Poster un message

En réponse à :
Terra ... il pianeta della guerra ?!

COREA DEL NORD : COMPIUTO IL TEST ATOMICO SOTTERRANEO . Registrata una scossa di magnitudo di 3,58 Richter, a nord di Pyongyang

lundi 9 octobre 2006 par Federico La Sala
[...] non c’è ancora alcuna conferma ufficiale del test atomico sotterraneo di questa mattina : l’unico elemento, oltre all’annuncio dell’agenzia centrale nordcoreana, è la scossa anomala registrata alle 10:36 locali (le 3:36 in Italia) nella zona settentrionale di Hamkyong, a nord della capitale Pyongyang : magnitudo di 3,58 per l’agenzia agenzia meteorologica sudcoreana e magnitudo di 4,2 secondo le rilevazioni dell’agenzia geologica statunitense [...] (...)

En réponse à :

> COREA DEL NORD : COMPIUTO IL TEST ATOMICO SOTTERRANEO . Registrata una scossa di magnitudo di 3,58 Richter, a nord di Pyongyang

mercredi 11 octobre 2006

Il test nucleare nordcoreano non aiuta la causa della Pace

di Rete Disarmo

Presa di posizione della Rete Disarmo sul test bellico nucleare del paese asiatico*

La Rete Italiana per il Disarmo (RID) condanna con fermezza il test nucleare sotterraneo avvenuto ieri, lunedì 9 ottobre, in Corea del Nord. La notizia di questa sperimentazione conferma che la strategia di tensione permanente non può che portare a un mondo sempre meno sicuro.

La Rete Disarmo sottolinea che la causa scatenante della proliferazione nucleare è il mancato rispetto degli impegni assunti dalle Potenze Nucleari firmatarie del Trattato di Non Proliferazione nucleare.

La proliferazione globale di armi atomiche è aumentata drammaticamente proprio perché le cinque Potenze nucleari non hanno ottemperato ai loro obblighi di disarmo. Anzi hanno varato programmi per lo sviluppo di nuove armi nucleari.

Il Segretario Generale uscente delle Nazioni Unite, Kofi Annan, ha dichiarato : "Più aumentano gli arsenali delle Potenze nucleari, più questi Paesi insistono che le armi atomiche sono essenziali alla loro sicurezza nazionale, e più altri Paesi riterranno necessario dotarsene, per la propria sicurezza nazionale."

Lisa Clark, di ’Beati i Costruttori di Pace’ (uno degli organismi membri della Rete), afferma :" La Corea del Nord compie un gravissimo errore se ritiene che le armi atomiche aumenteranno la sua sicurezza. Le armi nucleari non garantiscono maggiormente la sicurezza di nessuno. Purtroppo, però, questo è un errore che compiono molti politici anche dei Paesi europei e membri della NATO."

La Rete Disarmo, che fa parte della rete internazionale per il disarmo atomico "Abolition Now !", ritiene invece che sia essenziale interrompere la pericolosa spirale di proliferazione nucleare ripristinando la legalità sancita dal Trattato di Non Proliferazione.

Perciò la Rete chiede con forza al Governo italiano di farsi portavoce, in seno all’Alleanza atlantica, delle proposte già avanzate dal Governo della Norvegia e dai due rami del Parlamento del Belgio, affinché si inizino subito seri negoziati per porre termine alla politica del "nuclear-sharing" che vede dispiegate armi nucleari sul territorio di Paesi non-nucleari in contrasto con la lettera e lo spirito del Trattato di Non Proliferazione Nucleare.

Chiede inoltre al Governo italiano di accogliere la proposta fatta da Hans Blix, nel rapporto presentato recentemente alla Commissione sulle Armi di Distruzione di Massa, affinché si organizzi al più presto un Vertice Mondiale sul Disarmo Nucleare.

L’unica garanzia contro la proliferazione nucleare è il disarmo nucleare totale e globale, sancito all’Articolo VI del Trattato di Non Proliferazione Nucleare entrato in vigore nel 1970 e mai realizzato pienamento.

Il test nucleare della Corea del Nord dimostra ancora una volta quanto sia urgente per la pace nel mondo che tutti i Paesi firmino e ratifichino il Trattato per la Messa al Bando delle Sperimentazioni Nucleari e si impegnino nella realizzazione di una Convenzione che metta al bando le armi nucleari.

INFO

sulla Rete Disarmo : www.disarmo.org

Per qualsiasi richiesta ulteriore si prega di contattare la Segreteria della Rete Disarmo :

segreteria@disarmo.org - 328/3399267


*

www.ildialogo.org, Mercoledì, 11 ottobre 2006


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :