Poster un message

En réponse à :
Van-gÚlo ... o ... Eu-angÚlo !? Il teologo Ratzinger scrive da papa l’enciclica "Deus caritas est" (2006) e, ancora oggi, nessuno ne sollecita la correzione del titolo. Che lapsus !!! O, meglio, che progetto !!!

Verona. IV Convegno Ecclesiale della Chiesa Cattolica. Prolusione del Card. Dionigi Tettamanzi. GiÓ dall’inizio, quasi un aut-aut. La parola del Dio-"Caritas" (Mammona) o la Parola del Dio-"Charitas" (Amore) ?!

mercredi 18 octobre 2006 par Federico La Sala
[...] E ora l’ultima parola. Non Ŕ da me, ma viene da lontano, dall’Oriente, da un vescovo martire dei primi tempi della Chiesa, da sant’Ignazio di Antiochia. Desidero che la sua voce risuoni in questa Arena e pronunci ancora una volta una parola d’estrema semplicitÓ, ma capace di definire nella forma pi¨ intensa e radicale la grazia e la responsabilitÓ che come Chiesa in Italia chiediamo di ricevere da questo Convegno.
E che, per dono di Dio, il cuore di ciascuno di noi ne sia toccato e (...)

En réponse à :

> Verona. Quarto Convegno Ecclesiale della Chiesa Cattolica. Prolusione del Card. Dionigi Tettamanzi. GiÓ dall’inizio, quasi un aut - aut : "Caritas" (Mammona) o "Charitas" (Amore) ?!

mercredi 18 octobre 2006

Teo-con in corsa, Tettamanzi frena

di Red. Pol. (il manifesto, 17.10.2006)

Roma. Tra « cattolici adulti » e « teo-con » di provata fedeltÓ, popolari di ritorno e laici devoti, governanti e oppositori, il corpaccione cattolico della politica italiana aspetta con ansia la messa-evento che Joseph Ratzinger celebrerÓ giovedý prossimo a Verona. Allo stadio (Bentegodi) come Ŕ prassi nei paesi dove il papa arriva ad evangelizzare popoli lontani, ma stavolta giocando in casa. I politici ad omaggiare santa romana chiesa tra i 40mila degli spalti saranno in tanti, tanti che uno che se ne intende come il democristiano Publio Fiori, che adesso guida una « rifondazione Dc », denuncia « un’ipocrita caccia al voto dei cattolici ». Ci sarÓ il presidente del Consiglio, ma non vuole mancare nemmeno il leader dell’opposizione Berlusconi. Si aspettano i capi dei partiti centristi, Casini e Mastella ma anche Rutelli, che del cardinale Ruini padrone di casa Ŕ buon amico. Fassino probabilmente sarebbe troppo, anche se il segretario della Quercia giÓ tempo fa si Ŕ dichiarato credente, aggiungendo per˛ che si tratta di « un fatto privato ».

Una corsa e un’ansia che dev’essere sembrata eccessiva al cardinale arcivescovo di Milano Dionigi Tettamanzi, che in veste di organizzatore aprendo le giornate veronesi ieri ha citato le scritture per dire che « Ŕ meglio essere cristiano senza dirlo che proclamarlo senza esserlo ». Certo i « teo-con » e anche i neonati « teo-dem » che militano sulla sponda bipolarmente opposta hanno sempre un posto nel cuore delle gerarchie ecclesiastiche - specie quando si stratta di far passare o bloccare leggi gradite e sgradite -, ma le parole di Tettamanzi qualche pensiero ai pi¨ sfrenati tra i politici papisti dovrebbero suggerirlo. « Quelli che fanno professione di appartenere a Cristo si riconosceranno dalle loro opere - ha continuato nella citazione l’arcivescovo di Milano -, non si tratta di fare una professione di fede a parole ». Ognuno al suo posto, Ŕ sembrato voler dire Tettamanzi, assegnandone uno importante ai « politici cristiani », citati espressamente. E per˛ anche ridimensionati in qualche modo : « Mi rimangono indimenticabili - ha detto - le parole di Paolo VI, ’la politica Ŕ una maniera esigente, ma non la sola, di vivere l’impegno cristiano al servizio degli altri ».

Sandro Bondi (Forza Italia), Pierferdinando Casini (Udc), Maurizio Gasparri (An) da una parte, Pierluigi Castagnetti, Paola Binetti e Luigi Bobba (Margherita tutti e tre) dall’altra hanno giÓ per conto loro contribuito all’appuntamento di Verona, partecipando due settimane fa ad un incontro romano di preparazione per esercitarsi proprio sui temi proposti dai vescovi italiani. Binetti e Bobba in particolare sono reduci dalla presentazione « urbi et orbi » della componente - « ma non chiamatela corrente » - « teo-dem » con la quale si propongono di sostenere le posizioni confessionali all’interno del partito democratico. Avanzando, all’interno del partito che dovrebbe nascere dalla fusione tra i Ds e la Margherita, una linea di « resistenza ad un laicismo da combattimento che ha fatto dei diritti individuali un assoluto e che vuole confinare il fattore religioso unicamente nella sfera del privato ». A Verona saranno a casa loro.


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :