Inviare un messaggio

In risposta a:
Politica addio?

"Pd" - Un partito democratico? Un partito nuovo? Ma di quale Italia e di quale Europa? "Note da lontano 13": un commento di Rossana Rossanda, prima della investitura di Walter Veltroni - a cura di pfls .

Il convitato di pietra di tutta la storia, quello che è stato ucciso e si spera sepolto, è la radice socialista della sinistra.
giovedì 28 giugno 2007 di Maria Paola Falchinelli
[...] Il socialismo è stato declinato in molte maniere, ma un’idea forte aveva alla base, l’ insopportabilità politica, alla luce della modernità, di un modo di vivere e di produrre inuguagliante e strumentale come quello capitalistico, non regolato se non dal mercato. Sul come rimediarvi, se per riforme o per rivoluzione, è stato l’oggetto del contendere fra socialisti e comunisti, ma che quel «sistema» fosse intollerabile, per l’illibertà sostanziale che esso comporta per la grandissima (...)

In risposta a:

> "Pd" - Un partito democratico? Un partito nuovo? Ma di quale Italia e di quale Europa? "Note da lontano 13": un commento di Rossana Rossanda, prima della investitura di Walter Veltroni - a cura di pfls .

martedì 17 luglio 2007


-  Il ministro della Difesa rinuncia a correre per la segreteria del Partito Democratico
-  "Sostengo e saluto con soddifazione la candidatura di una donna che ha capito il senso delle primarie"

-  Pd, Parisi: "Non mi candido
-  Appoggio Rosy Bindi"

ROMA - "Non mi candido, appoggio la Bindi". Così Arturo Parisi al comitato referendario ha annunciato di non volersi candidare alla segreteria del Pd e di voler appoggiare il ministro della Famiglia, Rosy Bindi.

"Sono lieto - aggiunge Parisi - di sostenere le candidature che con maggiore trasparenza e determinazione rappresentano i nostri valori. Ho salutato e saluto ancora con soddisfazione la candidatura della Bindi, una candidatura coraggiosa di una donna che ha capito il senso delle primarie e il significato di questo partito nuovo per il quale ci siamo messi in cammino tanti anni fa’’.

Rosy Bindi ha reso nota ieri la sua decisione, applaudita da Parisi. "La Bindi ha alzato la mano indipendentemente dall’indicazione dei partiti anzi contro l’indicazione dei partiti stessi", ha detto ancora il ministro della Difesa. "Bindi - prosegue - si è candidata superando i limiti di un regolamento che è stato pensato sulla base e con il presupposto che ci fosse il controllo da parte dei partiti".

* la Repubblica, 17 luglio 2007


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: