Poster un message

En réponse à :
Per l’inizio del dialogo, quello vero (B. Spinelli)

ITALIA E PAKISTAN : LA DIVINA COMMEDIA (Dante Alighieri) E IL POEMA CELESTE (Muhammad Iqbal). Ri-leggiamo insieme... le due opere e i due Autori ! Un’ipotesi di rilettura di DANTE .... e un appello per un convegno e per il Pakistan !!!

DANTE PER LA PACE, PER LA PACE TRA LE RELIGIONI E TUTTI I POPOLI.
vendredi 9 novembre 2007 par Federico La Sala
[...] W O ITALY ... Dopo di lui, in Vaticano, è tornata la confusione, la paura, e la volontà di potenza e di dominio. Un delirio grande, al di qua e al di là del Tevere, ma La Legge dei nostri ‘Padri’ e delle nostre ‘Madri’ Costituenti è sana e robusta ... Dante è riascoltato a Firenze, come in tutta Italia - e nel mondo. Anche nel Pakistan - memori del “Poema Celeste” (Muhammad Iqbal) - la Commedia non è stata dimenticata !!! [...]
PICCHIARE LE DONNE. DIO, UOMINI E DONNE : (...)

En réponse à :

> PAKISTAN --- ALLARME MALTEMPO. Alluvioni, quasi 300 morti. Emergenza nelle province nordoccidentali del Paese. Centinaia di migliaia di sfollati.

vendredi 30 juillet 2010

ALLARME MALTEMPO

-  Alluvioni in Pakistan, quasi 300 morti
-  Frane e case distrutte, migliaia di sfollati
-  Emergenza nelle province nordoccidentali del Paese. Centinaia di migliaia di sfollati

MILANO - Sale ad almeno 267 morti e decine di dispersi il bilancio dell’ondata di maltempo che negli ultimi giorni ha flagellato le province nordoccidentali del Pakistan. Lo riferiscono i media di Islamabad. Il presidente della Repubblica, Asif Ali Zardari, ha preso contatto con le autorità provinciali e chiesto al premier, Syed Yusuf Raza Gilani, di predisporre i soccorsi e tutti i necessari aiuti di emergenza.

VILLAGGI ISOLATI - Le piogge incessanti hanno fatto salire a dismisura il livello dei fiumi, che hanno rotto gli argini in più punti e abbattuto ponti, creando una grave emergenza : centinaia di migliaia di persone hanno dovuto abbandonare le loro case invase dalle acque. Moltissime altre, invece, sono bloccate in cittadine e villaggi che, a causa delle inondazioni, non dispongono di vie di fuga terrestri. È il caso delle località di Kabal, Matta, Bari Kot, Charbagh, Khwaza Khela, Behrin e Babuzai. I distretti più colpiti, riferisce GEO Tv, sono quelli di Swat e Shangla, dove in particolare l’esondazione del fiume Swat ha causato gravissimi danni alle zone residenziali.

LE VITTIME - Difficile in questa emergenza tenere una corretta contabilità delle vittime, ma a quanto sembra è Shangla a registrare il maggior numero di morti, circa un centinaio. Nella Valle dello Swat si segnala il decesso di almeno 25 persone, mentre altre 16 sono state sepolte da uno smottamento di terra ad Alandar. Infine, nell’Upper Dir, 780 case, 34 scuole, sei ponti principali, 28 ponti di collegamento e centinaia di ettari di terra hanno subito distruzioni per il maltempo.

-  Redazione online

* Corriere della Sera, 30 luglio 2010


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :