Poster un message

En réponse à :
"Deus caritas est" : il "dio" di una cHiesa senza "acca" (cHaritas") !!!

LASCIATEMI ANDARE. ANCHE QUESTO E’ AMORE !!! PIERGIORGIO WELBY E’ MORTO, IERI SERA (20 dic.). A Roma oggi, 24 dicembre, i funerali laici. A SUA ETERNA VERGOGNA, LA CHIESA CATTOLICA HA RIFIUTATO IL RITO RELIGIOSO !!!

dimanche 24 décembre 2006 par Federico La Sala
Il Vicariato ha vietato i funerali religiosi. Tutti domani alla cerimonia laica !
I funerali di Piergiorgio Welby si terranno domani 24 dicembre alle ore 10.30 in P.zza San Giovanni Bosco di fronte alle porte chiuse della Chiesa Don Bosco. La piazza si trova a pochi metri della fermata “Giulio Agricola” della Metropolitana A.


Il medico che ha accettato di (...)

En réponse à :

> LASCIATEMI ANDARE. ANCHE QUESTO E’ AMORE !!! PIERGIORGIO WELBY E’ MORTO, IERI SERA (20 dic.). A Roma oggi, 24 dicembre, i funerali laici. A SUA ETERNA VERGOGNA, LA CHIESA CATTOLICA HA RIFIUTATO IL RITO RELIGIOSO !!!

dimanche 1er avril 2007

Welby, il gip vuole procedere contro l’anestesista *

il dottor Riccio e Mina WelbyIl gip di Roma, La Viola, ha rigettato la richiesta di archiviazione per Mario Riccio, l’ anestesista Mario Riccio che ha interrotto la ventilazione meccanica a Piergiorgio Welby.

Il legale del medico comunica che i carabinieri di Cremona hanno notificato a Riccio l’ invito ad eleggere domicilio e nominare un difensore di fiducia in relazione al procedimento relativo alla morte di Piergiorgio Welby.

Il procuratore Giovanni Ferrara ed il sostituto Gustavo De Marinis, firmatari della richiesta di archiviazione non accolta dal gip, rimangono della loro idea : con l’interruzione della ventilazione meccanica a Piergiorgio Welby praticata dall’anestesista Mario Riccio - come scritto nel provvedimento inviato all’ufficio del gip il 6 marzo scorso - Ŕ stato attuato un diritto del paziente che « trova la sua fonte nella Costituzione e in disposizioni internazionali recepite dall’Ordinamento italiano e ribadito in fonte di grado secondario dal codice di deontologia medica ». La decisione di non convalidare la richiesta di archiviazione Ŕ accolta con sopresa dall’anestesista e anche dai i radicali Marco Pannella e Marco Cappato che ricordano come « il collegio dei consulenti medici dopo l’autopsia sul cadavere di Piero Welby aveva dichiarato : "in conclusione Ŕ possibile affermare che l’irreversibile insufficienza respiratoria che ha condotto al decesso il signor Welby sia da attribuire unicamente alla sua impossibilitÓ di ventilare meccanicamente in maniera spontanea a causa della gravissima distrofia muscolare da cui lo stesso era affetto" ».

« Non comprendiamo perci˛ - proseguono Pannella e Cappato - anche se nel quadro del funzionamento della giustizia italiana non ci sorprendiamo, tutt’altro, quali considerazioni di altra natura abbiano portato il gip La Viola a rigettare la richiesta di archiviazione avanzata dal pubblico ministero ». « Rinnoviamo a Mario Riccio il nostro profondo ringraziamento - proseguono i radicali -, anche a nome di Mina Welby, per aver accettato di fornire il suo contributo professionale ed umano all’azione della quale siamo, su indicazione di Piero, corresponsabili ideali e organizzatori materiali. Rivendichiamo infatti - proseguono i radicali - di avere concretamente operato per organizzare ed affermare il diritto costituzionalmente garantito di Welby ad interrompere il trattamento sanitario al quale era sottoposto, da lui considerato una tortura insopportabile ». « Abbiamo lottato al fianco di Piero, in ogni sede e con le armi della nonviolenza. Se il dottor La Viola deciderÓ di formulare coattivamente l’imputazione, siamo pronti a continuare quella lotta nelle aule dei tribunali », concludono.

* l’UnitÓ, Pubblicato il : 01.04.07, Modificato il : 01.04.07 alle ore 19.53


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :