Inviare un messaggio

In risposta a:
A "REGIME LEGGERO", FINO ALLA CATASTROFE .... DELLA SCUOLA PUBBLICA E DELLA REPUBBLICA!!!

GELMINI PREPARA IL NUOVO ANNO SCOLASTICO DEL REGIME E PROPONE ZERO IN CONDOTTA PER CHI NON PARTECIPA AL RITO MATTUTINO DELL’ALZA BANDIERA E AL CANTO DELL’INNO DEL PARTITO UNICO "Forza Italia" - a cura di Federico La Sala

lunedì 14 luglio 2008 di Maria Paola Falchinelli
Per la cancellazione della parola "PUBBLICA" (con tutte le sue conseguenze) dal Nome del Ministero dell’Istruzione della Repubblica, voto di condotta al Ministro e a tutto il governo del Partito di "Forza Italia": ZERO!!! ASSOLUTAMENTE: PER MALA EDUCAZIONE COSTITUZIONALE!!!.
GIOVANNI MARIA FLICK, A "BALLARO’": UNA LEZIONE DI VITA POLITICA E COSTITUZIONALE ANCORA VIVA !!! Una nota per aiutare il Ministro dell’Istruzione Gelmini a ben ricordare.
ITALIA: LA SCUOLA DELLA REPUBBLICA AL VIA. LE (...)

In risposta a:

> GELMINI PREPARA IL NUOVO ANNO SCOLASTICO DEL REGIME ---- CROCIFISSO NELLE AULE: QUANDO L’ITALIA VESTIVA LA CAMICIA NERA (di Michele Ainis - Nessuna legge lo prevede)

martedì 13 luglio 2010
Abbiamo capito che anche la scuola dovrà essere un bisnes.Il problema crocefisso è irrilevante in quanto nella scuola non c’è: sia il martello che il chiodo per attacarlo se non ti porti gli atrezzi da casa o, se hai ciò quando lo attacchi ti cade perchè le mura sono vecchissime....... La religione si deve manifestare nei luoghi di culto o nelle proprie case non nei luoghi pubblici,(se la scuola lo rimarrà).TrOppe parole e pochi fatti.Vorrei citare alcune parole prese dal libro di N.Machiavelli(scritte nella seconda metà del 1513)occhio alla data........IL PRINCIPE(politica e questione morale) "Esiste una morale per chi deve ubbidire e una morale PER CHI COMANDA, CHE SI ISPIRA ALLA RESPONSABILITA’ DI MANTENERE LO Satato stabile per il bene di TUTTI.Una lezione di realismo,sicuramente bene appresa,MA ALTRETTANTO DISTORTA, se è vero che le deroghe morali dei POTENTI di cui oggi tanto si discute appaiono tutt’altro che finalizzate alla stabilità dello Stato per il BENE DI TUTTI. Vorrei che coloro che si definiscono governanti(ministri) facessero questa riflessione: "la crudeltà e la clemenza: se sia meglio essere amati piuttosto che temuti o temuti piuttosto che amati?"

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: