Inviare un messaggio

In risposta a:
Omaggio a Gianni Vattimo

IN PRINCIPIO ERA IL LOGOS. Il "tema"(Gianni Vattimo), il "filo"(Emanuele Severino) ... e, cum grano salis, il messaggio evangelico (Giuseppe Betori). Ripartire dal nostro presente storico, dall’ "attuale"!: un "invito" al dialogo e a una più profonda comprensione antropologica e teologica - a cura di pfls

mercoledì 21 marzo 2007 di Maria Paola Falchinelli


Quando si diventa un «tema»
di GIANNI VATTIMO (La Stampa, 20.03.2007)
Il solo modo di vincere l’imbarazzo provocato dall’essere diventato (anche solo per motivi biologico-biografici come l’età) «tema» di un colloquio di colleghi filosofi - un imbarazzo che Derrida spiegava con la sensazione di essere trattato come già morto, o comunque come assente - è rifarsi al noto detto di un grande filosofo antico: Non ascoltate me, ma (...)

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: