Inviare un messaggio

In risposta a:
Terra...

STATI UNITI D’AMERICA. NOMINATION, PER LE ELEZIONI DEL 4 NOVEMBRE. BARACK OBAMA E’ IL CANDIDATO DEL PARTITO DEMOCRATICO. Da Washington, Marco Bardazzi (Ansa) - a cura di pfls

"E’ un giorno nuovo e migliore in America", ha annunciato Obama, il primo afro-americano a raggiungere un traguardo del genere nella storia
mercoledì 4 giugno 2008 di Maria Paola Falchinelli
[...] Nella notte del trionfo di Obama, delle sfide di McCain e del fischio d’inizio della corsa verso l’Election Day, è rimasto da sciogliere il nodo di Hillary Clinton. L’ex First Lady, messo da parte il sogno di diventare la prima donna presidente degli Usa, si è detta pronta "a lavorare per l’unità del partito" e per la vittoria a novembre. I prossimi giorni diranno se Obama accetterà di fare di lei la ’running mate’ - un’ipotesi che negli ultimi mesi è sembrata inconcepibile alla (...)

In risposta a:

> STATI UNITI D’AMERICA. NOMINATION, PER LE ELEZIONI DEL 4 NOVEMBRE. BARACK OBAMA E’ IL CANDIDATO DEL PARTITO DEMOCRATICO. ---- «Non è questa la festa che avevo in programma, ma mi piace la compagnia» ha esordito Hillary Clinton. -«Ora lottate per Obama: in lui ho visto incarnato il sogno americano».

sabato 7 giugno 2008


-  L’addio di Hillary alla candidatura
-  Hillary: «E ora Yes we can»
-  «Grazie a chi mi ha sostenuto».
-  «Ora lottate per Obama: in lui ho visto incarnato il sogno americano»

WASHINGTON - L’addio alla candidatura democratica alla Casa Bianca di Hillary Clinton ha avuto il suo atto finale a Washington, dove la ex-First Lady ha ringraziato la folla dei suoi sostenitori.

«Non è questa la festa che avevo in programma, ma mi piace la compagnia» ha esordito Hillary Clinton.

«Sono grata a tutti voi, che avete guidato per chilometri, che avete gridato, parlato, raccolto fondi, discusso con i vostri amici, che avete investito tanto nella nostra impresa». «Sono grata ai giovani, come la tredicenne dell’Ohio che ha messo via i soldi per due anni per fare la volontaria nella campagna».

«Il mio impegno per chi mi ha sostenuto è comunque inarrestabile». «Mi avete commosso per l’impegno per il nostro Paese». «Donne e uomini, giovani e anziani, ricchi, poveri, afromericani, latini, asiatici e bianchi, etero e omosessuali. Io starò dalla vostra parte in ogni momento. Abbiamo lottato per una madre single che voleva fare il meglio per sua figlia e abbiamo lottato per una donna che non poteva permettersi l’assistenza medica sebbene avesse tre lavori. Abbiamo lottato per chi non può andare al college e non può permetteresi di mangiare e si stente invisibile davanti al Presidente.» «Io continuerò a lottare».

ORA TUTTI PER OBAMA : «YES WE CAN» - «Il modo per continuare la nostra lotta e raggiungere i nostri scopi ora è convogliare le nostre forze sull’elezione di Barak Obama. A lui miei complimenti, il mio endorsemente e il pieno sostegno. A voi chiedo di lavorare sodo per Barak come avete fatto per me. Sono stata con lui al Senato per quattro anni e con lui in questa campagna. Ho visto la sua forza e la sua determinazione. In lui ho visto incarnarsi il sogno americano» .«Ora io,lui e voi siamo uniti nella stessa lotta, perchè abbiamo una economia prospera e perchè tutti posano avere generi alimentari, pensione e un sistema sanitario accessibile a tutti». «Un giorno vivremo in un’America dove tutti avranno un’assicurazione sanitaria. Per questo dobbiamo lottare perchè Obama venga eletto. Sarà un’America più forte in cui tutti avranno più dignità. Per questo dobbiamo aiutare Barak Obama a essere eletto». «Per questo ora dico con lui Yes we can».

SUPERARE I PREGIUDIZI - «Obama può essere il primo presidente afroamericano. Io potevo essere la prima presidentre donna.. Anch’io mi sono candidata per superare i pregiudizi, nei confronti delle donne. Mi sono candidata come madre pensando a sua figlia». «Insieme abbiamo scritto una pagina di storia». E poi la chiusura: «God bless America».

* Corriere della Sera, 07 giugno 2008


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: