Inviare un messaggio

In risposta a:
Buona Pasqua!!!

ITALIA. "Papā, sono libera. Sono salva. Venite a prendermi"!!! BARBARA VERGANI, la ragazza rapita nel Novarese, E’ STATA LIBERATA - E STA BENE!!! - a cura di pfls

lunedì 2 aprile 2007 di Maria Paola Falchinelli
[...] "Ha avuto un po’ di paura - ha ribadito il signor Vergani - mettetevi nei suoi panni, ma tutto sommato č in buone condizioni. Sono sempre stato fiducioso dal primo istante ero sicuro che si sarebbe risolto tutto entro stasera. Ora lasciatela riposare. Un saluto forse domani ve lo darā. Ora quel che conta non č guardare indietro ma andare avanti" [...]
Barbara Vergani, 24 anni, sta bene. Era stata presa ieri sera in auto
ed č stata abbandonata dai sequestratori (...)

In risposta a:

> ITALIA. "Papā, sono libera. Sono salva. Venite a prendermi"!!! BARBARA VERGANI, la ragazza rapita nel Novarese, E’ STATA LIBERATA - E STA BENE!!! - a cura di pfls

mercoledì 4 aprile 2007

Trovato a Ghemme il luogo dove č stata rinchiusa per 26 ore. La notte scorsa la ragazza interrogata per sei ore dagli inquirenti

-  Scoperta la prigione di Barbara
-  Arrestata una coppia, forse i carcerieri

Le persone finite in manette sono Giuseppe Lettini e Alessandra Cerri. Sequestrata un’auto a Giromini, presunto autore del sequestro *

NOVARA - Scoperta la prigione dove sarebbe stata tenuta Barbara Vergani. La ragazza di Miasino, rapita sabato scorso a Borgomanero, avrebbe trascorso le sue 26 ore di prigionia a Ghemme. Una donna e un uomo sono stati arrestati. Giuseppe Lettini, questo il nome dell’uomo, sarebbe il secondo carceriere.

L’arrestata si chiama Alessandra Cerri di 60 anni. Con uno stratagemma, nel pomeriggio i carabinieri erano giā stati nella casa dei genitori della donna, che abitano a Cavaglio D’Agogna. Ai giornalisti, l’anziano padre Martino, aveva raccontato che i carabinieri gli avevano fatto solo qualche domanda, senza perō perquisire la casa e fare altre azioni. Dopo avergli chiesto i documenti, erano andati via.

La notizia arriva dopo il lungo interrogatorio cui č stata sottoposta Barbara Vergani la notte scorsa. Per sei ore, polizia e carabinieri, le hanno chiesto di ricostruire ogni dettaglio della sua prigionia durata 26 ore. L’iniziativa degli inquirenti č stata presa dopo che la ragazza non ha riconosciuto come probabile prigione l’alloggio di Virgilio Giromini, il presunto organizzatore del sequestro, nella frazione Tortirogno di Miasino.

La ragazza č arrivata in questura intorno alle 18.30 di ieri pomeriggio, ed č uscita dalla questura solo questa notte, poco prima dell’una, accompagnata dai fratelli e dal padre. Nonostante lo stress del lungo interrogatorio, Barbara era sorridente ma non ha voluto rilasciare dichiarazioni ai giornalisti.

La posizione di Virgilio Giromini resta comunque difficile. Anche se la ragazza non ha riconosciuto come prigione la casa dell’ex dipendente del padre, "questo non attenua le accuse a suo carico" spiegano gli inquirenti.

Lunedė sera, poco prima dell’arresto, la polizia ha sequestrato una Passat grigia presa a noleggio da Stella Vetrano, la convivente di Virgilio. Una station wagon che sembra corrispondere alla descrizione dell’auto dei rapitori fatta da chi ha visto la scena del sequestro. La Passat č stata noleggiata una settimana fa e sarebbe stata anche nella disponibilitā di Virgilio. Ora verrā analizzata dagli inquirenti per scoprire eventuali tracce del trasporto di Barbara nel bagagliaio.

Altri elementi a carico di Giromini sono la macchina per scrivere ritrovata in casa sua a Tortirogno, compatibile con le lettere stampate sul foglio che dettava le condizioni del riscatto, e la scheda sim ritrovata in casa di Virgilio usata con molta probabilitā per rivendicare il rapimento. "Una montagna di indizi", dicono gli inquirenti che confidano di essere sulla pista giusta.

Domenica sera Giromini e la sua convivente erano giā in questura quando i carcerieri di Barbara hanno rilasciato l’ostaggio. Quindi la banda sarebbe composta da pių persone, almeno quattro dicono gli inquirenti. L’ambiente in cui scavano polizia e carabinieri č quello dei conoscenti della famiglia.

* la Repubblica, 4 aprile 2007


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: