Poster un message

En réponse à :
Italia : ri-pensare ciò che è comune !!!

GHERARDO COLOMBO LASCIA LA MAGISTRATURA E DA’ UNA INDICAZIONE DECISIVA E VITALE. « Voglio incontrare i giovani e spiegare loro il senso della giustizia » - a cura di Federico La Sala

« La giustizia non può funzionare senza che esista prima una condivisione del fatto che debba funzionare ».
samedi 17 mars 2007 par Maria Paola Falchinelli
[...] « Bisogna dar loro due cose : metodi e informazioni », ritiene Colombo, che, sostenuto anche dall’esperienza di tanti incontri in tema di corruzione, tecniche investigative, assistenza giudiziaria internazionale, ai quali è chiamato particolarmente all’estero, si propone ora di impegnarsi in questa direzione « sia attraverso contatti diretti, sia scrivendo che occupandomi di editoria : va comunicato il profondo perché delle regole e il come farle funzionare ; occorre colmare la carenza di (...)

En réponse à :

> GHERARDO COLOMBO LASCIA LA MAGISTRATURA ---- MILANO - Per aver definito "assassini" tre magistrati milanesi l’ex parlamentare Vittorio Sgarbi, critico d’arte e ora assessore alla Cultura milanese, è stato condannato ad un consistente risarcimento : 180 mila euro più le spese di giudizio. Ad avviare la causa davanti al Tribunale civile di Milano erano stati gli ex pubblici ministeri di ’Mani pulite’, Pier Camillo Davigo, Francesco Greco e Gherardo Colombo (quest’ultimo ora in pensione) che avevano citato in giudizio l’ex parlamentare per sue dichiarazioni apparse su due quotidiani e nelle quali si accusavano i tre magistrati di aver fatto morire della gente (Ansa).

vendredi 18 avril 2008

Ansa » 2008-04-18 15:49

INSULTA MAGISTRATI, SGARBI PAGHERA’ 180 MILA EURO

MILANO - Per aver definito "assassini" tre magistrati milanesi l’ex parlamentare Vittorio Sgarbi, critico d’arte e ora assessore alla Cultura milanese, è stato condannato ad un consistente risarcimento : 180 mila euro più le spese di giudizio. Ad avviare la causa davanti al Tribunale civile di Milano erano stati gli ex pubblici ministeri di ’Mani pulite’, Pier Camillo Davigo, Francesco Greco e Gherardo Colombo (quest’ultimo ora in pensione) che avevano citato in giudizio l’ex parlamentare per sue dichiarazioni apparse su due quotidiani e nelle quali si accusavano i tre magistrati di aver fatto morire della gente. L’allusione era ad indagati deceduti per suicidio. "Questi magistrati - aveva affermato fra l’altro Sgarbi - vanno arrestati e processati. Sono un’associazione per delinquere con libertà di uccidere". Il giudice Claudio Marangoni, valutati i fatti, ha riconosciuto a Colombo, Davigo e Greco un risarcimento di 60 mila euro ciascuno, somma che dovrà essere pagata dalla parte convenuta che dovrà far fronte anche alle spese di giudizio calcolate in altri 13.300 euro.


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :