Inviare un messaggio

In risposta a:
FILOSOFIA. Il desiderio del desiderio, il desiderio antropňgeno di riconoscimento, l’antropologia e la FENOMENOLOGIA ....

DELLO SPIRITO DI ALEXANDRE KOJČVE (Mosca 1902 - Parigi 1968). Una nota di Antonio Gnoli - a cura di Federico La Sala

PORTARE LA FENOMENOLOGIA DELLO SPIRITO DI "DUE IO" AL DI LA’ DELLE MAGLIE DELLA DIALETTICA HEGELIANA.
lunedì 16 giugno 2008 di Maria Paola Falchinelli
[...] Per tutta la vita quest’uomo raffinato e oziosamente determinato a convincere i suoi uditori che davanti avevano semplicemente la reincarnazione dell’ultimo grande hegeliano, cercň nella paradossalitŕ la forma piů efficace del suo pensiero. Qualunque gesto, ipotesi, scelta, ossessione, risultato marciava sotto le insegne del paradosso. Paradossale, infatti, che si paragonasse a Dio, che considerava, come ci ricorda Filoni, un collega. Paradossale che da quel grande incantatore (...)

In risposta a:

> DELLO SPIRITO DI ALEXANDRE KOJČVE (Mosca 1902 - Parigi 1968). --- "Dalla relazione. Il desiderio e la legge. Uno studio su Alexandre Kojčve" (di Claudia Cimmarusti).

mercoledì 6 marzo 2019

Claudia Cimmarusti, Dalla relazione. Il desiderio e la legge. Uno studio su Alexandre Kojčve

Tesi di dottorato discussa presso l’Universitŕ Cattolica di Milano (a.a. 2015/2016)

“Questo studio intende sondare la potenzialitŕ speculativa di una filosofia squisitamente kojčviana che nasca dalla relazione originaria e originante tra il Desiderio e la Legge. Il privilegio ermeneutico accordato a questo plesso per un’indagine monografica dell’opera di Kojčve si deve all’intuizione di un’unitŕ fondamentale del suo pensiero.
-  Si tratta di iniziare una ricerca sulla relazione analizzata alla luce della nuova ontologia che Kojčve cercava di pensare. Noi sappiamo che Kojčve č passato alla storia come l’«interprete di Hegel», come il doctor subtilis dei leggendari Seminari sulla Fenomenologia dello Spirito. L’Introduction ŕ la lecture de Hegel č stato il Libro-Evento che ha lasciato il segno nel clima della Parigi del bagliore intellettuale degli anni Trenta e dei suoi insigni protagonisti, ma non fu che la punta dell’iceberg della produzione scientifica del nostro autore.
-  La ricostruzione dell’opera omnia di Kojčve, pertanto, č stata la base a partire dalla quale č divenuto possibile questo lavoro. A partire dagli scritti giovanili viene svelata la matrice scientifica e, allo stesso tempo, speculativa della riflessione kojčviana mediante la rilettura del Journal d’un philosophe (1920-1923) e dell’Idée du déterminisme dans la physique classique et dans la physique moderne (1932).
-  La domanda sottesa, formulata in parte dallo stesso Kojčve, č la seguente : č possibile associare la rivoluzione quantistica in fisica alla rivoluzione freudiana considerando che la determinazione relativa della realtŕ fisica implica e presuppone l’esistenza dell’inconscio psichico ?
-  Le osservazioni preliminari sulla scienza sono state funzionali a fornire una risposta affermativa a tale questione e a presentare la genealogia della tesi principale di questo lavoro : il soggetto kojčviano non č solamente, ŕ la Butler, un soggetto di desiderio ; ma, piuttosto, un soggetto di desiderio e legge.”


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: