Inviare un messaggio

In risposta a:
Per la Costituzione - e il dialogo, quello vero ...

"ITALIA". AMARE L’ITALIA: RIPRENDIAMOCI LA PAROLA. VAFFA-DAY?! ONORE A BEPPE GRILLO. Contro la vergognosa confusione dell’ "antipolitica" in Parlamento e della "politica" in Piazza, l’invito ad uscire dalla "logica" del "mentitore". Una lettera (2002), con un intervento di Beppe Grillo (la Repubblica, 2004), di Federico La Sala.

domenica 16 settembre 2007 di Maria Paola Falchinelli
[...] Economia allora non vuol più dire studiare, ricercare, inventare, produrre, ma ridere, ingannare e vendere. Conducendo gli affari di Stato come quelli pubblicitari e televisivi, i nostri mastrolindi sono riusciti in pochi anni a indebolire l’Italia più di quanto avessero fatto in decenni i loro protettori socialisti e democristiani. Adeguando diversi ministri e parlamentari alla volgarità e al turpiloquio delle loro televisioni, hanno ribaltato il significato della parola "volgare". (...)

In risposta a:

> "ITALIA". AMARE L’ITALIA: RIPRENDIAMOCI LA PAROLA. VAFFA-DAY: ONORE A BEPPE GRILLO. Una lettera (2002), con un intervento di Beppe Grillo (2004), di Federico La Sala. .... Eccco i "grillanti". V-DAY A TERNI: "L’unica cosa che gli è rimasta da fare è quella di scambiare Grillo per populista e noi per pecoroni" (aNDREA cONTI).

sabato 15 settembre 2007

VDAY a Terni *

Desidererei trasmettervi le mie emozioni, sensazioni, impressioni e l’orgoglio di esserci stata nei giorni del V-Day 7 e 8 settembre. Sono una signora residente a Terni ma di origine pugliese, con due figlie a cui tengo dare un futuro migliore! In questi due giorni sono stata al banco per raccogliere firme, quindi chi meglio di me ha potuto constatare la rabbia della gente,ma specialmente la voglia di fare qualcosa per cambiare questo andamento catastrofico della ns amata Italia. Ci sono state lunghe file qui a Terni in attesa di apporre la propria firma sui moduli prematuramente finiti per l’inaspettata affluenza, proprio come è avvenuto anche in altre città d’Italia. Son venuti a firmare gente di ogni età, dal ragazzo diventato maggiorenne lo stesso giorno ai pensionati di età avanzatissima, gente di tutti i ceti sociali. E’ stato meraviglioso vedere gente che faceva la lunga fila con il documento in mano, felice anche sotto al sole e ballando sulle note della canzone del Vaff..Day. Un’altra emozione fortissima è stata quando ho aiutato un non vedente a firmare, posso benissimo dire che son venuti a firmare anche i ciechi! credetemi, un’esperienza che rifarei altre mille volte, con la consapevolezza che dal basso si possono fare grandi cose, l’importante ora è non abbassare la guardia!

Ringrazio infinitamente tutto il meetup di Terni, ragazzi entusiasti di fare grandi cose e permettetemi un ringraziamento particolare a Pierluigi Paoletti per la sua grande umanità e per il suo apporto al ns gruppo. GRAZIE!!!

Marilena Semeraro

----

-  Il termine "straordinario" può andare bene per definire il V Day di Terni?
-  Forse è troppo poco!
-  Ricostruiamo l’Italia a partire da noi stessi. Questo RESET è potente perchè parte dal basso e un governo corrotto non esiste senza l’appoggio del popolo.
-  Noi cittadini siamo il fulcro di ogni gradino della società... se decidessimo di boicottare un prodotto saremmo in grado di mandare all’aria aziende multi milionarie nel giro di poco tempo!
-  Stiamo risvegliando le coscienze dall’assopimento cui siamo stati sottoposti dalla Tv per così tanti anni.
-  Il nostro fine è il raggiungimento di un mondo migliore... ci crediamo ancora e non smetteremo di farlo.
-  Il sistema e chi è nel sistema farà di tutto per boicottarci e per sminuire le cose maestose che faremo, ma ricordate che il negazionismo mediatico non ha mai portato lontano nel momento in cui la massa era compatta, coordinata e consapevole delle proprie potenzialità.
-  Oggi grazie alla rete siamo in tanti e con idee ben chiare e proprio per questo ci temono sia i media sia il sistema politico... Abbiamo le idee più chiare di loro!

-  Non sanno come identificarci e di conseguenza non sanno come contrastare questo movimento.
-  Questo sistema marcio non può più confondere le idee delegando le colpe una volta a destra e una volta a sinistra: ora si trova di fronte ad un movimento apartitico, il movimento del buon senso del cittadino contribuente.
-  L’unica cosa che gli è rimasta da fare è quella di scambiare Grillo per populista e noi per pecoroni.
-  Ma sono così in difficoltà che non si rendono conto che il "movimento del buon senso" (nè di destra nè di sinistra) non si può fermare.
-  La polizia del pensiero del libro "1984" di Orwell troverebbe grandi difficoltà di fronte a questi ragazzi!

Andrea Conti

* http://www.centrofondi.it/articoli/VDAY_Terni.htm


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: