Poster un message

En réponse à :
Editoriale

Concertone del Primo maggio : teatro di ipocrisia venduta apparentemente gratis. Sullo sfondo, la divisione della sinistra e i giochetti di Ferrando

samedi 5 mai 2007 par Emiliano Morrone
Ermanno Bencivenga mi ha di recente richiamato sulla divisione della sinistra italiana. Con l’estremismo e la ricerca della coerenza, ci si divide. Ma anche con l’allontanamento, leggi Partito democratico, dall’idea d’una sinistra che riformi.
La politica è mediazione. Mi pare, però, che questa banalità si legga spesso come se fosse così : la politica è centrismo.
D’Alema ha rinunciato da tempo a riformare l’ex Partito comunista in linea con lo spirito della sua storia. Sono hegeliano, (...)

En réponse à :

> Concertone del Primo maggio : teatro di ipocrisia venduta apparentemente gratis. Sullo sfondo, la divisione della sinistra e i giochetti di Ferrando

jeudi 3 mai 2007

Il "concertone" del primo maggio è un evento musicale che fa da spalla a quella "sinistra" o pseudo tale che fa da sgabello al governo Prodi garantendogli la pace sociale, il silenzio del dissenso. Chi può essere se non la Cgil e i partiti della sinistra a far digerire ai lavoratori e ai movimenti politiche impopolari, sacrifici, guerre ? E così Betinotti dall’alto della sua poltrona propone il cantiere della sinistra non come nuova forza alternativa al centrismo del Pd, al liberismo economico ma come fedele alleato del Pd. E per questo che una nuova forza di sinistra non può che ripartire dall’opposizione alla sedicente sinistra bertinottiana, mussiana, dilibertiana e alla sua prospettiva di alleanza col centro. Una sinistra che non tradisca, che si opponga a tutte le guerre che sia dalla parte dei lavoratori e delle classi subalterne. In questo senso l’esperimento del Movimento per il Partito Comunista dei Lavoratori (di cui Ferrando è portavoce nazionale, per intenderci) è un esperimento interessante. Si tratta nel panorama politico nazionale dell’unica forza che controcorrente propone la salvaguardia dei diritti dei lavoratori, si oppone alle guerre imperialiste e alle classi dominanti e i loro governi per un futuro socialista basato sull’autorganizzazione democratica delle masse.

P.S. Avete notato gli sponsor del concerto del primo maggio ? Gruppo Unipol, Poste Italiane, Monte dei Paschi, Telecom... alla faccia della festa dei lavoratori...


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :