Inviare un messaggio

In risposta a:
Deus "charitas" est (1 Gv., 4. 1-16) ... non "Deus caritas est" (Benedetto XVI, 2006) !!! In Vaticano non c’è solo la Sfinge, ma c’è la peste e c’è Edipo....

MESSAGGIO EU-ANGELICO E TRADIMENTO STRUTTURALE DELLA FIDUCIA. Benedetto XVI ai vescovi d’Irlanda, sulla pedofilia: gli abusi sessuali sui minori sono "crimini abnormi" (2006). E il rapporto della Child Abuse Commission (2009).

IRLANDA: RAPPORTO-SHOCK SU ABUSI FATTI DA RELIGIOSI CATTOLICI AI DANNI DEI MINORI
giovedì 21 maggio 2009 di Federico La Sala
IRLANDA: RAPPORTO-SHOCK SU ABUSI FATTI DA RELIGIOSI CATTOLICI *
LONDRA - "Centinaia" di preti e suore cattolici irlandesi sono stati coinvolti in abusi sessuali e fisici ai danni di minori in istituzioni pubbliche in Irlanda: lo afferma il rapporto della Child Abuse Commission, che ha condotto la più grande indagine di sempre sugli ordini religiosi irlandesi. Lo scrive la stampa britannica.
Il rapporto (3.500 pagine) ha raccolto le testimonianze di circa 2.500 vittime di questi abusi tra (...)

In risposta a:

> MESSAGGIO EU-ANGELICO E TRADIMENTO STRUTTURALE DELLA FIDUCIA. Benedetto XVI ai vescovi d’Irlanda, sulla pedofilia: gli abusi sessuali sui minori sono "crimini abnormi"!!!

domenica 13 maggio 2007

Preti pedofili *

Prete accusato di pedofilia arrestato a Foggia

http://www.adnkronos.com/IGN/Cronaca/?id=1.0.942704807

fatti risalgono ad alcuni mesi fa

Arrestato sacerdote per molestie sessuali

Le vittime, bambine di 10 anni, dovevano fare la prima comunione. La pesante accusa nei confronti di un prete 74enne di una parrocchia di Foggia. Una delle vittime ha raccontato tutto alla madre che ha denunciato l’accaduto alla polizia

Foggia, 12 mag. (Adnkronos/Ign) - Molestie sessuali e palpeggiamenti nei confronti di alcune bambine di 10 anni che dovevano fare la prima comunione: è l’accusa nei confronti di un sacerdote di 74 anni di una parrocchia di Foggia, arrestato da agenti della Squadra mobile della Questura che hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal gip del Tribunale del capoluogo dauno, Rita Curci, su richiesta del pm della Procura, Vincenzo Maria Bafundi.

I fatti si riferiscono ad alcuni mesi fa. Le molestie ripetute avvenivano in parrocchia in occasione dei corsi per la prima comunione. Una delle vittime ha raccontato tutto alla madre che ha denunciato l’accaduto alla polizia. Dall’audizione della piccola e da alcuni riscontri acquisiti dai poliziotti anche su altri casi si è giunti all’emissione del provvedimento cautelare.

Il sacerdote nel frattempo era stato trasferito a Taranto dalla Curia alla quale erano giunte le voci allarmate su possibili molestie. Ora il prete è stato sottoposto ai domiciliari ed è ospitato in una comunità di salesiani a Castellammare di Stabia.


http://www.teleradioerre.it/news/articolo.asp?idart=27253

Avrebbe molestato bambine, arrestato sacerdote

Avrebbe molestato alcune bambine quando si andavano a confessare da lui. Un sacerdote della parrocchia Sacro Cuore, don Nicola Rossi, 75 anni, originario della provincia di Benevento, è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale. L’uomo si trova ora ai domiciliari in un istituto dei salesiani in Campania. L’arresto, disposto dal gip del Tribunale di Foggia Rita Curci, su richiesta del pm Vincenzo Bafundi, è stato eseguito ieri a Taranto dove il sacerdote si era trasferito da un po’ di tempo. I fatti risalirebbero al 2006. Le indagini sono partite dalla denuncia di alcune bambine che hanno raccontato di aver ricevuto attenzioni moleste dal sacerdote, durante il corso di catechismo per la prima comunione.

Una bambina in particolare avrebbe raccontato in lacrime alla madre cosa sarebbe avvenuto nel confessionale. E’ scattata la denuncia, le indagini, poi altri casi, a lungo vagliati dagli inquirenti con il supporto di assistenti sociali. Una brutta storia. Don Nicola era molto conosciuto non solo in parrocchia ma anche nell’intera città. Sulla vicenda c’è il massimo riserbo, soprattutto in parrocchia. Una parrocchia di frontiera conosciuta proprio per il suo servizio ai minori, tanti dei quali sottratti alla strada con l’opera dell’oratorio.

Daniela Zazzara


http://www.telenorba.it/home/news_det.php?nid=2572

PEDOFILIA: FOGGIA, ARRESTATO PRETE

MOLESTIE NEL CONFESSIONALE. UN SACERDOTE FINISCE AGLI ARRESTI DOMICILIARI CON L’ACCUSA DI PEDOFILIA. IL PARROCO, 75 ANNI ORIGINARIO DEL BENEVENTANO, AVREBBE MOLESTATO CON CAREZZE DI TROPPO BAMBINE CHE SI PREPARAVANO ALLA PRIMA COMUNIONE NELLA PARROCCHIA DEL SACRO CUORE A FOGGIA, NEL RIONE CANDELARO. E’ QUI CHE FINO AD UN ANNO FA IL SACERDOTE OFFICIAVA, PRIMA DI ESSERE TRASFERITO - ALCUNI MESI FA - IN UN ISTITUTO SALESIANO DI TARANTO, DOVE E’ STATO RAGGIUNTO DAL PROVVEDIMENTO RESTRITTIVO. STANDO AL RACCONTO FATTO DA UNA BAMBINA ALLA MAMMA, IL PRETE LA FACEVA ENTRARE NEL CONFESSIONALE E LA TOCCAVA. E’ SCATTATA LA DENUNCIA. LE INDAGINI DELLA SQUADRA MOBILE DI FOGGIA HANNO ACCERTATO CHE ERA TUTTO VERO E CHE LE GIOVANI VITTIME DELLE ATTENZIONI DEL PRETE ERANO PIU’ DI UNA. 12/05/07 redtno@telenorba.it


12-MAG-07 16:06

PEDOFILIA: SACERDOTE ARRESTATO A FOGGIA, APPELLO DI DON DI NOTO AI VESCOVI

Siracusa 12 mag. - (Adnkronos) - ’’L’abuso sessuale e le molestie ai bambini sono un grave peccato e un grave reato. Per chi se ne macchia dura e’ la condanna. Se e’ veramente successo qualcosa mi appello al sacerdote e alla sua coscienza, nella verita’ dica la verita’ dei fatti ascritti alla sua persona’’. Lo afferma don Fortunato Di Noto, sacerdote e fondatore della Associazione Meter onlus contro la pedofilia, dopo il caso di Foggia, dove un sacerdote e’ stato arrestato per presunte molestie nei confronti di alcune bambine. (Rre/Ct/Adnkronos)


Tratto dalla gazzetta del mezzogiorno del 12 maggio 2007

PEDOFILIA | Fino a qualche mese fa prestava la sua opera spirituale alla chiesa del Sacro Cuore Arrestato sacerdote Avrebbe molestato quattro bambine nel confessionale Il gip gli concede i domiciliari considerata l’età: tutto iniziato con il pianto di una ragazzina

Un sacerdote di 75 anni, che sino a qualche mese fa prestava la sua opera spiri­tuale nella parrocchia del Sa­cro Cuore a Foggia, è stato arrestato e posto ai domiciliari con l’accusa di violenza sessuale perchè avrebbe molestato alcune bambine, toc­candole quando si recavano in chiesa per la confessione. Pa­dre Nicolangelo Rossi, 75 an­ni, originario di Pesco Sannita un paesino in provincia di Benevento, è stato arrestato ieri mattina in istituto sale­siano di Taranto dove si era trasferito da qualche mese proveniente dalla parrocchia foggiana. Adesso si trova de­tenuto agli arresti domiciliari presso un altro istituto salesiano di Castellammare di Stabia, in attesa di comparire davanti al giudice per le indagini pre­liminari per fornire la sua versione dei fatti.

L’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari è stata firmata dal gip del Tribunale di Foggia Rita Curci, su richiesta del pm Vincenzo Ma­ria Bafundi, il sostituto pro­curatore titolare di reati a sfondo sessuale. Il provvedimento restrittivo è stato eseguito ieri mattina dagli agenti della sezione reati contro la persona della squadra mobile che hanno condotto le inda­gini; i poliziotti hanno poi trasferito il sacerdote accusato di pedofilia nell’istituto salesiano campano. Sulla vicenda è calato il massimo riserbo, forse considerato il ruolo dell’indagato: è la seconda vol­ta a Foggia che un uomo di Chiesa, un sacerdote viene ar­restato con accuse così in­famanti.

I fatti contestati al sacerdote - si tratta di quelli che il codice penale definiva atti di libidine prima della nuova legge sulla violenza sessuale - risalireb­bero al 2006 quando padre Ni­colangelo Rossi officiava alla parrocchia del Sacro Cuore al rione Candelaro. Sarebbero tre o quattro le bambine che - a dire dell’accusa ed in attesa di conoscere quale sarà la ver­sione difensiva - avrebbero su­bito le attenzioni moleste del prete. Pare che alcune delle bambine stessero seguendo il corso di preparazione alla pri­ma comunione; nel confessio­nale il sacerdote ora arrestato le avrebbe accarezzate e toc­cate. Gesti ritenuti dall’accusa lascivi e non certo fatti senza alcuna malizia.

La vicenda è venuta fuori qualche mese fa perchè una delle presunte vittime avrebbe avuto una crisi dì pianto da­vanti alla madre per poi con­fidarsi e raccontarle cosa sa­rebbe avvenuto nel confessionale della chiesa. E’ scattata la denuncia al­la squadra mobile e la bambina è stata interro­gata da assi­stenti sociali e dai poliziot­ti specializza­ti in questo tipo di indagini. Si sarebbe poi risaliti ad altre bambine pure vittima delle attenzioni del sa­cerdote, secondo l’accusa. Pm e gip devono aver ritenuto necessario l’arresto del pre­sunto pedofilo - concedendo gli arresti domiciliari considera­ta l’età - forse sul presupposto del rischio di reiterazione di reati. Da qualche tempo il sa­cerdote aveva lasciato Foggia e si era trasferito in un istituto salesiano di Taranto, dove ieri mattina è stato eseguito l’ar­resto.

E’ la seconda volta che un sacerdote viene arrestato in città per reati a sfondo ses­suale. Il precedente risale al 2 aprile del ’98 quando finì pri­ma in carcere e poi ai do­miciliari un sacerdote accu­sato di aver molestato alcuni ragazzini, tra il ’90 e il ’97, quando dirigeva una parroc­chia di una borgata a pochi chilometri da Foggia. Per que­sta vicenda l’imputato, che si è sempre dichiarato innocente, fu condannato a 6 anni e 6 mesi in primo grado, pena ridotta in appello a 5 anni di reclusione.

* IL DIALOGO, Domenica, 13 maggio 2007


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: