Inviare un messaggio

In risposta a:
Ma che "gioco" è?!!! Fermare tutto!!!

CALCIO: UNA CATASTROFE. PER IL DERBY CATANIA-PALERMO INCIDENTI E SCONTRI. Morto l’ispettore capo di polizia Filippo Raciti e oltre cento feriti. Pancalli: "Ora basta, veramente basta"!!! Fermati tutti i Campionati e la Nazionale - a cura di pfls.

sabato 3 febbraio 2007 di Maria Paola Falchinelli
[..] L’ispettore capo di polizia Filippo Raciti è morto alle 22.10 per arresto cardio-respiratorio a seguito delle esalazioni di una bomba carta gettata all’ interno dell’ autovettura in cui si trovava.
Lo si apprende dai medici del reparto di rianimazione dell’ospedale Garibaldi dove l’ ispettore capo Filippo Raciti è deceduto. Le manovre di rianimazione cardio-respiratoria, ricostruiscono i medici, sono state immediate malgrado l’ altissima affluenza di feriti. "Trascorsa un’ ora - (...)

In risposta a:

> CALCIO: UNA CATASTROFE. PER IL DERBY CATANIA-PALERMO INCIDENTI E SCONTRI. Morto l’ispettore capo di polizia Filippo Raciti e oltre cento feriti. Pancalli: "Ora basta, veramente basta"!!! Fermati tutti i Campionati e la Nazionale - a cura di pfls.

domenica 25 febbraio 2007

Catania, altri due arresti e due scarcerazioni, tra cui il figlio di un agente *

Due fratelli, Denny e Damiano Sciuto, rispettivamente di 19 e 24 anni, sono stati fermati sabato dalla Digos e dalla squadra mobile di Catania nell’ambito delle indagini sui disordini avvenuti fuori dallo stadio Massimino il 2 febbraio scorso, durante i quali fu ucciso l’ispettore capo di polizia Filippo Raciti. Nel frattempo però la maggior parte dei giovani arrestati nelle settimane scorse e subito dopo gli scontri intorno allo stadio di Catania sono stati scarcerati dal Tribunale del riesame. Due in particolare sono stati scarcerati oggi: uno è il ragazzo che ha fatto molto parlare di sé perchè è risultato essere il figlio di un poliziotto. I giudici hanno esaminato i ricorsi di 3 indagati, per 2 sono stati disposti gli arresti domiciliari, il terzo, un esponente di Forza Nuova, resterà invece in carcere. Nei giorni scorsi il Tribunale aveva esaminato i casi di altri 7 indagati, disponendo gli arresti domiciliari per 6 di loro. Una decisione che ha sollevato molte polemiche in città, la Procura ha annunciato che ricorrerà in Cassazione contro il provvedimento. Per gli scontri dello stadio Massimino, polizia e carabinieri arrestarono più di 40 persone, la maggior parte è accusata di violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Tra gli indagati ci sono molti minorenni. Fino ad oggi l’unico ad essere accusato dell’omicidio i Filippo Raciti è un 17enne, nei cui confronti la Procura per i minorenni ha avanzato la richiesta di emissione di un’ordinanza di custodia cautelare. Il giovane si trova ancora in carcere per l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e non di omicidio.

* l’Unità, Pubblicato il: 24.02.07, Modificato il: 24.02.07 alle ore 13.56


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: