Inviare un messaggio

In risposta a:

New York, Madrid, Londra, dove andate?

Una nota di Federico La Sala dopo l’attacco a Londra
venerdì 8 luglio 2005 di Federico La Sala
Dopo i terribili e devastanti attentati di Londra, cerchiamo di non ricadere nella trappola nÚ delle emozioni, e nÚ della rassegnazione e nÚ della retorica: “╚ giusto essere arrabbiati in questo momento. Ma il nostro dovere - come ha subito dichiarato il ministro degli interni, Clarke - Ŕ di restare lucidi (“clearminded”) e di comportarci secondo logica e ragione”.
Al di lÓ delle reazioni e degli attestati di solidarietÓ, questo Ŕ il problema all’ordine del giorno, (...)

In risposta a:

> New York, Madrid, Londra, dove andate?

sabato 9 luglio 2005

Sono convinto che l’attenatato di Londra aprirÓ nuovi scenari nella geo-politica internazionale. Creare isolamaento intorno alla sciagurata politica della guerra preventiva americana, deve essere il primo passo verso una rivalutazione e riabilitazione della diplomazia nella risoluzione delle cotroversie internazionali. Il terrorismo ha cause profonde, di povertÓ e arretratezza sociale, alimentate da un forte egoismo del mondo occidentale, geloso di custodire il suo "superfluo". Inaridire il suo terreno di coltura Ŕ la condicio sine qua non per recuperare credibilitÓ nei confronti dei fratelli poveri del sud del mondo e far ripartire un vero processo di dialogo. Blair ha capito giÓ la lezione dopo la magra vittoria di maggio; oggi Ŕ l’unico leader mondiale che potrÓ frasi promotore di un una nuova politica tesa al dialogo e alla solidarietÓ.

Saluti, Marco Militerno.


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: