Poster un message

En réponse à :
EMERGENZA INCENDI

L’Italia centro-meridionale è in fiamme. Centinaia di roghi in Calabria e Campania. Il Pollino sotto l’attacco degli incendiari. Situazione drammatica in Puglia - a cura di pfls

mardi 24 juillet 2007 par Maria Paola Falchinelli
[...] Fiamme quasi sulla spiaggia a Peschici, in Puglia. Circa duecentocinquanta persone si sono trovate in difficoltà questa mattina a causa degli incendi che stanno devastando il Gargano. La zona di Baia Mannacore è stata parzialmente evacuata grazie all’intervento di una motovedetta della Capitaneria di porto. Alcune persone sono state trasportate all’ospedale. Un centinaio sono ancora bloccate sul bagnasciuga.
La zona di Peschici per la quale si nutre maggiore preoccupazione è quella (...)

En réponse à :

> L’Italia centro-meridionale è in fiamme. Centinaia di roghi in Calabria e Campania. Il Pollino sotto l’attacco degli incendiari - a cura di pfls

mardi 24 juillet 2007


-  Sono una trentina i focolai (la maggior parte attivi da diverse ore)
-  E’ stato necessario intervenire fin dalle prime luci del giorno

-  Ancora incendi nel Centrosud
-  Bertolaso : "È una guerra criminale"

-  Il capo della Protezione civile ad Acciano (Abruzzo)
-  dove ieri è morto un pilota di un aereo antincendio
*

ROMA - E’ ancora pesantissima l’emergenza incendi. Questa mattina, fin dalle prime luci dell’alba, tutti i Canadair e gli elicotteri della Protezione civile nazionale sono già in volo per intervenire sui numerosi roghi che stanno interessando tutte le regioni del Centrosud del paese.

Sono già 30 le richieste di intervento per le operazioni di spegnimento dei roghi con interventi dal cielo : per la maggior parte dei casi - spiegano dal Dipartimento della Protezione civile - riguardano per lo più incendi ancora attivi dalla serata di ieri, quando con l’arrivo delle ore notturne si è reso impossibile l’impiego dei velivoli in condizioni di sicurezza.

Le operazioni di Canadair ed elicotteri della Protezione civile proseguiranno per l’intera giornata.

Particolarmente delicata si segnala la situazione nel Lazio, a Castelgandolfo (Roma) dove è in azione un Canadair. Nella località alle porte di Roma, sono andati in fumo cento ettari di vegetazione a causa dell’incendio divampato la notte scorsa su un costone della montagna che sovrasta il lago. Le fiamme hanno messo in pericolo due alberghi, uno dei quali è stato evacuato, mentre sono state danneggiate due abitazioni (già sgomberate). L’incendio divampato alle 20 di ieri sera, dopo dodici ore non era stato ancora spento del tutto.

Numerosi gli interventi dei mezzi aerei anche in Calabria, Sardegna, Marche e Abruzzo.

Intanto, nella giornata odierna il capo del dipartimento della Protezione civile, Guido Bertolaso, ha effettuato un sopralluogo ad Acciano, in Abruzzo, sul luogo dove ieri nel corso di un intervento per spegnere un incendio è caduto un Canadair. Nel disastro è morto il pilota Andrea Golfera mentre è rimasto ferito il copilota Daniele Ret. Le sue condizioni sono stazionarie, Ret è ricoverato nel reparto di rianimazione dell’Aquila, dove è tenuto in coma farmacologico per un ematoma cerebrale.

Bertolaso ha avuto un incontro con le autorità locali per mettere in campo una strategia di intervento. Il capo della Protezione civile ha anche visitato il ferito e commentato gli eventi di ieri :"È stata, ha detto Bertolaso, una tragedia che temevamo. Corpo forestale, personale a terra, carabinieri, forze dell’ordine sono impegnati tutti quanti insieme per fronteggiare questa guerra dichiarata da sconsiderati criminali che stanno appiccando incendi dovunque in Italia sfruttando una situazione metereologica molto particolare". Una lotta durissima che non ammette resa : "Non ci fermeremo. Quelli che vogliono far del male al nostro paese perderanno". Bertolaso è anche tornato sulle dinamiche dell’incidente :"Ho mandato io il Canadair e immaginate ora come mi sento. L’aereo si è sbriciolato, e si prova un grande dolore, ma c’è anche un piccolo miracolo, che il copilota si sia salvato. Due altri colleghi greci purtroppo non ce l’hanno fatta in una situazione simile". Tornando all’emergenza odierna, il capo della Protezione civile ha detto :"La situazione è sempre molto difficile e critica in alcune regioni. Tutti i mezzi possibili, reperibili in Italia e all’estero, vengono utilizzati".

* la Repubblica, 24 luglio 2007


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :