Poster un message

En réponse à :
L’ANIMA VENDUTA E LA PAROLA RUBATA. A "REGIME LEGGERO", FINO ALLA CATASTROFE ...

L’ITALIA IN UN GRAVE STATO DI MINORITA’ E DI PERICOLO. Dopo 14 anni di golpe strisciante e nell’anno primo dell’era berlusconiana, un appello di cento costituzionalisti al parlamento del Partito di "Forza Italia" per bloccare il lodo Alfano !?! Che la memoria dei nostri Padri e delle nostre Madri Costituenti li illumini e ci illumini tutti e tutte !!! Viva l’Italia !!! - a cura di pfls

Il documento è intitolato "In difesa della Costituzione" ed è firmato da ordinari di diritto costituzionale e discipline equivalenti : tra essi gli ex presidenti della Consulta Valerio Onida, Gustavo Zagrebelsky e Leopoldo Elia.
dimanche 6 juillet 2008 par Maria Paola Falchinelli
ITALIA. Memoria della Liberazione e della Legge dei nostri Padri e delle Madri Costituenti....
PACIFICAZIONE, COSTITUZIONE E NUOVO GOVERNO : RESTITUIRE LA PAROLA "ITALIA" AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, GIORGIO NAPOLITANO, E ALL’INTERO PARLAMENTO. Forza ! VIVA, VIVA L’ITALIA
BERLUSCONI CONTINUA A CANTARE LA "SUA" CANZONE. IL PRESIDENTE DELLA "REPUBBLICA", DEL "POPOLO DELLA LIBERTA’", SONO IO : "FORZA ITALIA" ... E CONTINUA AD ATTENTARE ALLA VITA DELLE ISTITUZIONI DEMOCRATICHE E REPUBBLICANE. (...)

En réponse à :

> L’ITALIA IN UN GRAVE STATO DI MINORITA’ E DI PERICOLO. ---- Berlusconi : contro di me solo fango. Il Cavaliere difende il suo lavoro : « Non mi servono nuove norme »

vendredi 4 juillet 2008

La Stampa, 4/7/2008 (12:22) - CONFERENZA STAMPA DEL PREMIER

-  Berlusconi : contro di me solo fango

-  Il Cavaliere difende il suo lavoro
-  « Non mi servono nuove norme »
*

ROMA All’indomani della rinuncia a partecipare alla puntata tv di « Matrix », il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi torna ad attaccare la magistratura. « Ci sono dei giudici che non accettano il verdetto delle urne, dal ’94 in poi contro di me sono state inventate delle accuse fasulle, lo sapevano anche loro che erano fasulle ma faceva comodo creare questo fango mediatico che mi portava anche alla possibilità di non essere producente sul piano politico ». Lo ha detto il presidente del Consiglio silvio Berlusconi durante una conferenza stampa a palazzo Chigi.

Il premier : "Io, sempre assolto"

Berlusconi difende inoltre la norma blocca-processi che, dice, « non è per me. Io rinuncio assolutamente a qualsiasi vantaggio, non ho bisogno di nuove norme, mi sono sempre difeso nei processi ». Il premier ricorda poi di aver sempre avuto « assoluzioni totali perché il fatto non sussiste o perché non ho commesso il fatto ». Quindi insiste : « Non ho bisogno di essere salvato ».

« Tante cose in questi due mesi »

Quanto all’operato dell’esecutivo, il premier rivendica « le tante cose fatte in due mesi » e, in conferenza stampa, attacca i media che invece si concentrano « su fatti che nulla hanno a che vedere con la politica » e portano in primo piano « gli attacchi continui della magistratura » che vuole sovvertire il voto popolare. Ma, aggiunge « abbiamo una vasta esperienza in proposito e non ci impressioniamo. Il tentativo di farmi fuori nel ’94 ha funzionato, ma ora è destinato a fallire ».

Nel cdm non si parla del decreto

Nel frattempo il gip di Napoli, Luigi Giordano, si è riservato di decidere sulla richiesta da inoltrare al Parlamento per utilizzare le telefonate tra il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi e l’ex direttore di Rai Fiction, Agostino Saccà. Il giudice dovrebbe pronunciarsi entro sette giorni e dovrà anche esprimersi in merito alla questione di competenza territoriale sollevata dai legali del premier che vorrebbero che il procedimento fosse trasferito nella capitale. Il decreto legge sulle intercettazioni oggi non è stato esaminato dal Consiglio dei ministri.


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :