Inviare un messaggio

In risposta a:
Strategie

Melchiorre Gerbino, Federico La Sala o Luigi Lombardi Vallauri? Un pezzo che dimostra la buona fede della Voce e la sua piccola intenzione di garantire un certo, anche pericoloso, pluralismo

Sul Novecento, anche recente, una summa di fatti e pensieri, congetture e opinioni
lunedì 24 ottobre 2005 di Emiliano Morrone
di Melchiorre Gerbino
Giovanni XXIII, ’Il Papa Buono’, all’anagrafe Angelo Roncalli,fu colui che imbastì l’affare che avrebbe sbilanciato gli equilibri del mondo da com’erano stati stabiliti a Yalta. In occasione delle elezioni presidenziali USA del 1960, ’Il Papa Buono’ avrebbe fatto riversare sul candidato John F.Kennedy tutto il ’voto cattolico’, cioè il voto di quei cittadini statunitensi di confessione cattolica che sottoponendosi alla pratica della ’confessione’ finiscono per essere (...)

In risposta a:

> Melchiorre Gerbino, Federico La Sala o Luigi Lombardi Vallauri? Un pezzo che dimostra la buona fede della Voce e la sua piccola intenzione di garantire un certo, anche pericoloso, pluralismo

martedì 25 ottobre 2005
Carissimi, ho letto e approfondito l’articolo in questione ricavandone un’impressione inquietante ma altrettanto ricca di valenza destabilizzante dei ruoli all’interno di un sistema pieno di falle. Apparentemente l’articolo lo si legge come una provocazione a trecentossessanta gradi, poi, nella consapevolezza che chiunque, sano o folle, si adddentri in certe dolorose argomentazioni, merita una risposta, si sente il bisogno di riordinare la oculata e voluta confusione, tale da far passare il pezzo su goole news... Mi sono accorta che in questo articolo, per la prima volta, cambiando l’ordine degli addendi, si modifica il risultato. Vuole essere un messaggio in codice? A chi è destinato?.... Perchè è vero che il Presidente Scalfaro si occupò da vicino dei delitti del Mostro di Firenze, su cui si indaga, senza, almeno fino ad oggi, riuscire a far quadrare i compagni di merende con i loro presunti mandanti. Eppure tra i presunti mandanti, almeno per il filone relativo ai depistaggi, è finito davvero, il vero Mostro di Firenze..... M.S., piaccia o no, il Mostro è lui, e la sua storia personale lo conferma anche dal punto di vista psicopatologico e psichiatrico. Tutti lo sanno, ma nessuno intende rischiare di ammettere che i compagni di merenda facevano solo merenda dopo aver riscosso il prezzo del loro silenzio.... Chi scrive l’inquietante pezzo, pur di stampo "criminale", invia messaggi ancor più inquietanti, se solo si pensa, quando Vigna si occupava del sequestro Kronzucker ,al ruolo svolto dell’allora Ratzinger..... basta fare un salto ai tempi d’oggi, rivisitare l’indagine sul Mostro, e capire il senso del messaggio inviato attraverso la Voce di Fiore.... Spero che almeno leggiate il mio sito www.lagiustainformazione.it Gabriella Pasquali Carlizzi

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: