Poster un message

En réponse à :
Eu-ropa : UmaNITA’ e Buona-Notizia (Eu-angelo) !!!

PEGAH EMAMBAKHSH E’ STATA LIBERATA : E’ LIBERA !!! RIFUGIATA, NON PIU’ CLANDESTINA !!! UN SUCCESSO STREPITOSO DELLA MOBILITAZIONE INTERNAZIONALE E ITALIANA !!! Nei giorni scorsi il Comune di Venezia aveva già deciso di ospitarla. Un’intervista ad Alberta Basaglia - a cura di pfls

« È stato l’amore a guidare la mia vita e qualunque cosa mi accada, sarà l’amore a guidarmi »(Pegah A.)
vendredi 14 septembre 2007 par Maria Paola Falchinelli
[...] PEGAH E’ LIBERA. Da oggi la data dell’11 settembre ci ricorderà anche un evento positivo. La cittadina iraniana scappata in Inghilterra per sfuggire a una condanna a morte per omosessualità è stata rilasciata dal Yarls Wood Immigration Removal Centre di Clapham e si trova a casa di amici. Il suo status passa da quello di immigrata clandestina a quello di rifugiata [...]
La Prigioniera *
Nel Paese dei Folli si diceva :
"Volare verso l’inferno".
Parole Vere (...)

En réponse à :

> PEGAH EMAMBAKHSH E’ STATA LIBERATA : E’ LIBERA !!! RIFUGIATA, NON PIU’ CLANDESTINA !!! UN SUCCESSO STREPITOSO DELLA MOBILITAZIONE INTERNAZIONALE E ITALIANA !!! .... A imprimere una svolta è stata la campagna “Fiori per Pegah” organizzata dal gruppo italiano EveryOne di Roberto Malini e Matteo Pegoraro (Farian Sabahi).

mercredi 12 septembre 2007

Pegah esce dal centro di detenzione

di Farian Sabahi *

Pegah Emambakhsh è uscita ieri sera dal centro di detenzione inglese di Yarl’s Wood e si trova a casa di amici a Sheffield. La quarantenne iraniana che ha chiesto asilo nel Regno Unito ha rischiato di essere deportata a Teheran, dove sarebbe stata condannata per avere amato un’altra donna.

Per gli avvocati è un’ottima notizia “perché Pegah non è più considerata una clandestina ma una profuga con diritto d’asilo. Entro due settimane sarà sentita per la prima volta dalla Corte d’Appello e nei prossimi cinque mesi sarà ascoltata ancora, fino alla concessione dell’asilo, ormai molto probabile”.

A imprimere una svolta è stata la campagna “Fiori per Pegah” organizzata dal gruppo italiano EveryOne di Roberto Malini e Matteo Pegoraro che fanno osservare come “questo caso sia una pietra miliare nella difesa di coloro che sono perseguitati per l’orientamento sessuale”.

* La Stampa, Blog di Farian Sabahi - ISLAM E DEMOCRAZIA. 12/9/2007


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :