Inviare un messaggio

In risposta a:
Dopo la tragedia

CALCIO, E NON SOLO. RIPARTIRE DALL’ITALIA!!! Ristabilire le regole del "gioco"!!! Tifosi, club, politica, informazione. Sette punti per provare a superare l’emergenza. Le indicazioni di Gianni Mura.

Segnalazione del prof. Federico La Sala
domenica 4 febbraio 2007 di Maria Paola Falchinelli
[...] La situazione era giÓ grave, ma a molti tornava comodo far finta di niente, una strategia quasi sempre pagante in questo paese. E dunque la differenza, atroce ma casuale, tra un ferito e un morto a rendere urgente un risanamento non tanto degli stadi ma di chi li frequenta per giocare alla guerra. Questo blocco Ŕ giusto ma tardivo. Secondo me non Ŕ giusto, alla lunga, per tifosi dell’Empoli, dell’Udinese, del Chievo, per tutti quelli che dalla curva non hanno mai lanciato neanche una (...)

In risposta a:

> CALCIO, E NON SOLO. RIPARTIRE DALL’ITALIA!!! Ristabilire le regole del "gioco"!!! Tifosi, club, politica, informazione. Sette punti per provare a superare l’emergenza. Le indicazioni di Gianni Mura.

lunedì 5 febbraio 2007

Il Coni scarica Matarrese che ora sarÓ deferito *

ROMA - Un comunicato durissimo, il deferimento in arrivo: e la probabile fine della presidenza della Lega di Matarrese. "Il Comitato Olimpico Nazionale Italiano, a seguito di alcune dichiarazioni rilasciate dal Presidente della Lega Nazionale Professionisti, Antonio Matarrese, e riportate questa mattina da un quotidiano, (Repubblica ndr) nell’esprimere sconcerto ed indignazione per i contenuti gravemente offensivi, prende le immediate distanze dai concetti espressi, rinnovando alla Famiglia Raciti i sentimenti del piu’ profondo cordoglio a nome dello sport italiano".

Il Coni Ŕ pronto a deferire il presidente della Lega. Il Presidente della Lega rischia per la violazione degli articoli 5 e 7 del Codice di comportamento sportivo. L’articolo 5 recita, infatti, che "i tesserati, gli affiliati e gli altri soggetti dell’ordinamento sportivo non devono adottare comportamenti o rilasciare dichiarazioni che in qualche modo determino o incitino alla violenza o ne costituiscano apologia".

L’articolo 7, invece, recita che "i tesserati, gli affiliati e gli altri soggetti dell’ordinamento sportivo non devono esprimere pubblicamente giudizi o rilievi lesivi della reputazione dell’immagine o della dignita’ personale di altre persone o di organismi operanti nell’ambito dell’ordinamento sportivo".

* la Repubblica, 5 febbraio 2007


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: