Inviare un messaggio

In risposta a:
Buona notizia, eu-angelo... ed eu-politica

MONSIGNOR LUIGI BETTAZZI, VESCOVO EMERITO DI IVREA. Sulle coppie di fatto, i "Dico", la "Pacs-ia" vaticana, e altri temi in un’intervista di Diego Novelli - a cura di pfls

Anche noi in fondo nei conventi siamo persone dello stesso sesso che vivono insieme
venerdì 13 luglio 2007 di Maria Paola Falchinelli
[...] C’è un documento Cei del 1981, che è un’isola, perché dice che bisogna cominciare dagli ultimi; ma in seguito non se n’è tenuto molto conto. Questo anche perché si è fortemente condizionati dall’opinione pubblica, che non è fatta dagli ultimi, ma dai mezzi di comunicazione di massa che sono in mano ai potenti, i quali hanno l’abilità di presentare delle motivazioni anche umanistiche per quelli che sono i propri interessi. Basti pensare a chi dice di fare la guerra per portare la (...)

In risposta a:

> Disegno di legge sulle coppie di fatto. Monsignor Luigi Bettazzi, vescovo emerito di Ivrea dice: «Mi pare sia una cosa abbastanza ben fatta». «Da quanto ho visto si tratta di riconoscimenti dei diritti individuali. Il fatto poi che stiano insieme...anche noi in fondo nei conventi siamo persone dello stesso sesso che vivono insieme».

sabato 10 febbraio 2007

Benedetto XVI attacca ancora sui temi "caldi" che stanno a cuore alla Chiesa. Invito agli scienziati francesi: "Coraggio nel proclamare l’essenza dell’umanità"

Il Papa: "Matrimonio e fine della vita. La confusione minaccia l’esistenza dell’uomo" *

ROMA - Unioni di fatto, eutanasia, rapporti con la politica. Come ogni giorno, Benedetto XVI continua ad attaccare sulle questioni che stanno più a cuore alla Chiesa: "La confusione a livello del matrimonio e il non riconoscimento dell’essere umano in tutte le tappe della sua esistenza, dal concepimento alla fine naturale, lasciano pensare che ci siano dei periodi in cui l’essere umano non esista veramente". Il Papa lo ha detto parlando ai membri dell’Accademia delle Scienze Politiche e Sociali di Parigi ricevuti in Vaticano e ha esortato i politici ad avere "il coraggio di proclamare ciò che sono l’uomo e l’umanità".

"E’ importante non lasciarsi incatenare - ha spiegato Benedetto XVI - da elementi come il relativismo, la ricerca del potere e del profitto a tutti costi, la droga e le relazione affettive disordinate".

"Invito - ha detto - le autorità civili e le persone che hanno funzioni nella trasmissione dei valori ad avere il coraggio della verità sull’uomo". Ai politici di oggi, Papa Ratzinger ha indicato anche un modello eroico: il fisico russo Andrei Sakharov, premio Nobel perseguitato dal regime comunista. Sackharov, ha concluso, "ci ricorda che è necessario nella vita personale come nella vita pubblica di avere il coraggio di dire la verità e di perseguirla, di essere liberi in rapporto al mondo circostante e spesso ha la tendenza di imporre modi di vedere e comportamenti da adottare".

Secondo il Pontefice le scelte legislative devono seguire due criteri: "il rispetto di tutto l’essere umano e la ricerca del bene comune". "Nel mondo attuale - ha spiegato - è più che mai urgente invitare i nostri contemporanei a un’attenzione rinnovata questi due elementi".

A preoccupare il Pontefice è "lo sviluppo del soggettivismo per cui ciascuno tende ad avere se stesso come unico riferimento e a considerare che ciò che lui pensa abbia un carattere di verità". Questo, ha scandito, "ci incita a formare le coscienze sui valori fondamentali che non possono essere ignorati senza mettere in pericolo l’uomo e la sua società stessa". Secondo il Papa esistono "criteri oggettivi" che devono guidare "una decisione che supponga un atto di ragione". Il riferimento è ancora una volta al diritto naturale.

* la Repubblica, 10 febbraio 2007


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: