Poster un message

En réponse à :
Per l’inizio del dialogo, quello vero (B. Spinelli)

ITALIA E PAKISTAN : LA DIVINA COMMEDIA (Dante Alighieri) E IL POEMA CELESTE (Muhammad Iqbal). Ri-leggiamo insieme... le due opere e i due Autori ! Un’ipotesi di rilettura di DANTE .... e un appello per un convegno e per il Pakistan !!!

DANTE PER LA PACE, PER LA PACE TRA LE RELIGIONI E TUTTI I POPOLI.
vendredi 9 novembre 2007 par Federico La Sala
[...] W O ITALY ... Dopo di lui, in Vaticano, è tornata la confusione, la paura, e la volontà di potenza e di dominio. Un delirio grande, al di qua e al di là del Tevere, ma La Legge dei nostri ‘Padri’ e delle nostre ‘Madri’ Costituenti è sana e robusta ... Dante è riascoltato a Firenze, come in tutta Italia - e nel mondo. Anche nel Pakistan - memori del “Poema Celeste” (Muhammad Iqbal) - la Commedia non è stata dimenticata !!! [...]
PICCHIARE LE DONNE. DIO, UOMINI E DONNE : (...)

En réponse à :

> ITALIA E PAKISTAN --- PESHAWAR (Pakistan). Sono stati liberati, dopo una feroce battaglia tra i sequestratori e l’esercito pachistano, 71 studenti e i loro nove insegnanti rapiti ieri da un gruppo di Taliban

mardi 2 juin 2009

Scontro a fuoco dopo il fallimento di un tentativo di negoziato I sequestratori stavano portando gli ostaggi nel Waziristan del Sud

-  Liberati dall’esercito pachistano
-  gli studenti rapiti dai Taliban

PESHAWAR (Pakistan) - Sono stati liberati, dopo una feroce battaglia tra i sequestratori e l’esercito pachistano, 71 studenti e i loro nove insegnanti rapiti ieri da un gruppo di Taliban armati e mascherati nel villaggio di Bakka Kheil, nella turbolenta regione tribale del Waziristan del Nord. Non è chiaro se qualche decina di ostaggi sia ancora in mano ai sequestratori. Secondo un portavoce militare gli ostaggi sono tutti liberi, ma il preside della scuola, Javed Iqbal Piracha, teme che una quindicina di ragazzi manchino ancora all’appello. Informazioni contraddittorie, ieri, indicavano che i rapiti erano 400.

Lo scontro a fuoco è avvenuto mentre i sequestratori stavano cercando di spostarsi con i loro ostaggi nel Waziristan del Sud. L’esercito aveva bloccato tutte le strade dopo che il gruppo di studenti (tutti tra i 15 e i 25 anni) e insegnanti era stato prelevato dal collegio di Razmak.

Dopo un primo tentativo di ottenere la liberazione degli ostaggi con un negoziato, i militari sono passati alle vie di fatto, ha raccontato un portavoce dell’esercito, aggiungendo che nell’operazione non ci sono state vittime né tra i civili né tra i militari. Gli studenti rapiti facevano parte di un nutrito gruppo che stava lasciando il collegio per trasferirsi a Bannu per l’inizio delle vacanze.

* la Repubblica, 2 giugno 2009


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :