Inviare un messaggio

In risposta a:
Politica

Lettera a Prodi, Fassino e Veltroni, da parte degli amici del Phorum Palestina e compagni

Sulla visita a Sharon: un documento da leggere subito e divulgare all’istante
sabato 21 maggio 2005 di Emiliano Morrone
All’On.le Romano PRODI
All’On.le Piero FASSINO
Al Sindaco Walter VELTRONI
Abbiamo appreso dalla stampa che avete in programma una visita in Israele, dove incontrerete ufficialmente il Primo Ministro Ariel Sharon. Riteniamo che questo incontro sia un atto politicamente inopportuno e moralmente deplorevole, per i seguenti motivi.
Ariel Sharon non Ŕ un leader politico qualsiasi: Ŕ direttamente responsabile dell’assassinio di migliaia di uomini e donne, la cui unica colpa era quella di essere (...)

In risposta a:

> "ESTELLE" E LA COLTRE DI SILENZIO, I partigiani e il veliero amico dei palestinesi (di Marco Rovelli)

sabato 29 settembre 2012

I partigiani e il veliero amico dei palestinesi

di Marco Rovelli (l’UnitÓ, 29.09.2012)

UNA COLTRE DI SILENZIO ╚ CADUTA SULLA PALESTINA, DOPO LE PRIMAVERE ARABE E LA CRISI SIRIANA. Eppure lý le cose continuano ad andare male come sempre: la West Bank colonializzata e frantumata come un arcipelago di tante isolette non comunicanti fra loro, Gaza assediata da un blocco che priva i suoi abitanti dei pi¨ elementari diritti umani, oltre che distruggendo l’economia del Paese. Ecco dunque l’importanza, anche solo simbolica e comunicativa, di imprese come quella della Freedom Flotilla. Nel 2010 una nave turca venne attaccata dagli israeliani, che fecero nove morti, mentre l’anno scorso le navi vennero bloccate in porto in Grecia.

Stavolta Ŕ stato un gruppo di svedesi ad acquistare un vecchio veliero finlandese, Estelle, che adesso si sta dirigendo verso Gaza. In questo viaggio la nave ha fatto tappa in diversi porti, e adesso Ŕ attraccata nel porto di La Spezia, dove stamani, al molo, ci sarÓ un corteo marino dove vecchi partigiani accoglieranno l’equipaggio, nel pomeriggio visite guidate alla nave, e in serata un concerto. Poi sarÓ la volta di Napoli, dove il Comune ha patrocinato l’evento (tutti i programmi su freedomflotilla.it).

A bordo, nell’equipaggio, c’Ŕ Dror Feiler, un ex paracadutista israeliano che nel 1970 si rifiut˛ di prestare servizio nei Territori occupati, uno dei primi refusniks. Feiler, che oggi Ŕ un artista, e portavoce dell’organizzazione European Jews for a Just Peace, era presente sulla nave turca assaltata dai militari israeliani, e anche lo scorso anno era sull’unica nave che riuscý a salpare dalla Grecia. ╚ necessario sostenere queste imprese, fatte di tante singole testimonianze come quella di Feiler: laddove la politica internazionale non Ŕ in grado di risolvere la questione, Ŕ solo l’impegno dal basso che pu˛ sbrogliare il tragico intrico della matassa israeliano-palestinese.


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: