Inviare un messaggio

In risposta a:
Deus "charitas" est (1 Gv., 4. 1-16) ... non "Deus caritas est" (Benedetto XVI, 2006) !!! In Vaticano non c’è solo la Sfinge, ma c’è la peste e c’è Edipo....

MESSAGGIO EU-ANGELICO E TRADIMENTO STRUTTURALE DELLA FIDUCIA. Benedetto XVI ai vescovi d’Irlanda, sulla pedofilia: gli abusi sessuali sui minori sono "crimini abnormi" (2006). E il rapporto della Child Abuse Commission (2009).

IRLANDA: RAPPORTO-SHOCK SU ABUSI FATTI DA RELIGIOSI CATTOLICI AI DANNI DEI MINORI
giovedì 21 maggio 2009 di Federico La Sala
IRLANDA: RAPPORTO-SHOCK SU ABUSI FATTI DA RELIGIOSI CATTOLICI *
LONDRA - "Centinaia" di preti e suore cattolici irlandesi sono stati coinvolti in abusi sessuali e fisici ai danni di minori in istituzioni pubbliche in Irlanda: lo afferma il rapporto della Child Abuse Commission, che ha condotto la più grande indagine di sempre sugli ordini religiosi irlandesi. Lo scrive la stampa britannica.
Il rapporto (3.500 pagine) ha raccolto le testimonianze di circa 2.500 vittime di questi abusi tra (...)

In risposta a:

> MESSAGGIO EU-ANGELICO E TRADIMENTO STRUTTURALE DELLA FIDUCIA. Benedetto XVI ai vescovi d’Irlanda, sulla pedofilia: gli abusi sessuali sui minori sono "crimini abnormi"!!!

sabato 11 novembre 2006

In Slovenia processo per pedofilia ad un prete cattolico *

http://www.swisspolitics.org/

Slovenia: sacerdote cattolico sotto processo per pedofilia

10.11.2006 - 15:11

LUBIANA - È iniziato oggi a Lubiana il processo a un prete cattolico sloveno accusato di pedofilia, che quattro anni fa, dopo l’inizio del primo processo, era andato in una missione in Africa, probabilmente nel tentativo di evitare la condanna. Franci Frantar, di 59 anni, è incriminato per aver sessualmente molestato 15 anni fa una ragazzina di 10 anni nella sua parrocchia Kaselj-Zalog, nei pressi della capitale slovena.

Il sacerdote è da un mese in custodia cautelare e se verrà condannato potrebbe scontare una pena tra uno e dieci anni.

Il caso di Frantar ha avuto anche un risvolto internazionale dato che il sacerdote quattro anni fa, a processo già iniziato, aveva lasciato la Slovenia per andare nei Malavi, nell’Africa meridionale, in una missione cattolica. Contro di lui fu emesso anche un ordine di cattura dell’Interpol.

L’arcivescovado di Lubiana ha preso le distanze da Frantar sostenendo che era andato all’estero all’insaputa delle autorità ecclesiastiche. "Noi condanniamo la pedofilia e gli abusi sessuali di minori, che sono rari nella Chiesa, e molto più frequenti tra le mura domestiche, nelle scuole e nelle istituzioni della sanità", hanno spiegato.

Negli ultimi anni in Slovenia altri due sacerdoti cattolici sono stati condannati per pedofilia. In questo momento, oltre a Frantar, è sotto processo a Krsko, nell’est del paese per simili capi d’accusa un altro sacerdote, Karl Jost. Le udienze in questo caso sono però chiuse al pubblico e Jost si trova agli arresti domiciliari e non in carcere.


http://www.corriere.it/

Slovenia: pedofilia, inizia processo a prete cattolico

LUBIANA (Slovenia) - E’ iniziato oggi a Lubiana il processo a un sacerdote cattolico accusato di pedofilia. Il 59enne Franci Frantar e’ stato incriminato per aver molestato sessualmente, 15 anni fa, una ragazza di 10 anni nella sua parrocchia di Kaselj-Zalog, vicino alla capitale slovena. Da un mese, Frantar si trova in carcere e, se sara’ ritenuto colpevole, potra’ essere condannato a una pena tra uno e 10 anni. Quattro anni fa, pero’, il sacerdote era andato in Malawi in missione, secondo la curia slovena senza autorizzazione. L’Interpol aveva emesso un mandato d’arresto internazionale. (Agr)

* www.ildialogo.org, Sabato, 11 novembre 2006


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: