Poster un message

En réponse à :
Politica

San Giovanni in Fiore : Emiliano Morrone attacca l’informazione e argomenta per l’impegno politico giovanile e anarchico, contro l’egemonia dei gruppi politici storicamente al potere

mardi 24 octobre 2006 par Emiliano Morrone
La Voce di Fiore è diventata popolare, frequentata, visibile. Non è più quella testata glocale, con la preoccupazione di vigilare anzitutto sull’operato politico a San Giovanni in Fiore.
Nel tempo, le iniziative di singoli redattori o dei vicedirettori hanno creato legami, contatti e attenzione su larga scala. Si sono aggiunti, in cammino, docenti universitari, sacerdoti, gruppi politici, associazioni, organi di stampa e forze sociali di varia estrazione.
Il professor Vattimo ha (...)

En réponse à :

> San Giovanni in Fiore : Emiliano Morrone spara a ripetizione su un certo modo di informare e argomenta per l’impegno politico giovanile e anarchico, contro l’egemonia dei gruppi politici storicamente al potere

lundi 16 octobre 2006

Appello pro Congiusta *

Mario Congiusta da tre giorni è in sciopero della fame per chiedere in maniera estrema l’attenzione dell’opinione pubblica nazionale e quello delle Istituzioni sul problema della Giustizia e della Legalità in Calabria.

Ecco l’Appello che abbiamo predisposto come Comitato spontaneo di sostegno alla protesta di Mario Congiusta, che da tre giorni è in sciopero della fame per chiedere in maniera estrema l’attenzione dell’opinione pubblica nazionale e quello delle Istituzioni sul problema della Giustizia e della Legalità in Calabria.

Vi invitiamo a dare la Vostra adesione e ad aver la buona volontà di inoltrare la presente e-mail a tutti i Vostri amici che ritenete possano essere interessati a darci una mano.

CORAGGIO ! AIUTATECI A FAR DIVENTARE IL "CASO CALABRIA" UN’EMERGENZA DI INTERESSE NAZIONALE.

Uniamoci virtualmente alla protesta estrema e non violenta di Mario Congiusta, dei familiari delle vittime e dei ragazzi di Locri d el movimento "E adesso ammazzateci tutti" per gridare all’Italia intera che "I CALABRESI HANNO FAME SOLO DI GIUSTIZIA" !

Grazie a nome di tutti noi. per il Comitato Spontaneo di sostegno alla protesta di Mario Congiusta

Giovanni Pecora

Le eventuali adesioni possono essere inviate con le seguenti modalità :

1 - rispondendo in reply alla presente e-mail ;

2 - inviando un fax al numero 178 227 1483 ;

3 - trasmettendo un telegramma a :

Mario Congiusta

c/o camper dei diritti negati Piazza del Tribunale 89044 LOCRI (RC)

4 - telefonando o inviando un SMS ai numeri 339 488 6216 oppure 349 366 8216

^^^^^^

APPELLO A SOSTEGNO DELLA PROTESTA ESTREMA DI MARIO CONGIUSTA A LOCRI (RC) Al Sig. Presidente della Repubblica On. Giorgio Napolitano. Al Sig. Presidente del Consiglio dei Ministri On. Romano Prodi. Al Sig. Ministro dell’Interno On. Giuliano Amato. Al Sig. Ministro delle Finanze Dott. Tommaso Padoa Schioppa. Al Sig. Ministro della Difesa On. Arturo Parisi. Al Sig. Ministro della Giustizia On. Clemente Mastella.

LORO SEDI

Signor Presidente della Repubblica, Signor Presidente del Consiglio, Signori Ministri, il nostro conterraneo calabrese Mario Congiusta, padre del giovane imprenditore Gianluca assassinato a Siderno (RC) poco più di un anno addietro, ha iniziato dal 13 c.m. uno sciopero della fame come estremo e disperato tentativo di porre all’attenzione delle SS.LL. non solo la richiesta di avere giustizia per suo figlio e per tutti i morti ammazzati calabresi per i quali non si hanno ancora esiti certi né di indagini né processuali, ma soprattutto per richiedere con forza il potenziamento dell’organico dei magistrati inquirenti applicati presso la Procura della Repubblica di Locri e per l’invio di contingenti di Forze dell’Ordine e militari specializzati nel controllo del territorio per rafforzare la presenza numericamente assolutamente insufficiente delle forze già presenti sul territorio calabrese.

A parte la straordinarietà della protesta, che vede un padre di famiglia mettere il proprio personale sacrificio a servizio dei diritti negati all’intera collettività dei suoi corregionali e non per rivendicare qualcosa legato alla sua persona o di suoi familiari, e questo a dimostrazione di quanto stia crescendo il senso civico e la coscienza civile nella nostra regione, ci preme evidenziare il fatto che Mario Congiusta è un uomo con gravissimi problemi di salute.

Mario rischierebbe veramente di morire a causa della sua protesta estrema, e a nulla fino ad oggi sono valse le offerte di una "staffetta" simbolica di sostituirlo nello sciopero della fame presentategli dai ragazzi di Locri del movimento "E adesso ammazzateci tutti" e da altri di noi, che comunque hanno iniziato assieme a lui già da ieri lo sciopero della fame.

Per questo motivo presentiamo alla Vostra attenzione questo appello, ad ognuno per le sue competenze istituzionali : il Signor Presidente della Repubblica nella Sua veste innanzi tutto di garante dei diritti costituzionali di tutti i cittadini italiani, nonchè di Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura ; il Signor Presidente del Consiglio nella qualità di primo rappresentante dell’Esecutivo che dovrebbe assumere il ruolo di coordinamento per i diversi provvedimenti urgenti in merito alle legittime richieste di Mario Congiusta ; il Signor Ministro dell’Interno per le competenze in merito delle attività delle Prefetture interessate e per la gestione delle forze di Polizia ; il Signor Ministro delle Finanze per la realizzazione di un piano straordinario investigativo e di controllo della Guardia di Finanza e degli Uffici delle Entrate ; il Signor Ministro della Difesa per le competenze relative non solo all’Arma dei Carabinieri ma anche dei reparti speciali dell’Esercito specializzati nel controllo del territorio ; il Ministro della Giustizia per gli opportuni interventi ispettivi sugli uffici giudiziari calabresi e per il raccordo con il CSM.

Mario Congiusta sta mettendo a repentaglio la sua vita come un eroe, e noi non possiamo permettergli questo sacrificio sublime ma assolutamente inutile, perchè a noi calabresi la gente come Mario serve viva e vitale per portare avanti il nostro desiderio di riscatto per la nostra terra.

PER QUESTO MOTIVO

facciamo appello alle SS.LL. affinchè vogliano dare nelle prossime 48 ore, prima che danni irreversibili possano ledere la salute di Mario Congiusta, un segnale chiaro e forte di attenzione ai problemi da lui sollevati.

Lo slogan che accompagna lo sciopero della fame iniziato da Mario Congiusta è "NOI CALABRESI ABBIAMO SOLO FAME DI GIUSTIZIA".

Con queste parole, che nella loro crudezza e semplicità racchiudono tutto il dramma di questa nostra terra, vogliamo concludere questo Appello, nella speranza che per la Vostra sensibilità umana ed Istituzionale non cadrà nel vuoto dell’indifferenza né della retorica.

L’appello di Mario Congiusta e’ l’appello di quei tanti calabresi che da tempo in movimento vogliono risposte definitive e concrete su una presenza reale ed efficace dello stato in Calabria. Come Mario Congiusta abbiamo solo fame di giustizia e di sicurezza sul nostro territorio. non ne possiamo più di dovere sopportare il giogo e la presenza mafiosa che forte ed indisturbata continua ancora ad agire nella nostra regione. Ed allora se lo Stato e le sue Alte Istituzioni hanno veramente a cuore la Calabria, facciano sentire una volta per tutte la loro voce ed affermino concretamente la loro autorità.

LA FORTE PROTESTA PACIFICA E NON VIOLENTA DI MARIO CONGIUSTA E’ ANCHE LA NOSTRA, E’ QUELLA DI TUTTI I CALABRESI ONESTI.

Essa necessita di una risposta vera e non più rinviabile.

Noi calabresi mobilitati e stretti in questo momento attorno a Mario Congiusta chiediamo unitamente a lui ed ai ragazzi che lo stanno affiancando nello sciopero della fame un vero rispetto ed una vera attenzione rivendicando con orgoglio e dignità il diritto di potere operare e convivere liberamente nella nostra terra.

PER IL COMITATO SPONTANEO DI SOSTEGNO ALLA PROTESTA DI MARIO CONGIUSTA A LOCRI Giovanni Pecora

Primi aderenti :

Movimento dei ragazzi di Locri “E adesso ammazzateci tutti”, Calabria Protagonista, Associazione Pic-Asso, Associazione antimafia “Rita Atria”, Associazione Ulixes, Calabrialibre, Calabria-lavoro.it, Calabria Protagonista, Calabria Solidale, Centro Studi Regionale “G. Lazzati”, Governo Civico per la Calabria, Movimento Giovanile Salesiano Calabria, Osservatorio antimafia, Osservatorio “Falcone-Borsellino-Scopelliti”, Pastorale diocesana giovanile Locri, Studenti in Movimento.


*

www.ildialogo.org, Lunedì, 16 ottobre 2006


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :