Poster un message

En réponse à :
PIANETA TERRA ED EU-ANGELO. "Ut unum sint" ..... nella Vita, non nella Morte !!!

"OREMUS ET PRO JUDAEIS". UN CONSIGLIO A PAPA RATZINGER : DEPORRE LA PRO-VOCAZIONE E RIPRENDERE LA STRADA DI PAPA WOJTYLA !!! Una lettera - di Federico La Sala

lundi 18 février 2008 par Maria Paola Falchinelli
Per leggere il testo, cliccare qui, "Il dialogo"


Sul tema, si cfr. anche :
Il magistero del "latinorum" di papa Ratzinger ("Deus caritas est", 2006) non è il magistero né di Atene, né di Gerusalemme né di Roma, e non di Amore ("Charitas") !!!
IL "PRO PERFIDIS JUDAEIS" DELLA NUOVA PREGHIERA DEL VENERDI SANTO ("MOTU PROPRIO") E’ L’ULTIMA TAPPA DEL PROGETTO DI STERMINIO DELL’ECUMENISMO E DELLO SPIRITO (...)

En réponse à :

> "OREMUS ET PRO JUDEIS". UN CONSIGLIO A PAPA RATZINGER : DEPORRE LA PRO-VOCAZIONE E RIPRENDERE LA STRADA DI PAPA WOJTYLA !!! ---- La nuova preghiera del Venerdì Santo “pro judaeis”esprime una teologia preconciliare e rende difficili i rapporti col popolo ebraico (di "Noi siamo Chiesa").

jeudi 6 mars 2008

A proposito della « preghiera per gli ebrei »

Un documento di : Bartolini Elena Lea - Docente di Giudaismo - Centro Studi del Vicino Oriente di Milano Bartolomei Maria Cristina - Docente di Filosofia Morale e Teologa - Università di Milano De Benedetti Paolo - Docente di Giudaismo - Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale Milani Claudia - Dottoranda di Ricerca - Università di Chieti

Con il motu proprio Summorum Pontificum del 7 luglio 2007, Papa Benedetto XVI reintroduce la possibilità di utilizzare la formula liturgica pre-conciliare, in lingua latina, per la celebrazione eucaristica. A seguito di tale provvedimento, lo scorso 6 febbraio - nella ricorrenza del mercoledì delle ceneri - il Pontefice modifica la preghiera per gli ebrei del Venerdì Santo contenuta nel Missale Romanum anteriore al Concilio Vaticano II, sostituendo il riferimento al « popolo accecato [che deve essere] strappato dalle tenebre » con l’espressione « Preghiamo per gli Ebrei. Il Signore Dio Nostro illumini i loro cuori perché riconoscano Gesù Cristo Salvatore di tutti gli uomini ». La disposizione del Papa è contenuta in una nota della Segreteria di Stato della Santa Sede.

Tale modifica giustifica di fatto una preghiera liturgica alternativa e contrapposta a quella vigente, e che a nostro parere è in contrasto con i testi conciliari Dignitatis humanae, sulla libertà religiosa, e Nostra aetate, sul rapporto fra la Chiesa cattolica e le altre religioni, in cui si afferma che « gli ebrei, in grazia dei padri, rimangono ancora carissimi a Dio, i cui doni e la cui vocazione sono senza pentimento. [...] gli ebrei non devono essere presentati come rigettati da Dio, né come maledetti, quasi che ciò scaturisse dalla sacra Scrittura » (Nostra aetate, 4).

Il provvedimento inoltre sembra contraddire palesemente il magistero precedente, poiché si contrappone a quanto affermato negli Orientamenti e suggerimenti per l’applicazione della dichiarazione conciliare Nostra aetate, 4 (1975), che al punto I afferma : « condizione del dialogo è il rispetto dell’altro, così come esso è, e soprattutto il rispetto della sua fede e delle sue convinzioni religiose. [...] La Chiesa, per la sua stessa natura, deve annunciare Gesù Cristo al mondo. Per evitare che questa testimonianza resa a Gesù Cristo appaia agli ebrei come una violenza, i cattolici dovranno aver cura di vivere e di annunciare la loro fede nel più rigoroso rispetto della libertà religiosa ».

La preghiera del Venerdì Santo, nella versione post-conciliare, esprime suppliche indirizzate alla salvezza di tutti gli uomini : nel caso specifico degli ebrei, questo significa pregare perché essi restino fedeli all’Alleanza mai revocata. Per nessun uomo si chiede la « conversione », ma si prega perché tutti seguano lo Spirito nella via che è loro data e che, per Israele, non può che essere la fedeltà all’Alleanza. Poiché, inoltre, il Venerdì Santo è il giorno in relazione al quale è stata rivolta al popolo ebraico l’accusa di deicidio - accusa infondata, ma foriera di abissi di orrore - ritoccare il cambiamento introdotto dal Concilio Vaticano II appare un regresso, pericolosamente prossimo alla teologia della sostituzione di Israele e capace di evocare gli antichi tentativi di conversione. Posizione, questa, che ci pare da respingere in base alla stretta ortodossia cristiana e ad una corretta prospettiva escatologica.

Non possiamo che manifestare il nostro rammarico per una scelta che mette a serio rischio più di quaranta anni di dialogo, in quanto qualunque cosa possa far pensare a un tentativo di conversione è inconciliabile con il riconoscimento ed il rispetto della verità nella fede dell’altro.

Bartolini Elena Lea - Docente di Giudaismo - Centro Studi del Vicino Oriente di Milano Bartolomei Maria Cristina - Docente di Filosofia Morale e Teologa - Università di Milano De Benedetti Paolo - Docente di Giudaismo - Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale Milani Claudia - Dottoranda di Ricerca - Università di Chieti

Hanno sottoscritto il seguente documento :

-  Airoldi Maria Silvia
-  Baini Pierpaolo - Membro Commissione Ecumenismo e Dialogo Diocesi di Lodi
-  Ballabio Fabio - Segretario Commissione Ecumenismo e Dialogo Diocesi di Milano
-  Barbati Biondo Gianfranca
-  Bartolini Fabia Veronica
-  Bartolomei Adelina - Psicologa - A.E.C. Roma
-  Basso Ricci Luisella
-  Bellavite Vittorio - Coordinatore di “Noi siamo Chiesa”
-  Bertani Maurizio - Bancario
-  Boidi Filippo - Rinnovamento nello Spirito - Torino
-  Bonaccorsi Aurora
-  Bonetti Zanda Ornella
-  Borghi Ernesto - Docente di Esegesi Biblica - Centro per le Scienze Religiose di Trento
-  Bovi Grazia
-  Calzetti Sara - Associazione Terra di Danza
-  Cappellazzi Claudia
-  Castagnaro Mauro - Redattore - Missione Oggi
-  Cattaneo Myriam
-  Cento Francesca
-  Ceresa Matteo
-  Chiassi Mariangela
-  Chiesa Rosangela
-  Chiocchetti Marisa - Redazione SeFeR - Studi, Fatti, Ricerche
-  Ciocca Beppe
-  Ciurcina Nella - Socia di Biblia - Associazione Laica di Cultura Biblica
-  Coglitore Bongiovanni Rosanna
-  Colombo Ivan
-  Conforti Marisa
-  Conti Irma
-  Corrao Vincenzo
-  D’Angelo Teresa
-  Dal Corso Marco - Redazione CEM Mondialità
-  Daminelli Luisa
-  De Martin Roder Giusi
-  De Mattè Riccarda
-  Derungs G.G. Ursicin - Teologo e Scrittore
-  Donarini Adele
-  Donghi Vilma
-  Faini Gatteschi Ebe - Presidente Associaz. Amici della Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale
-  Ferrandi Maria Gabriella
-  Ferrari Licia - Avvocato
-  Ferri Egle
-  Fiacchi Doria
-  Frenkel Viviana - Redazione SeFeR - Studi, Fatti, Ricerche
-  Forni Alessandra
-  Galimberti Giulia
-  Galimberti Vera
-  Giudici Giovanni
-  Giuliani Massimo - Docente di Studi Ebraici ed Ermeneutica Filosofica - Università di Trento
-  Grassi Giulia Francesca - Assegnista di Ricerca - Università di Udine
-  Gualandi Franca
-  Guasti Davide - Medico
-  Gusmini Giuseppina
-  Hofer Evelyne
-  Lenghi Marcello
-  Limonta Elena
-  Lonati Antonella
-  Lupi Elisa
-  Masina Ettore - Scrittore - Roma
-  Melchiorre Virgilio - Professore emerito di Filosofia Morale - Università Cattolica - Milano
-  Messina Lucia
-  Minervini Rosita
-  Mistura Paolo - Redazione SeFeR - Studi, Fatti, Ricerche
-  Montiglio Elena
-  Monzio Compagnoni Belliride
-  Montresor Marianita - Insegnante e responsabile SAE - Verona
-  Morelli Paola
-  Padovani Carla - Associazione Terra di Danza
-  Pandozi Nazareno - Redazione SeFeR - Studi, Fatti, Ricerche
-  Pasianotto Daniela
-  Pedalino Grazia Maria Pia
-  Perrera Rosa Maria
-  Pescara Renato - Docente di Diritto Privato - Università di Padova
-  Pietripaoli Luigi
-  Pirondi Ennio
-  Pirovano Carla
-  Pistone Gioachino - Comitato esecutivo SAE
-  Princigalli Domenico
-  Ramon Tragan Pius - Professore e Rettore emerito - Pontificio Ateneo S. Anselmo - Roma
-  Ranghetti Elisabetta
-  Recanati Daniela
-  Recanati Enrica
-  Recanati Pietro
-  Recanati Roberto
-  Riboni Luca - Consigliere Comunale - Melegnano
-  Rigazzi Luigi - Redazione Qol
-  Rinaldi Paola
-  Rivaroli Pasquale
-  Robiati Bendaud Vittorio
-  Roncelli Angelita
-  Rubini Giuseppina
-  Saibene Elsa - Redazione SeFeR - Studi, Fatti, Ricerche
-  Sala Danna Adriana
-  Saldan Marisa
-  Salvatorelli Germano - Ordinario di Istologia - Università di Ferrara
-  Sanna Sandro
-  Scapino Sergio
-  Storti Mauro
-  Stradi Geminiano
-  Superchi Franca - Logoterapista
-  Tagliabue Lidia
-  Tamborrino Annamaria - Insegnante
-  Tassi Sofia
-  Valensisi Fausto
-  Vigentini Giuseppina
-  Vitali Gianbattista
-  Zadra Felice - Dirigente Medico Ospedaliero
-  Zanda Federico
-  Zanoncelli Emma
-  Zini Raffaello - Redazione Qol

-  Chi desiderasse aderire, può comunicarlo al seguente indirizzo e-mail :
-  elenalea@alice.it

* Il dialogo, Giovedì, 06 marzo 2008


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :