Poster un message

En réponse à :
Visita pastorale del Papa a Napoli ....

ALLARME : "CAMORRA" !!!, "MAMMASANTISSIMA" !!! CAMBIARE ROTTA !!! PER L’ITALIA, PER NAPOLI, RIPARTIRE DALLE RADICI MODERNE, EU-ANGELICHE E FRANCESCANE - dal "presepe" !!! A tutta NAPOLI e al coraggioso Cardinale SEPE un augurio e una sollecitazione, a camminare insieme sulla strada della civiltà del dialogo e dell’amore. W o ITALY !!!

mardi 23 octobre 2007 par Federico La Sala
TUTTO A "CARO-PREZZO" : QUESTO "IL VANGELO CHE ABBIAMO RICEVUTO". IL VANGELO DI RATZINGER, BERTONE, RUINI, BAGNASCO E DI TUTTI I VESCOVI.
PER L’ITALIA E PER LA CHIESA : LA MEMORIA DA RITROVARE. L’"URLO" DI DON PEPPINO DIANA. « La camorra ha assassinato il nostro paese, noi lo si deve far risorgere, bisogna risalire sui tetti e riannunciare la "Parola di Vita" ».


L’Italia ripudia la guerra ! Ed è per lo (...)

En réponse à :

> ALLARME : "CAMORRA" !!!, "MAMMASANTISSIMA" !!! CAMBIARE ROTTA !!! --- Per superare il dramma della se­parazione tra fede e vita e per fa­re in modo che dalla Parola sca­turiscano gesti e opere di carità, occorre andare alle sorgenti, os­sia alla carità (di Crescenzio Sepe)

samedi 11 octobre 2008

Sepe : traduciamo la Scrittura in opere di carità concreta *

Pubblichiamo una sintesi del­l’intervento tenuto dal cardina­le Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli alla Settima Congrega­zione generale.

Incarnare la Parola di Dio nel tempo e nella storia che ci troviamo a vivere, poiché so­lo in questo modo la si rende ef­ficace e creatrice di conversione e di carità.

Osservare la Parola significa in­nanzitutto, come ci ha insegna­to la predicazione di Gesù, testimoniarla con la propria vita e tradurla in opere di carità. Anche i tanti approfondimenti e­segetici, le molteplici iniziative catecheti­che e tutti gli sforzi ri­volti a una maggiore conoscenza rischia­no di non portare frutto se la Parola non viene vissuta con coerenza nella vita quotidiana.

Per superare il dramma della se­parazione tra fede e vita e per fa­re in modo che dalla Parola sca­turiscano gesti e opere di carità, occorre andare alle sorgenti, os­sia alla carità : solo essa, se vis­suta e praticata, può cementare il tessuto ecclesiale e aprire la strada alla concretezza dell’a­more. I tanti malati nel corpo e nello spirito, i poveri che affolla­no le strade delle nostre città, i luoghi di sofferenza, come gli o­spedali, le carceri rappresentano altrettante prove concrete della fedeltà alla Parola e della nostra capacità di conformare la nostra esistenza su quella del « Vangelo vivente », più eloquente di tante parole perché è diventato « car­ne e sangue ».

« L’uomo contemporaneo ascol­ta più volentieri i testimoni che i maestri o, se ascolta i maestri, lo fa perché sono dei testimoni », ha scritto Paolo VI nella Evangelii Nuntiandi (n. 41).

Questa verità ele­mentare, ma di fre­quente ignorata, deve essere ribadi­ta affinché i vescovi, ma anche i sacer­doti, i diaconi e i ca­techisti avvertano sempre più l’urgen­za di confrontarsi seriamente con la Parola di cui sono servitori.

Immagine perfetta dell’Incar­nazione è la Vergine Maria, la donna del « sì » che ha concepito il Verbo nel suo cuore, prima an­cora che nel suo seno. Il Mistero dell’Incarnazione del­la Parola di Dio deve continua­re a realizzarsi nell’oggi della Chiesa attraverso il « sì » dei suoi figli che incarnano, nella vita, la Parola salvatrice di Dio.

* Avvenire, 11.10.2008, p. 18


Sul tema, nel sito, si cfr. :

SINODO DEI VESCOVI 2008 : L’ANNO DELLA PAROLA DI DIO - AMORE ("CHARITAS") O MAMMONA ("CARITAS") ?!


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :