Poster un message

En réponse à :
In memoria di Karl Marx. Critica dell’economia politica ... e della teologia del Dio "Mammona" (" Deus caritas est") !!!

IL LAVORO, IL SALARIO E LA VITA. L’Italia che non arriva a fine mese. Un "diario" tenuto da Gallino, Galbraith, Ruffolo e Aldo Nove - a cura di Federico La Sala

samedi 8 mars 2008 par Maria Paola Falchinelli
[...] In Italia parlare di salario equivale, per strana convenzione, a mettere in pubblico i propri panni sporchi : non è educazione, non si fa, ma cosa ti viene in testa. Quindi il "giovane" laureato quarantenne di cui sopra spesso non sa neppure quanto verrà pagato. È maleducazione. Chiederlo e saperlo. Valgono le approssimazioni allucinatorie del gioco televisivo a premi in denaro : "C’è una bella sommetta" (topos del linguaggio di Mike Bongiorno secondo Eco), "I soldi ci sono", fino al (...)

En réponse à :

> IL LAVORO, IL SALARIO E LA VITA. L’Italia che non arriva a fine mese. ----- CONSUMI, ITALIANI TIRANO LA CINGHIA (di Francesco Carbone - Ansa).

lundi 14 juillet 2008
Anche dobbiamo vedere lo stato che non permette lavorare o essete assunto con la legge 407 perché il datore di lavoro ha un ricorso da risolvere con l’INPS. Quindi chi paga è il lavoratore che grazie alla legge 296/2007 art.1 comma 1175 non verrà assunto o dovrà lavorare in nero. Uno stato italiano che non vuole vedere che il lavoro non c’è e che perseguita, penalizza e distrugge a chi tenta di creare il proprio lavoro e potrebbe far lavorare ad altri. L’INPS contribuisce alla disoccupazione e non fa altro che tentare di chiudere ai piccoli che tentano di farsi il proprio lavoro, considerando a chi ha fatto un ricorso contro di loro colpevoli prima della decisione della giustizia. L’Italia della burocrazia, della corruzione, e di tutti quelli che vivono dello stato e grazie al lavoro degli altri, come i grandi politici come Prodi, Berlusconi e tanti altri innominabili. In definitiva l’Italia della vergogna.

Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :