Poster un message

En réponse à :
EU-ROPA. Memoria della libertà e Storia della liberazione...

PER LA SPAGNA DEMOCRATICA (ED EV-ANGELICA, NON "CATTOLICA") : LA "LEY DE IGUALDAD" !!! DONNE E UOMINI : NOI "GENEREMOS ACCIONES" !!! Zapatero dice : « Da sola giustifica la legislatura » - a cura di Federico La Sala

vendredi 7 mars 2008 par Maria Paola Falchinelli
[...] Il testo è stato approvato in via definitiva dal parlamento spagnolo con l’astensione del centrodestra, che ha criticato in particolare la parità elettorale (non più del 60 per cento e non meno del 40 per cento per ciascun sesso). Che non si tratti di "quote rosa" ma del raggiungimento di una parità effettiva, lo si capisce già dalle percentuali fissate intorno al "fifty-fifty". E contestate dall’opposizione di centrodestra [...] (...)

En réponse à :

> PER LA SPAGNA DEMOCRATICA (ED EVANGELICA, NON "CATTOLICA") : LA "LEY DE IGUALDAD" !!! DONNE E UOMINI : NOI "GENEREMOS ACCIONES" !!! .... ELEZIONI. Ucciso nei Paesi Baschi ex assessore socialista. La vittima è Isaias Carrasco di 42 anni.

vendredi 7 mars 2008

La vittima è Isaias Carrasco, 42 anni, ex rappresentante comunale del Psoe Tre colpi al petto davanti a casa, a Mondragon, sotto gli occhi di moglie e figlia

-  Ucciso nei Paesi Baschi
-  ex assessore socialista

-  Il ministro della Difesa Alonso accusa l’Eta del "crimine bestiale"
-  Sospesi i comizi di fine campagna elettorale dei principali partiti

BILBAO - Un ex assessore comunale del partito socialista è stato ucciso fuori dalla sua abitazione oggi a Mondragon, nei Paesi Baschi, a due giorni dalle elezioni generali in Spagna.

La vittima è Isaias Carrasco di 42 anni, secondo quanto hanno reso noto fonti socialiste citate da una radio locale, Cadena Ser, che parla già di attentato dell’Eta. L’uomo è stato colpito al petto con tre colpi di pistola davanti agli occhi di moglie e figlia, ha riferito un testimone alla Cnn. Le due donne si sono piegate sul corpo insanguinato gridando "Assassini, Assassini". La polizia ha detto che l’uomo è morto mentre veniva trasportato in ospedale.

La notizia ha raggiunto Josè Luis Zapatero durante un comizio a Malaga nella giornata di chiusura della campagna elettorale. Il presidente del Psoe, Manuel Chaves, che per primo aveva saputo dell’agguato, ha deciso di informare il premier solo alla fine del suo discorso. Zapatero, appresa la notizia, si è messo subito in contatto con il ministro dell’Interno, Alfredo Perez Rubalcaba ed è immediatamente rientrato a Madrid per seguire gli sviluppi della vicenda dalla Moncloa. Dopo essersi consultato con l’opposizione, il governo ha annunciato che tutti i comizi di fine campagna elettorale dei principali partiti sono stati sospesi.

La matrice dell’agguato è tipicamente dell’Eta e il ministro della Difesa spagnolo José Antonio Alonso ha esplicitamente accusato "la banda criminale dell’Eta" del "crimine bestiale". Proprio l’atteggiamento nei confronti dei separatisti baschi è stato uno dei temi centrali della campagna elettorale, due anni dopo che i terroristi hanno rotto il cessate il fuoco con un attentato all’aeroporto di Madrid, il 2 dicembre scorso, costato la vita a due persone.

In Spagna le elezioni si tengono domenica e l’allerta è alto. Imponenti le misure di sicurezza adottate, con 300mila uomini, fra polizia e militari, mobilitati.

* la Repubblica, 7 marzo 2008


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :