Poster un message

En réponse à :
Per l’inizio del dialogo, quello vero (B. Spinelli)

ITALIA E PAKISTAN : LA DIVINA COMMEDIA (Dante Alighieri) E IL POEMA CELESTE (Muhammad Iqbal). Ri-leggiamo insieme... le due opere e i due Autori ! Un’ipotesi di rilettura di DANTE .... e un appello per un convegno e per il Pakistan !!!

DANTE PER LA PACE, PER LA PACE TRA LE RELIGIONI E TUTTI I POPOLI.
vendredi 9 novembre 2007 par Federico La Sala
[...] W O ITALY ... Dopo di lui, in Vaticano, è tornata la confusione, la paura, e la volontà di potenza e di dominio. Un delirio grande, al di qua e al di là del Tevere, ma La Legge dei nostri ‘Padri’ e delle nostre ‘Madri’ Costituenti è sana e robusta ... Dante è riascoltato a Firenze, come in tutta Italia - e nel mondo. Anche nel Pakistan - memori del “Poema Celeste” (Muhammad Iqbal) - la Commedia non è stata dimenticata !!! [...]
PICCHIARE LE DONNE. DIO, UOMINI E DONNE : (...)

En réponse à :

> ITALIA E PAKISTAN : LA DIVINA COMMEDIA (Dante Alighieri) E IL POEMA CELESTE (Muhammad Iqbal). ---- Pakistan, in migliaia a ricordare Benazir.

samedi 27 décembre 2008


-  Più di centomila pachistani in lacrime si sono radunati oggi dinanzi alla tomba della Bhutto
-  un anno dopo il suo assassinio. Il primo ministro la commemora nel palazzo del governo

-  Pakistan, in migliaia a ricordare Benazir
-  Il premier : "Non attaccheremo l’India"

-  Nonostante le relazioni tra i due Paesi siano molto deteriorate, Gilani ribadisce
-  "Noi vogliamo relazioni di amicizia con i nostri vicini. Ma, se ci attaccano, sapremo difenderci"
*

GARHI KHUDA BAKHSH - Più di centomila pachistani in lacrime si sono radunati oggi intorno alla tomba dell’ex primo ministro Benazir Bhutto, nel sud del paese, un anno esatto dopo il suo assassinio. E, nel corso della cerimonia di commemorazione, il primo ministro pachistano Yusuf Raza Gilani ha ribadito che il Paese non vuole la guerra con l’India, nonostante le relazioni tra i due stati siano decisamente deteriorate, in seguito agli attentati di Mumbai.

"Non cerchiamo lo scontro con i nostri vicini. Vogliamo avere delle relazioni di amicizia con loro", ha dichiarato Gilani, nel corso della cerimonia in onore di Benazir Bhutto organizzata nella residenza ufficiale del governo. "Vi assicuro ancora una volta che non prendermo l’iniziativa. - ha detto ancora Gilani - Non faremo altro che reagire. Non saremo noi a lanciarci in un’avventura imprudente, ma, nello stesso tempo, saremo capaci di difendere il nostro Paese".

E intanto già dalle prime ore del mattino una marea di persone, alcune delle quali si battevano il petto per esprimere l’intensa emozione, ha fatto pressione ai posti di controllo situati all’entrata del cimitero dove si trova il mausoleo della famiglia Bhutto, nel villaggio di Garhi Khuda Bakhsh.

Il flusso ininterrotto di gente che sta continuando ad arrivare ha costretto le autorità a ritardare l’inizio della cerimonia di omaggio, inizialmente prevista per le ore 9 locali.

Il vedovo di Benazir, Asif Ali Zardari, presidente del Pakistan da settembre, e suo figlio, Bilawal Bhutto Zardari, entrambi copresidenti del Partito del popolo pachistano (PPP), sono attesi sul posto per condurre la processione e presiedere la cerimonia, che inizierà con una lettura del Corano, il libro santo dell’Islam. Un enorme dispositivo di sicurezza è stato dispiegato sul posto.

* la Repubblica, 27 dicembre 2008


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :