Inviare un messaggio

In risposta a:
Economia, politica, e società ...

L’ITALIA DEL LAVORO PRECARIO. QUESTIONI DI VITA: UN AGGIORNAMENTO. LAVORATORI ATIPICI, A TERMINE, PRECARI, IPER-PRECARI. "OCCUPATI" E "SCADUTI": TOTALE, QUATTRO MILIONI. Un "resoconto" (da uno studio dei dati dell’Istat e dell’Isfol) di Federico Pace - a cura di pfls

sabato 24 marzo 2007 di Maria Paola Falchinelli
[...] Ma cosa si può fare per rendere meno difficile l’alternanza tra periodi di occupazione e periodi di non occupazione? Per Mandrone si deve partire soprattutto da un miglioramento dei servizi di intermediazione. “Servizi pubblici in primo luogo ma anche privati al fine di minimizzare i tempi di non occupazione. Investire in formazione durante tutta la vita lavorativa, per “essere sempre pronti “ per la domanda del mercato. Avere garanzie sulla continuità del reddito e (...)

In risposta a:

> L’ITALIA DEL LAVORO PRECARIO. ---- "Rispondere ai giovani -che vivono instabilità e incertezza". Messaggio del presidente della Repubblica per la presentazione a Roma dell’associazione "Generazioninsieme".

mercoledì 22 giugno 2011

PRECARI

-  Napolitano: "Rispondere ai giovani
-  che vivono instabilità e incertezza"

Messaggio del presidente della Repubblica per la presentazione a Roma dell’associazione "Generazioninsieme". "Indispensabili per la crescita la salvaguardia e la valorizzazione del capitale umano e delle risorse di creatività e innovazione" *

ROMA - "In una corretta visione di uno sviluppo sostenibile e nel rispetto del principio fondamentale di solidarietà, i rapporti di responsabilità e fiducia fra le generazioni costituiscono le basi essenziali per assicurare una effettiva integrazione tra patrimoni di esperienze, valori e ideali, e per corrispondere alle esigenze e alle aspettative di tanti giovani che vivono una condizione di instabilità e incertezza nel loro futuro". Lo afferma il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione della presentazione a Roma, presso la sede del Cnel, dell’Associazione "Generazioninsieme".

"Gli autorevoli contributi in programma, con il rilevante apporto di giovani ricercatori, testimoniano la ricchezza ed importanza degli obiettivi che si propone il vostro sodalizio", premette il capo dello Stato nel suo messaggio. E poi: "Come ho avuto modo di sottolineare in più occasioni, un deciso e accresciuto impegno per la salvaguardia e la valorizzazione del capitale umano del nostro Paese e delle sue risorse di creatività e d’innovazione è condizione indispensabile per assicurare una equilibrata crescita economica e la stessa tenuta del tessuto civile e sociale".

"In una corretta visione di uno sviluppo sostenibile e nel rispetto del principio fondamentale di solidarietà, i rapporti di responsabilità e fiducia fra le generazioni costituiscono le basi essenziali per assicurare una effettiva integrazione tra patrimoni di esperienze, valori e ideali, e per corrispondere alle esigenze e alle aspettative di tanti giovani - conclude Napolitano - che vivono una condizione di instabilità e incertezza nel loro futuro".

* la Repubblica, 22 giugno 2011


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: