Inviare un messaggio

In risposta a:
Come da programma...

IRAQ. L’ "ANTICA BABILONIA" E’ FINITA. PRODI HA ANNUNCIATO IL COMPLETO RITIRO DELLA MISSIONE ITALIANA DA NASSIRIYA. 39 GLI ITALIANI CADUTI.

lunedì 27 novembre 2006 di Federico La Sala
I militari del nostro contingente ancora a Nassiriya sono circa sessanta
La missione era iniziata nell’aprile 2003 con l’impiego di 1.677 uomini
Iraq, Prodi annuncia ritiro completo:
"Ultimi italiani via entro il 2 dicembre"
E l’Inghilterra annuncia la riduzione delle truppe a partire dalla primavera del 2007
MILANO - "A Nassiriya rimangono solo 60-70 soldati italiani per la consegna delle caserme alla polizia irachena. Tra il primo e il due dicembre anche questi saranno tutti a casa". (...)

In risposta a:

> IRAQ. ... COMPLETO RITIRO DELLA MISSIONE ITALIANA DA NASSIRIYA. 39 GLI ITALIANI CADUTI. --- Il pubblico ministero ha chiesto 10 e 12 mesi di reclusione per Lops e Stano accusati di non aver garantito la sicurezza della base.

mercoledì 3 dicembre 2008


-  Il pubblico ministero ha chiesto 10 e 12 mesi di reclusione per Lops e Stano
-  accusati di non aver garantito la sicurezza della base nella quale morirono 19 italiani nel 2003

-  Nassiriya, pm chiede condanne
-  per due generali italiani

-  Per il colonnello Georg Di Pauli c’Ŕ una richiesta di rinvio a giudizio *

ROMA - Due condanne e un rinvio a giudizio. E’ quanto ha chiesto il pubblico ministero durante il processo in corso davanti al gup militare di Roma a tre alti ufficiali dell’esercito e dei carabinieri. Sono accusati di non aver messo in atto tutte le misure idonee a garantire la sicurezza della base Maestrale, a Nassiriya, in Iraq, dove il 12 novembre 2003 morirono 19 italiani tra militari e civili.

Per i generali Vincenzo Lops e Bruno Stano, che si sono avvicendati al comando del contingente italiano in Iraq, il pm ha chiesto la condanna rispettivamente a dieci e a dodici mesi di reclusione. Per il colonnello Georg Di Pauli, comandante dell’UnitÓ specializzata multinazionale dei carabinieri che aveva il quartier generale nella base Maestrale, Ŕ stato invece chiesto il rinvio a giudizio.

Mentre Lops e Stano hanno chiesto e ottenuto di essere processati con il giudizio abbreviato, per Di Pauli vale quello ordinario. Le numerose parti civili che si sono costituite in giudizio hanno chiesto un risarcimento complessivo di diversi milioni di euro. La decisione del gup dovrebbe arrivare tra una ventina di giorni, dopo le arringhe delle difese.

* la Repubblica, 3 dicembre 2008


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: