Inviare un messaggio

In risposta a:
Italia

PER UNA REPUBBLICA E UNA CIVILTA’ DEL LAVORO, CONTRO LA PRECARIETA’!!! 4 NOVEMBRE 2006: A ROMA, UNA GRANDE MANIFESTAZIONE. I PRECARI: "Abrogare la legge Biagi".

sabato 4 novembre 2006 di Federico La Sala
Lavoro, precari in piazza manifestano a Roma
Oltre centomila al corteo. All’iniziativa promossa dai sindacati ha aderito tutta l’ala sinistra dell’Unione dalle minoranze Ds fino al Prc: diversi gli esponenti della maggioranza presenti. Giordano (Prc): "Con i movimenti e al governo". Ma il ministro Damiano: "Amarezza per la manifestazione"
di CLOTILDE VELTRI *
17:07 Il ministro Bianchi: "Non è il momento per le manifestazioni di piazza"
Riserve e critiche da parte del ministro dei (...)

In risposta a:

> A ROMA, PER UNA REPUBBLICA E UNA CIVILTA’ DEL LAVORO, UNA GRANDE MANIFESTAZIONE. I PRECARI: "Abrogare la legge Biagi".

sabato 4 novembre 2006

ANSA: SFILA A ROMA IL CORTEO CONTRO IL LAVORO PRECARIO

ROMA -I precari in piazza oggi a Roma. Alla protesta partecipano anche esponenti di Comunisti italiani, Rifondazione e Verdi. ’L’importante e’ che ci sia una dialettica’, commenta il ministro del Lavoro Damiano. Il corteo nazionale contro il precariato è partito da piazza della Repubblica. Alla testa del serpentone che arriverà fino a piazza Navona vi è uno striscione, a caratteri neri su sfondo bianco che recita: "Stop alla precarietà ora". Tra i diversi manifestanti che sfilano in piazza a Roma contro la precarietà, ci sono alcuni ragazzi che indossano una maglietta con su scritto: "Sono precario e mi fa male un po’ il pancino, sarà colpa di Tremonti o di Fassino...?".

Sono 150 mila, secondo gli organizzatori, le persone che stanno partecipando alla manifestazione Una grande partecipazione, dicono i promotori della campagna "stop precarietà", tanto che una parte del corteo non è ancora riuscita a partire da piazza della Repubblica.

"La manifestazione è a favore del governo e non contro il governo". Così Massimo D’Alema in una intervista al Messaggero. "E’ una manifestazione contro il precariato. E io la condivido", aggiunge il vice premier. "Il precariato - dice ancora D’Alema - danneggia il futuro delle giovani generazioni. E questa non è una manifestazione avversa al ministro Damiano, che sta lavorando benissimo, ma contro il lavoro precario. Qual é il problema?". D’Alema non accetta quindi le polemiche di questi giorni per l’annunciata partecipazione di alcuni esponenti di governo al corteo che ha fatto parlare di divisione della maggioranza. "I giornali - afferma il ministro degli Esteri - non fanno che mettere zizzania. Anche quando è impossibile".

PRODI, OGGI MANIFESTAZIONE NON CONTRO IL GOVERNO "Quella di oggi è stata una manifestazione pacifica, non contro il Governo ma contro il precariato", lo ha detto Romano Prodi, interpellato dai giornalisti a Bologna, commentando la manifestazione di Roma.

CARUSO, IL CORTEO LANCIA UN SEGNALE AL GOVERNO PRECARIO "La manifestazione lancia un segnale al governo Prodi, che deve capire che anche lui è precario. Si dia ascolto alla piazza". Così Francesco Caruso, esponente no-global di Rifondazione, commenta il corteo contro la precarietà che si sta svolgendo per le vie del centro di Roma. "Il governo - prosegue - ha un contratto a termine sottoscritto con gli elettori. Deve dare una risposta ai due milioni di precari, altrimenti, se le risposte non arrivano, il contratto a termine si può rescindere".

BONELLI (VERDI): INCOMPRENSIBILI POLEMICHE SULLA NOSTRA PRESENZA "Tutte le polemiche sulla partecipazione a questa manifestazione sono incomprensibili perché non esserci avrebbe marcato la distanza tra la politica ed il Paese reale", dice il capogruppo dei Verdi alla Camera Angelo Bonelli. La precarieta’ del lavoro, aggiunge, e’ diretta conseguenza delle politiche berlusconiane e tremontiane. Il corteo, spiega, e’ a sostegno del governo e del programma dell’Unione, affinche’ si applichi su quanto stabilito in tema di lavoro.


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: