !!!

DANTE PER LA PACE, PER LA PACE TRA LE RELIGIONI E TUTTI I POPOLI.
vendredi 9 novembre 2007 par Federico La Sala
[...] W O ITALY ... Dopo di lui, in Vaticano, è tornata la confusione, la paura, e la volontà di potenza e di dominio. Un delirio grande, al di qua e al di là del Tevere, ma La Legge dei nostri ‘Padri’ e delle nostre ‘Madri’ Costituenti è sana e robusta ... Dante è riascoltato a Firenze, come in tutta Italia - e nel mondo. Anche nel Pakistan - memori del “Poema Celeste” (Muhammad Iqbal) - la Commedia non è stata dimenticata !!! [...]
PICCHIARE LE DONNE. DIO, UOMINI E DONNE : (...)

En réponse à :

> ITALIA E PAKISTAN : LA DIVINA COMMEDIA (Dante Alighieri) E IL POEMA CELESTE (Muhammad Iqbal). --- ISLAMABAD - I soccorsi sono finalmente entrati in nquello che rimane dei sei piani dell’hotel Marriot. Ci sono volute oltre tredici ore dall’esplosione dal camion bomba imbottito di 500 chili di tritolo e plastico firmati Al Qaeda.

dimanche 21 septembre 2008


-  Solo dopo 13 ore i soccorsi riescono ad entrare tra le rovine dell’albergo
-  Il camion-bomba con 500 kg di esplosivo lascia un cratere di 20 metri

-  I soccorsi entrano in hotel
-  Disperso l’ambasciatore ceko

E un membro dell’ambasciata vietnamita. Bilancio provvisiorio : 60 morti, centinaia di feriti

ISLAMABAD - I soccorsi sono finalmente entrati in nquello che rimane dei sei piani dell’hotel Marriot. Ci sono volute oltre tredici ore dall’esplosione dal camion bomba imbottito di 500 chili di tritolo e plastico firmati Al Qaeda prima di riuscire a "orientarsi" di nuovo in mezzo a quello scenario di fiamme, rovine, urla e disperazione. Finora il bilancio parla di 60 morti ma l’ingresso dei soccorsi nell’albergo potrebbe far salire velocemente il bollettino della strage. Tra i dispersi c’è anche l’ambasciato9re della Repubblica ceca in Pakistan : ieri ha chiamato col telefonino l’ambasciata subito dopo l’esplosione ma poi se ne sono perse le tracce.

I soccorsi. Per tutta la notte i pompieri e i militari hanno lavorato per spegnere il gigantesco incendio che ha bruciato il grande e lussuoso hotel di oltre 300 camere nel cuore di Islamabad, ma senza potersi spingere oltre la hall d’ingresso e alcuni ristoranti ai margini dell’edificio di sei piani, che minaccia di crollare.

Solo in mattinata alcuni uomini della Protezione civile, in tuta arancione, attrezzati come speleologi e con bombole d’ossigeno, sono riusciti a entrare più in profondità, portando con sè barelle.

Le vittime. Fra i 60 morti finora accertati vi sono agenti della sicurezza e portieri dell’albergo, alcuni stranieri che stavano vicino alle uscite e passanti. Nessuna notizia dell’ambasciatore ceko Ivo Zdarek che ha chiamato l’ambasciata subito dopo l’esplosione chiedendo aiuto ma poi è scomparso nel nulla. Il cellulare è muto. Secondo l’agenzia Reuter è disperso anche un rappresentante dell’ambasciata del Vietnam.

La dinamica dell’attentato. Il kamikaze ha portato il suo camion bomba contro la barriera metallica che proteggeva l’accesso al Marriott, distante però solo una ventina di metri dalla hall d’ingresso. La potenza dell’esplosione ha danneggiato tutto l’edificio : il cratere dal camion bomba è di una ventina di metri di diametro e profondo circa otto.

Tutt’intorno al punto dell’impatto per un raggio di una cinquantina di metri si vedono alberi spezzati in due, auto ridotte ad ammassi di lamiere ed edifici costellati di squarci.

* la Repubblica, 21 settembre 2008.


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :