Inviare un messaggio

In risposta a:
Attualità

Maturità 2008, prova di greco: il sito Studenti.it avrebbe dato testo e traduzione all’inizio della versione

giovedì 19 giugno 2008 di Emiliano Morrone
La prova di greco con cui si sono cimentati questa mattina gli studenti dei licei classici italiani, secondo quanto diffuso da una nota del ministero, è uno scritto di Luciano dal titolo "Un codice etico per lo storico", che il sito studenti.it, portale di riferimento per il mondo studentesco, aveva già pubblicato a pochi minuti dall’inizio della giornata di esame seguito dalla traduzione.
Per quanto riguarda invece la prova di matematica, sono stati assegnati agli studenti dei licei (...)

In risposta a:

> Maturità 2008, prova di greco: il sito Studenti.it avrebbe dato testo e traduzione all’inizio della versione --- Sui siti dedicati agli studenti già disponibile il brano di Luciano.

giovedì 19 giugno 2008


-  Sui siti dedicati agli studenti già disponibile il brano di Luciano
-  e le tracce per la prova del liceo scientifico inviate via mms

-  In rete la traduzione della versione
-  E le foto del compito di matematica

ROMA - Questa la traduzione della prova di greco diffusa sul web. Le indiscrezioni in rete si sono rilevate esatte. Il brano di Luciano di Samosata è stato effettivamente quello scelto dal ministero. Si tratta del "Codice etico per lo Storico" un estratto dall’opera "Come si deve scrivere la storia" paragrafo 41 e 42 del libro 59.

"Così dunque deve essere per me lo storico: impavido, incorruttibile, libero, amante della franchezza e della verità, e come dice il comico, capace di chiamare i fichi, fichi, e la barca, barca, di non risparmiare o concedere nulla per odio o per amicizia; non deve avere riguardo, pietà, vergogna, o paura;sia un giudice imparziale, benevolo verso tutti ma non al punto di concedere a nessuno più di quel che gli è dovuto; nelle proprie opere deve essere straniero, senza patria, indipendente da ogni potere, uno che non calcola che cosa ne penserà l’uno o l’altro ma che racconta i fatti così come sono accaduti.

Tucidide per esempio stabilì con precisione queste norme e distinse pregi e difetti dello storico, vedendo che Erodoto era oggetto di grandissima ammirazione tanto che i suoi libri erano chiamati con il nome delle Muse; egli infatti dice che le sue storie sono un possesso per l’eternità più che un’opera che possa piacere per il presente e non si basa su racconti fantastici ma consegna ai posteri la verità sull’accaduto; introduce anche il concetto di utilità e di quello che una persona assennata potrebbe immaginare sia il fine della storia: cioè che, se capitassero ancora fatti simili a quelli passati, gli uomini, dice Tucidide, guardando alle cose scritte un tempo, possano servirsene per affrontare la situazione del momento"

Compito di matematica. A pochi minuti dall’inizio della prova sul sito "skuola.net" era disponibile anche una fotografia del compito di matematica per il liceo scientifico, seguita poco dopo dalla soluzione.

* la Repubblica, 19 giugno 2008


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: