Poster un message

En réponse à :
Il sonno della ragione e della fede... e tradimento strutturale della fiducia

CHIESA E SOCIETA’. A Torino, una nuova inchiesta giudiziaria su presunti abusi sessuali coinvolge sacerdoti cattolici. La scuola dei vip, l’istituto salesiano Valsalice, al centro della bufera - a cura di pfls

samedi 11 août 2007 par Maria Paola Falchinelli
Il Valsalice al centro di una inchiesta su presunti abusi sessuali di sacerdoti cattolici
Ai religiosi chiesto denaro in cambio del silenzio. Un giovane arrestato per estorsione
Torino, preti accusati di pedofilia
Uno è economo di un istituto salesiano
Interrogato monsignor Vaudagnotto, stretto collaboratore del cardinale
di SARAH MARTINENGHI e PAOLO GRISERI *
TORINO - Ha vissuto per anni di elemosina, prostituzione e ricatti. E chiedeva soldi ai preti in cambio del suo silenzio. (...)

En réponse à :

> CHIESA E SOCIETA’. A Torino, una nuova inchiesta giudiziaria su presunti abusi sessuali coinvolge sacerdoti cattolici. La scuola dei vip, l’istituto salesiano Valsalice, al centro della bufera - a cura di pfls

mercredi 8 août 2007

Preti pedofili

Un unico messaggio per le vittime : uscite dal silenzio e denunciate.

di Associazione per la Mobilitazione Sociale Onlus

Dalle vittime che sono uscite dal silenzio arriva l’appello alle vittime che vivono in silenzio : liberatevi di questo peso.

“Non abbiate paura di uscire fuori !”.

È l’appello lanciato dall’Associazione per la Mobilitazione Sociale rivolto a tutte le vittime della pedofilia. “Dobbiamo uscire dal silenzio per sconfiggere il muro di omertà attorno agli abusi” a parlare è una ex vittima, Marco Marchese, oggi presidente dell’AMS ONLUS, di cui fanno parte anche altre vittime di abusi.

L’AMS interviene proprio a seguito dell’ennesimo caso scoppiato che ha coinvolto un sacerdote : non dobbiamo emettere sentenze di colpevolezza o di assoluzione, la società, tantomeno i politici, non deve schierarsi da una parte o dall’altra, soprattutto in una fase di accertamento giudiziario. Ma è importante che le vittime sappiano che possono uscire dal silenzio anche se il pedofilo veste la tonaca, il camice o altro !

“Abbiamo il dovere di sostenere le vittime - continua Marchese - e in questi giorni ho sentito troppe persone che si sono schierate da parte di presunti pedofili pronti a giurare sulla loro innocenza. Ignoriamo troppo spesso che l’abuso si consuma in silenzio, nel buio e senza testimoni !”

Marchese continua ricordando che in molti casi, le vittime trovano la forza di parlarne solo da adulti e che quasi mai hanno il coraggio di denunciare per paura di non essere creduti !

“Sono tante le persone che ci hanno raccontato la loro esperienza. Si tratta soprattutto di persone fragili che il pedofilo riesce facilmente a soggiogare. Oggi ci siamo attrezzati anche con legali e psicologi, lavorando in sinergie con altre associazioni, perché chi ha subito un abuso ha il diritto e il dovere di denunciare e di essere risarcito”. Dal 2005 ad oggi l’AMS ha raccolto i racconti di 38 persone che hanno vissuto sulla loro pelle il tradimento da parte di chi aveva la loro fiducia, di cui 12 hanno subito abusi da parte di sacerdoti o religiosi. Marchese conclude lanciando un appello agli organi di stampa e a chiunque si trovi a parlare di questi fatti : “Non trattate queste vicende come notizie di cronaca, ma soprattutto date un unico messaggio a tutte le vittime che vivono in silenzio e cioè che possono uscire dal silenzio perché non sono sole ! In ogni caso possono scrivere a emailamica@mobilitazionesociale.it

L’Associazione invita chiunque abbia subito abusi a chiedere aiuto e soprattutto a denunciare perché abbiamo il dovere di fermare l’orco.

Maggiori info :

-  Associazione per la Mobilitazione Sociale Onlus
-  Via Malaspina 27, Palermo
-  http://www.mobilitazionesociale.it
-  info@mobilitazionesociale.it

* Il dialogo, Mercoledì, 08 agosto 2007

* La redazione de "il dialogo" si associa a questo appello e, come già sta facendo, mette a disposizione la sua email redazione@ildialogo.org per chi volesse denunciare gli abusi subiti ma non riesce ancora a trovare il coraggio per farlo. Scriveteci.


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :