Poster un message

En réponse à :
In principio era il Logos. Ermeneutica e Sacre Scritture ...

PICCHIARE LE DONNE ?! DIO, UOMINI E DONNE : "DARABA". LALEH BAKHTIAR TRADUCE IL CORANO E SPOSTA LE MONTAGNE DEL SIGNIFICATO. Mentre il cattolicesimo-romano parla ancora e solo di "guai ai vinti" e di "caro prezzo" (=caritas), il mondo islamico ri-scopre l’amore (= charitas) della Parola e illumina il mondo - a cura di pfls

vendredi 13 juillet 2007 par Maria Paola Falchinelli
[...] Daraba in arabo significa principalmente "picchiare", "battere" : è solo la terza persona di un passato, l’equivalente di un infinito per l’italiano, ma per secoli è stata, a seconda dei punti di vista, una parola d’ordine, un precetto sacro, uno spauracchio da temere. Nella Sura (capitoli, a loro volta suddivisi in versetti) 4 del Corano, "daraba" è quello che Allah, tramite Maometto, dice agli uomini di fare alle mogli che non ubbidiscono, dopo aver provato ad ammonirle e a farle (...)

En réponse à :

> "Picchiare le donne è tradizione siculo-pakistana" ?!! DIO, UOMINI E DONNE : "DARABA". LALEH BAKHTIAR TRADUCE IL CORANO E SPOSTA LE MONTAGNE DEL SIGNIFICATO. Mentre il cattolicesimo-romano parla ancora e solo di "guai ai vinti" e di "caro prezzo" (=caritas), il mondo islamico ri-scopre l’amore (= charitas) della Parola e illumina il mondo - a cura di pfls

vendredi 13 juillet 2007

LE BOTTE DEL MINISTRO AMATO

di Norma Rangeri (il manifesto, 12.07.2007)

"Sono in troppi, anche in Italia, a respingere l’Islam in nome dell’identità cristiana, mentre anche le parrocchie dovrebbero discutere al loro interno e operare per l’integrazione". Un discorso serio, pronunciato dal ministro Amato in un convegno su Islam e integrazione. Poi il ministro osserva come gli opposti integralismi religiosi brillino per misoginia : "Nessun dio autorizza a picchiare la donna. E’ una tradizione siculo-pakistana che vuole far credere il contrario", spiega con riferimento alla sua origine siciliana, ricordando "come ancora negli anni ’70 in Sicilia si trovavano costumi e tradizioni non molto distanti da quelle che ora sono importate da certi gruppi musulmani". Non l’avesse mai detto. Si è scatenata la riffa delle dichiarazioni, con la squadra dei politici siciliani alla testa della crociata, capitanati dalla siracusana Prestigiacomo ("io lo denuncio !"), con seguito di leghisti e forzisti, impegnati a citare sure e versetti.

Il primo premio va all’ineffabile Totò Cuffaro, il campione della giornata. Il governatore della Sicilia fa sapere che "la pari dignità tra uomo e donna risulta teologicamente attestata dalla consolidata esegesi biblica dell’episodio di Eva tratta dalla costola di Adamo". Farci nascere da una costola deve essergli sembrato il massimo della parità. Accontentiamoci, in fondo è sempre meglio che essere generate da altri organi maschili.

Al ministro quello spericolato link siculo-pakistano sarà venuto anche male, ma ha detto un’ovvietà. Le tradizioni isolane sul delitto d’onore non sono mai state un vanto dell’Italia civile.


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :