Poster un message

En réponse à :
Per l’inizio del dialogo, quello vero (B. Spinelli)

ITALIA E PAKISTAN : LA DIVINA COMMEDIA (Dante Alighieri) E IL POEMA CELESTE (Muhammad Iqbal). Ri-leggiamo insieme... le due opere e i due Autori ! Un’ipotesi di rilettura di DANTE .... e un appello per un convegno e per il Pakistan !!!

DANTE PER LA PACE, PER LA PACE TRA LE RELIGIONI E TUTTI I POPOLI.
vendredi 9 novembre 2007 par Federico La Sala
[...] W O ITALY ... Dopo di lui, in Vaticano, è tornata la confusione, la paura, e la volontà di potenza e di dominio. Un delirio grande, al di qua e al di là del Tevere, ma La Legge dei nostri ‘Padri’ e delle nostre ‘Madri’ Costituenti è sana e robusta ... Dante è riascoltato a Firenze, come in tutta Italia - e nel mondo. Anche nel Pakistan - memori del “Poema Celeste” (Muhammad Iqbal) - la Commedia non è stata dimenticata !!! [...]
PICCHIARE LE DONNE. DIO, UOMINI E DONNE : (...)

En réponse à :

> DANTE PER LA PACE, PER LA PACE TRA LE RELIGIONI. ITALIA E PAKISTAN : LA DIVINA COMMEDIA (Dante Alighieri) E IL POEMA CELESTE (Mohammad Iqbal). ---- Dopo otto anni di esilio volontario, l’ex primo ministro del Pakistan Benazir Bhutto, rientra in patria..

jeudi 18 octobre 2007


-  Un accordo con il generale Musharraf consente all’ex premier di rientrare nel Paese
-  Ad accoglierla una folla di sostenitori e 20.000 agenti schierati contro la minaccia di attentati

-  Benazir Bhutto è arrivata in Pakistan
-  "Viaggio storico, cambierà le sorti del Paese"

DUBAI - Dopo otto anni di esilio volontario, l’ex primo ministro del Pakistan Benazir Bhutto, rientra in patria. Ha lasciato la sua residenza a Dubai di primo mattino e ha raggiunto Karachi dove è atterrata alle 10.50. Alla partenza Bhutto è stata salutata da qualche decina di sostenitori, i quali le hanno cinto la spalla con un nastro verde e nero, i colori dell’Islam, che recava scritti sopra alcuni versetti del Corano in segno di augurio di buon viaggio.

Sorridente, velo bianco a coprirle il capo alla maniera musulmana, indosso un ’shalwar kameez’ verde, completo tradizionale formato da tunica e pantaloni morbidi, l’ex premier pakistana si è congedata con un cenno della mano dal piccolo assembramento ; quindi è salita a bordo di una Mercedes nera insieme alle due figlie e al marito, Asif Ali Zardari, che come lei in Pakistan fu colpito da gravi accuse di corruzione e di malversazione, ormai tutte cancellate in forza dell’intesa con Musharraf.

A Karachi, Benazir Bhutto troverà ben ventimila agenti delle forze di sicurezza schierati per l’occasione, a causa soprattutto delle minacce di attentati suicidi rivoltele da al Qaeda e dai taleban afghani.

"E’ un viaggio storico quello che la nostra leader sta compiendo verso il Pakistan, cambierà le sorti del nostro Paese", ha commentato Javed Yaqoob, portavoce a Dubai del Partito Popolare del Pakistan che fa capo alla stessa Bhutto. Dopo aver a lungo ventilato un rimpatrio con l’obiettivo di porre fine al regime militare del generale Pervez Musharraf, confermato di recente alla Presidenza della Repubblica in un voto dall’esito pressocchè plebiscitario, l’ex esiliata si profila adesso come una sua potenziale alleata, sulla base dell’accordo di riconciliazione pre-elettorale stipulato tra i due, preludio a una probabile spartizione dei poteri, probabilmente dopo le elezioni parlamentari di gennaio.

E’ un patto che potrebbe togliere d’impaccio Musharraf, mai così debole nonostante la rielezione, e in attesa che questa sia ratificata dalla Corte Suprema di Islamabad, da ieri chiamata a pronunciarsi su una serie di ricorsi contro la candidatura del generale, cui è contestato il contestuale mantenimento del comando sulle Forze Armate, sebbene l’interessato si sia impegnato a rinunciarvi prima del formale reinsediamento.

Altro nuvolone all’orizzonte, il progetto di tornare a Islambad dell’altro ex primo ministro Nawaz Sharif, deposto con il colpo di stato del 12 ottobre ’99 che porto’ proprio Musharraf al potere, e con il quale i rapporti sono rimasti invece pessimi ; Sharif ci aveva già provato il mese scorso, soltanto per essere riespulso nel giro di poche ore.

* la Repubblica, 18 ottobre 2007.


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :