Inviare un messaggio

In risposta a:
L’ANIMA VENDUTA E LA PAROLA RUBATA. A "REGIME LEGGERO", FINO ALLA CATASTROFE ...

L’ITALIA AL CAPOLINEA!!! La dieta mediterranea come "patrimonio culturale immateriale dell’umanità" ... e la Parola "ITALIA" come patrimonio e proprietà di un partito: "Forza Italia"!!! - a cura di Federico La Sala

Il Senato approva all’unanimità la mozione per il riconoscimento della dieta mediterranea come "patrimonio culturale immateriale dell’umanità".
venerdì 27 giugno 2008 di Maria Paola Falchinelli
Ansa» 2008-06-26 14:27
DIETA MEDITERRANEA PATRIMONIO DELL’UMANITA’
ROMA - Il Senato approva all’unanimità la mozione per il riconoscimento della dieta mediterranea come "patrimonio culturale immateriale dell’umanità". Presentata da Paolo De Castro (Pd) e sottoscritta da 100 senatori, la mozione è un atto formale per impegnare il governo alla "salvaguardia e valorizzazione" della dieta mediterranea e a "proseguire con grande determinazione" le iniziative perché venga inserita nel patrimonio (...)

In risposta a:

> L’ITALIA AL CAPOLINEA!!! --- "LEZIONI AMERICANE" (I. calvino). "The Pioppi Protocol" - Sul New York Times un tributo alla Dieta Mediterranea e a Pollica-Acciaroli..

sabato 24 ottobre 2015

Sul New York Times un tributo alla Dieta Mediterranea

E a Pollica dove per decenni si sono studiati i suoi segreti

di Redazione ANSA

POLLICA 24 ottobre 2015

Pollica-Acciaroli e la dieta mediterranea sul New York Times. Il quotidiano statunitense ha dedicato al piccolo centro costiero, patria della Dieta Mediterranea, un lungo articolo a firma Anahad O’Connor.

Al centro dell’articolo, il documentario dal titolo "Pioppi Protocol", realizzato dal cardiologo britannico Aseem Malhotra, che si candida ad essere il lavoro più esaustivo mai realizzato sulla salute del cuore. Protagonista del documentario, come racconta il NYT, la piccola frazione di Pioppi, dove per decenni svolse la sua attività di ricerca il medico statunitense Ancel Keys e dove il dottor Malhotra e una troupe, diretta dal regista Donal O’Neill, si sono recati per scoprire i segreti della dieta.

Al centro della tesi del cardiologo londinese vi è la convinzione che "non c’è una vera e propria Dieta Mediterranea. Non c’è mai stata. I veri segreti della longevità del Mediterraneo - spiega Malothra - sono certamente anche il cibo, ma ci sono ulteriori fattori legati a uno stile di vita che abbiamo ormai dimenticato. Siamo quindi tornati alla fonte per recuperare queste lezioni".

E la fonte che racchiude il segreto della longevità è proprio la piccola frazione di Pollica, dove - spiega il New York Times - la dieta mediterranea è uno "stile di vita", dove il cibo "è una scusa per socializzare con amici e familiari, dove la gente trascorre un sacco di tempo all’aria aperta" e dove camminare e andare in bicicletta sono le attività fisiche preferite. Aseem Malhotra, come ricorda anche il quotidiano statunitense, ha ora lanciato una campagna pubblica per raccogliere 50.000 sterline che serviranno a produrre e a distribuire "The Pioppi Protocol". All’origine della decisione, il rischio che i finanziamenti di aziende e multinazionali del settore possano "condizionare" il documentario.

"The Pioppi Protocol" sarà dapprima distribuito, in più lingue, a medici e amministratori impegnati nel settore sanitario di svariati paesi del mondo e in seguito sarà accessibile al pubblico internazionale.

"Il documentario e l’articolo del New York Times ci riempiono di soddisfazione e di orgoglio - spiega il sindaco di Pollica, Stefano Pisani - La mia comunità e l’intero Cilento rappresentano da sempre il modello ideale di uno stile di vita sano. L’attenzione che il mondo scientifico internazionale ci riserva deve spingerci ad impegnarci sempre di più".


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: