Inviare un messaggio

In risposta a:
DONNE, UOMINI, E OMOFOBIA. La politica come "andrologia" (’ndrangheta: l’alleanza di Mammasantissima - sacra e profana)

Io dico quel che penso!!! Una lettera aperta del Vescovo Giovanni Climaco Mapelli ai politici italiani e, in particolare, a Rutelli - a cura di pfls

AGGRESSIONE FASCISTA AL CIRCOLO MARIO MIELI di ROMA
venerdì 18 aprile 2008 di Maria Paola Falchinelli
[...] Io dico quel che penso: 1 ) Prima responsabile di tutto la Chiesa Cattolica con il suo Vaticano che sta anche fisicamente a Roma, col suo Papa tedesco omofobo di prima categoria!
Ogni volta che si è anche solo accennato ai diritti di una coppia convivente dello stesso sesso, subito accuse indignate di "voler distruggere la Famiglia e la società!" [...]

LETTERA APERTA AI POLITICI ITALIANI
AGGRESSIONE FASCISTA AL CIRCOLO MARIO MIELI di (...)

In risposta a:

> Io dico quel che penso!!! Una lettera aperta del Vescovo Giovanni Climaco Mapelli ai politici italiani e , in particolare, a Rutelli - a cura di pfls

martedì 6 maggio 2008

RISPOSTA AL SIGNOR BIASI Leggo solo ora la Sua risposta... Tuttavia non riesco a capire la logica del discorso ecclesiologico che Lei fa’... non appartiene alla "mia cultura teologica", nè a quella che si ispira ad esempio ad un cardinale Martini...o a Padre Turoldo, per dire soltanto due nomi... Io non vedo cristianesimo dentro il cattolicesimo attuale,quello che va per la maggiore oggi (tra TV e media vari ) mi perdoni, di cuore! Cristo parla di "lievito" e sale della terra non già di "essere il tutto".(essere la pasta?!!!) Una Chiesa che sostenuta dai politici cialtroni italiani vuol bloccare i PACS o i DICO (manco si sa più che nome abbiano in questo Paese delle sabbie mobili, o per dirla con Gianantonio Stella della DERIVA) non è dalla parte di Cristo bensì dei sinedriti, cioè di chi in giorno di Sabato lascerebbe morire annegato nel pozzo non solo l’asino caduto ma anche ogni persona che ha l’unica colpa di amarsi e tenere una relazione di amore e di affetti (non solo sessuale) che noi troviamo "non canonica". Cristo per il Sinedrio "non era canonico!" Io sento nei suoi discorsi quel filone culturale ciellino o di Opus Dei (diciamo ispirato a Ruini e sodali vari) che non considero se non un’invenzione umana spacciata per Cristo e per Vangelo - mi scusi la franchezza- cioè quella pretesa di Chiesa cattolica invadente omnipervasiva, anche sul piano politico e sociale,disperatamente attaccata ad un potere terreno e umano! Il discorso sarebbe molto lungo e articolato. Ormai il messaggo evangelico è ridotto ad un predicozzo moralista e ad una reprimenda di clericali inaciditi! (sarà il celibato imposto o autoimposto che rende così?...grazie a Dio la nostra Chiesa almeno ha preti sposati!) Io non ci sto! Riguardo infine agli antichi: legga Platone, il suo Simposio, non credo proprio che sia contro gli omosessuali , anzi...soprattutto quando cita il suo Maestro Socrate (che non scrisse niente come Cristo stesso)... Lei dice che usando la sola ragione, la biasimarono.... (quale ragione? si rende conto delle conoscenze scientifche di millenni fa’? non ha letto nulla Lei delle ricerche scientifiche attuali sull’omosessualità nell’uomo e negli animali...? Lei si affida ad Aristotele che nemmeno conosceva la circolazione sanguigna? e credeva che il cuore fosse un organo vacuo, privo di utilità funzionale al corpo umano e soltanto sede di sentimenti?... che medicina e scienza aveva a disposizione il filosofo allora?...) è proprio Aristotele , il troppo razionalista, presuntuoso che vuol determinare tutto, che infatti poi genera la scolastica aristotelica di Tommaso d’Acquino e la sua assurda e tremenda legge naturale...(legge morale naturale)... Quella che i Papi da Leone XIII fino a Ratzinger sostengono e per cui stra-vedono, e che li porta direttamernte fuori dalla realtà attuale e dalla modernità, tanto è stata demolita questa impostazione ontologica e antropologica (ma anche esegetica e teologica) dalle scienze moderne ed attuali. Qui - sull’omosessualità - si sta ripresentando un nuovo caso Galileo, questa volta non cosmologico biblico, ma antropologico biblico, lo vado dicendo da decenni ormai! Ma la gerontocrazia o gerarchia cattolica - come al solito inattuale rispetto ai tempi - non se ne avvede! O per ottusità o per presunzione o per mala fede... (copione storico tutto già visto!) Là Bellarmino e Urbano VIII, qui Ruini e Ratzinger! Ancora non hanno capito che si fanno ridere dietro da tutto il mondo scientifico?! (chissà se il futuro cardinale Ravasi potrà fare qualcosa in merito...? per aprire qualche mente vaticana..? mah?) La costruzione teologica cattolica romana è imponente , un colosso davvero, ma che poggia su piedi di argilla! Io riguardo la legge naturale ho solo una obiezione da fare , direi tagliente e diretta parafrasando Camus: quando il Papa Ratzinger o chi per esso , e anche Lei Signor Biasi, mi darà una risposta esauriente del perchè un bimbo di 3 anni debba morire di leucemia, oppure un 30enne padre di famiglia debba crepare in un letto di cancro all’ospedale, magari oggi stesso o domani, allora io accetterò la spiegazione totalizzante e razionalizzante del vostro Tommaso d’Aquino (desunta da Aristotele) e della sua teologia razionale o razionalista, per il resto vedo che la legge naturale non ha etica alcuna e per quanto razionale ha una logica assurda e no può spiegare nulla come direbbe onestamente e francamente Voltaire (nel suo Candide). Legge di natura : quando il leone azzanna la gazzella, l’uomo vuol copulare con più donne,senza neppure accudire la prole (cosa che accade in molte realtà umane e sociali , etniche) il debole soccombe al forte! Oppure come per fenomeni naturalissimi come un ciclone purtroppo muoiono migliaia di persone (10 mila in un sol colpo! ) è cronaca di oggi! Se è questa legge di natura che impugnate , voi tutti , anche per negare ogni cosa ai gay e alle lesbiche, per dire che sono contro-natura allora io dico no! Primo perchè l’omosessualità è proprio una realtà naturale: l’uomo non inventa il desiderio... lo trova in sè connaturato.... è un elemento previo, diciamo. In seconda istanza io credo che il Vangelo, sia un’altra prospettiva, escatologica diremmo, che Cristo da’ a questa nostra natura umana, altrimenti cattiva e brutale, quella che Ratzinger invece oggi spudoratamente (Lui che si dice professore teologo) adora come fosse un vitello d’oro! Infatti Lui e i suoi cardinali e vescovi sono diventati idolatri! (lo dissi al buon monsignor Elio Sgreccia dell’Accademia Pontificia per la Vita ) Non sono aperti alla grazia di Dio che fa’ piovere sui buoni e i cattivi , sui giusti e gli ingusti, ma si vogliono sostituire a Dio con la pretesa di cambiare qui e ora il mondo! (?) Follia pura! ma questo risponde ad un disegno ben preciso che da Teo-cratico diviene Iero-cratico e ha i bagliori del luciferino! Io seguo Cristo, che è il Vangelo dell’accoglienza non delle leggi naturali, le stesse che Paolo (nonostante fosse un noto omofobo biblico) diceva però che "uccidono". Io non voglio cambiare le Sacre Scritture dunque come Lei insinua, ma le voglio leggere secondo lo spirito di questo tempo, con le conoscenze di oggi, scientifiche ed esegetiche... mica pretenderà che noi le si legga come le leggeva un uomo ebraico dei tempi di Mosè o uno del medioevo? Ad esempio: Lei ritiene che la donna mestruata vada messa fuori dalla città, come nel Levitico cap. 15 ? Leggo la Bibbia (tanti libri diversissimi tra loro, testi poetici, storici, narrativi, apocalittici, ognuno con una diversa impostazione strutturale simbolica e redazionale)... La leggo con intelligenza (come contestai invece al salesiano Mons. Angelo Amato - Segretario alla Congregazione per la Dottrina della Fede - di leggerla come i Testimoni di Geova, leteralmente cioè da stupidi...!) Salvo leggere dei passi alla lettera, ad esempio per il sesto comandamento (non ammittitur parvitas) riguardo il sesso, severità assoluta, e glissare o ammettere deroghe al fatto che i Discepoli non devono portate due tuniche o due sandali... Cioè sesso tutto peccato, su questioni economiche affaristiche invece si chiude un’occhio...

Alla grazia dell’amore di Cristo non oppongo leggi nè umane, nè naturali. E l’asino allora (e anche l’uomo o il gay) lo tiro fuori dal pozzo, perchè è il Sabato per l’uomo e non viceversa, l’ uomo creatura vivente ( anzi l’uomo è "gloria vivente di Dio!" - canta il Salmo 8 - altro che maestosità di San Pietro e le sue pietre delle quali non ne resterà una sull’altra come per il Tempio salomonico!...) Ecco da dove io guardo la Chiesa e il mondo! Da questa prospettiva, e Cristo dice che "Lui ha già vinto il mondo" non noi! Lasciamo fare a Lui... Giovanni a seguire dice che "è questa la battaglia che vince il mondo: la nostra fede" ! non altre battaglie si badi o crociate che siano! ... ma la fede non è niente di potente in senso materiale, semmai è attesa fiduciosa del giorno del Signore, che verrà, ma che io non posso nè possedere nè manipolare! Attendiamo dunque il Signore, non costringiamo altri a fare ciò che nemmeno noi in fondo facciamo con cuore gioioso! La gioia non sta nelle opere, ma nella sua grazia, anche se il mistero ci sovrasta (anche di fronte al male del mondo e degli uomini...) Nelle parole dei prelati questa grazia è soffocata e storpiata, come lo era la misericordia del Padre da quelle dei farisei...al punto che il Figlio suo stesso è stato messo a morte, credendo di render gloria a Dio, un Dio fatto ad immagine e somiglianza della propria superbia e ottusità! Superbia.... La prima fra le tentazioni diaboliche... nel deserto...respinta da Cristo! Auguri!

+ Giovanni Climaco ep.


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: