Inviare un messaggio

In risposta a:
Diritti

“Grattino” nei parcheggi a pagamento: nessuna sanzione amministrativa ex art. 157 comma 6 e 8 del Codice della Strada può essere comminata in caso di mancata esposizione

Lo “Sportello dei diritti” segnala un’importante sentenza del Giudice di Pace di Caserta
mercoledì 6 dicembre 2006 di Vincenzo Tiano
Lo “SPORTELLO DEI DIRITTI” della Provincia di Lecce, la cui delega è stata assegnata all’Assessore Carlo Madaro, segnala una nuova importante sentenza in tema di mancata esposizione del cosiddetto “grattino” per supposta violazione dell’art. 157, c. 6 e 8, emessa dal GdP di Caserta nella causa iscritta con ruolo n. 4112/06.
La sentenza che si allega di seguito, pare totalmente innovativa ed in breve afferma che nei casi di mancata esposizione del (...)

In risposta a:

> “Grattino” nei parcheggi a pagamento: nessuna sanzione amministrativa ex art. 157 comma 6 e 8 del Codice della Strada può essere comminata in caso di mancata esposizione

martedì 4 maggio 2010
Cosa dice la circolare ministeriale dell’ing. Dondolini direttore generale del ministero delle infrastrutture e dei trasporti(una del 2009 e l’altra di gennaio 2010)? In primis che il parcheggio è definito quale area o infrastruttura posta fuori dalla carreggiata destinata alla sosta regolamentata o non dei veicoli (art.3, c.1, n.34 del Codice). In secondo luogo che il veicolo che sosta in uno stallo senza aver effettuato il pagamento è soggetto alla sanzione di cui all’art.6,c.14,ovvero 7,c.14 del codice rispettivamente fuori o all’interno dei centri abitati. Si precisa che in caso di avvenuto pagamento, qual’ora il veicolo sosti per un periodo superiore a quello per il quale è stata corrisposta la tariffa , non si ha violazione dell’art.6,c.14,ovvero 7,c.14, in quanto è stato comunque ottemperato all’obbligo del pagamento sebbene in misura inferiore al dovuto; si dovrà peraltro provvedere al recupero delle ulteriori somme dovute. In tal caso si verifica un inadempimento ad un’obbligazione contrattuale ai sensi dell’art.1173 del codice civile, con il recupero delle somme non corrisposte oltre ad eventuali penali previste sulla base di condizioni stabilite con apposito regolamento.. Ricorda anche che l’art.5 del Codice attribuisce al Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti la facoltà di impartire ai prefetti ed agli enti propietari delle strade le direttive per l’applicazione delle norme concernenti la regolamentazione della circolazione sulle strade.

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: