Inviare un messaggio

In risposta a:
Cultura

Gianni Vattimo parla del superlavoro del sindaco di San Giovanni in Fiore Antonio Nicoletti e dei suoi prodi collaboratori, da Alden Orlandus a Pierinen Lopez

mercoledì 1 agosto 2007 di Emiliano Morrone
Aperta la pagina, cliccando sull’apposito link si può vedere il video con il prof. Gianni Vattimo, che apparirà chiarissimo, come i personaggi su cui argomenta.
Vattimo parla di Antonio Nicoletti, Mario Oliverio, Pierino Lopez, Aldo Orlando, Giuseppe Lammirato e i paperozzi di San Giovanni in Fiore.

In risposta a:

> Gianni Vattimo parla del superlavoro del sindaco di San Giovanni in Fiore Antonio Nicoletti e dei suoi prodi collaboratori, da Alden Orlandus a Pierinen Lopez

martedì 31 luglio 2007

Lieber Direktor,

per chi non conoscesse il tedesco, Le invio una mia "traduzione personalissima" dell’intervista all’esimio Professore.

Sperando di farLe cosa grata, La saluto cordialmente.

ba


Giornalista : Prof. Vattimo, cosa ne pensa della clamorosa forma di protesta di alcuni disoccupati sangiovannesi, definiti gli „spiderman dei poveri“, arrampicatisi sul campanile dell’Abbazia Florens di San Giovanni in Fiore, paese in cui lei si era candidato come sindaco ?

Vattimo: Ebbene, devo riconoscere che questi „ingrati“ abbiano veramente toccato il fondo (sollievo disoccupazione) non riconoscendo leggittimamente al Sindaco della città e alla sua Giunta l’enorme lavoro fin qui eseguito che ha ridotto miracolosamente e drasticamente la disoccupazione nella capitale dell’altopiano silano portandola a un tasso del 2,8% !!

Giornalista: Come si è potuto giungere a un risultato così strabiliante ?

Vattimo: Semplicemte attraverso una politica di maggiore apertura nei confronti delle altre regioni italiane, soprattutto quelle del nord, e del resto d’Europa ! Il vero cavallo di battaglia della politica sangiovannese è infatti rappresentato dall‘ EMIGRAZIONE !

Giornalista: Ma questa politica non porta a uno svuotamento del paese ?

Vattimo: È un sacrificio che bisogna sostenere, affinchè gli equilibri politici, economici e sociali del paese gioachimita, frutto di un vero e proprio lavoro certosino, costituito da spartizioni e voto di scambio che durano sin dalla notte dei tempi, non vengano pericolosamente messi in discussione da personalità dotate di spiccate capacità intellettive, come i miei „boys“, legati da vincoli di amicizia e onestà indissolubili, costretti alla „clandestinità“ e a condividere manifestazioni culturali ermetiche portate avanti da altri neo-gruppi nascenti ribelli, come le Brigate Rotte.

Giornalista: Danke

Vattimo: Bitter (con l’amaro in bocca)


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: