Inviare un messaggio

In risposta a:

Tragedia a Sorrento. Per i preparativi della festa patronale, crolla una "gru" nella piazza del municipio, in piazza sant’Antonino: morte due donne, e quattro feriti.

martedì 1 maggio 2007 di Maria Paola Falchinelli
[...] Una tragica fatalità, un incredibile appuntamento con il destino, una morte assurda e drammatica per le due donne - Claudia Morelli, di 86 anni e la nuora, Teresa Reale, di 50 - che sono state colpite dal braccio rovinato al suolo e che sono morte all’istante. Erano appena uscite dalla chiesa dove avevano assistito alla messa. Solitamente preferivano andare in cattedrale ma, avendo oggi ritardato, avevano fatalmente ripiegato sulla chiesa di Sant’Antonino. Nell’incidente sono rimasti (...)

In risposta a:

> Tragedia a Sorrento. Per i preparativi della festa patronale, crolla una "gru" nella piazza del municipio, in piazza sant’Antonino: morte due donne, e quattro feriti.

giovedì 3 maggio 2007

Indignamoci certamente!!

Indignamoci però senza la pretesa di sapere già chi è il colpevole!

Fa veramente schifo sentire politici che strumentalizzano tali incidenti per mettersi in luce con frasi ad effetto.

I politici (e spiegherò il perchè) sono i primi responsabili di incidenti come questi che si verificano da anni ma che niente hanno fatto se non inasprire pene che sono già tra le più severe in Europa (spesso a scapito dei soliti imprenditori che devono fare da capro espiatorio): queste macchine devono essere sottoposte a verifica periodica annuale da parte delle ASL locali. Spesso le ASL non hanno personale sufficiente per fare le verifiche, e quindi? non si fanno le verifiche o si fanno con estremi ritardi (dipende dalle località). Il mondo industriale sta chiedendo di far fare questi controlli ad organismi privati "qualificati" dal ministero delle Attività produttive (come negli ascensori), ma nessun politico in questi anni si è interessato della cosa. NIENTE. E ora? Come finirà? Assumeranno in Italia 100/200 dipendenti in più della ASL che contribuiranno a scaldare le sedie degli uffici di competenza a favore del risparmio energetico. E la faccia dei politici sarà salva, le persone NO. Inoltre perchè non richiedere un decreto di adeguamento per queste macchine "pericolose" come c’è già per gli ascensori? (decreto non tradotto in legge! aspettiamo il prossimo morto!!) Inoltre le leggi di tutela dei lavoratori ci sono (ripeto ci sono!!); il più è che gli stessi lavoratori non vogliono applicarle, o facciamo tutti finta di non vedere che il 99% degli operai delle piccole imprese non fa uso dei dispositivi di protezione individuale nemeno se li minacci !! In ultimo faccio notare (per chi vuole trovare ogni scusa per portare l’acqua al proprio mulino) che qui non sono morti due lavoratori, ma è l’esatto contrario cioè che dei lavoratori hanno commesso un probabile omicidio colposo a danno di due normali cittadini (hanno bypassato tutte le procedure di sicurezza che le leggi impongono!). Se poi vogliamo continuare a fare demagogia, continuate....continuate.....


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: