Poster un message

En réponse à :
PER L’ITALIA E PER LA COSTITUZIONE. A TUTTI I CITTADINI E A TUTTE LE CITTADINE, A TUTTI GLI STUDENTI E A TUTTE LE STUDENTESSE D’ITALIA...

IL SENSO DELLO STATO E IL PARLAMENTO DELLA VERGOGNA. Alla Camera e al Senato si è svolto un dibattito. Gianfranco Fini e Renato Schifani hanno sottolineato il valore dell’Inno di Mameli e dell’Unità d’Italia - a cura di pfls

Veltroni : ’’Mi aspetto una chiarissima, netta e non scherzosa presa di distanze da parte di Berlusconi’’.
lundi 21 juillet 2008 par Maria Paola Falchinelli
PACIFICAZIONE, COSTITUZIONE E NUOVO GOVERNO : RESTITUIRE LA PAROLA "ITALIA" AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, GIORGIO NAPOLITANO, E ALL’INTERO PARLAMENTO. Forza ! VIVA, VIVA L’ITALIA

Casini invita a essere "cauti nelle liquidazioni" dell’episodio
Fini e Schifani bacchettano Bossi, ma lui tiene duro
Il presidente della Camera, intervenendo in aula nel corso di un dibattito dedicato alle parole pronunciate dal leader della Lega sull’Inno di (...)

En réponse à :

> IL SENSO DELLO STATO E IL PARLAMENTO DELLA VERGOGNA. ---- GIUSTIZIA, ALFANO... Il ministro della Giustizia Angiolino Alfano ha difeso con forza e con piglio polemico il disegno di legge che garantisce l’immunità delle alte cariche dello Stato (il Lodo che porta il suo nome) in sede di replica al Senato prima che comincino le votazioni sugli emendamenti... SENATORI PDL IN PIEDI PER ALFANO (Ansa).

mardi 22 juillet 2008

Ansa » 2008-07-22 13:50

GIUSTIZIA, ALFANO : IN AUTUNNO LA RIFORMA

ROMA - Il ministro della Giustizia, Angiolino Alfano, ha annunciato la riforma del sistema giudiziario italiano per l’autunno. In sede di replica sul disegno di legge che garantisce l’immunità per le alte cariche dello Stato, il ministro ha detto :"Intendiamo procedere alla riforma della giustizia civile e del processo penale visti i tempi irragionevoli della durata dei processi e visto che il conto lo paga il cittadino".

Secondo Alfano, "oggi la linea di confine tra riformisti e conservatori è segnata dalla giustizia". Il Guardasigilli ha invitato "i settori ragionevoli dell’opposizione" ad un "confronto in autunno" sulla riforma della giustizia con l’auspicio che i settori riformisti dell’opposizione "non seguano i giustizialisti".

ALFANO, URGENTE ? SOLO GIUSTO - Il ministro della Giustizia Angiolino Alfano ha difeso con forza e con piglio polemico il disegno di legge che garantisce l’immunità delle alte cariche dello Stato (il Lodo che porta il suo nome) in sede di replica al Senato prima che comincino le votazioni sugli emendamenti. "Alle critiche che sono state rivolte - dice Alfano - sulla fretta con cui si è messo a punto questa legge, io rispondo che non è molto urgente né poco urgente è solo giusto". "Noi lo abbiamo fatto - aggiunge il Guardasigilli rivolgendosi ai banchi dell’opposizione - come abbiamo fatto il decreto sulla sicurezza atteso dai cittadini, così come era giusto fare il decreto che ha levato la spazzatura nella città di Napoli, così come era importante fare il decreto sull’abolizione dell’Ici sulla prima casa". L’elenco delle cose messe in cantiere e fatte dal governo, viene interrotto dall prime forme di protesta dai senatori dell’opposizione. Il ministro Alfano non si scompone, alza un po’ di più la voce proseguendo nell’elenco. "Era importante - sottolinea il Guardasigilli - anticipare i termini della manovra economica, visto che abbiamo ereditato un paese in ginocchio, mentre il Dpef era diventato in passato un genere letterario e noi lo abbiamo trasformato in misure al servizio del paese per contrastare la crisi". Prima di questa rivendicazione della linea legislativa del governo, Alfano aveva difeso il suo "Lodo" sottolineando soprattutto il fatto che "tiene conto dei rilievi della Corte Costituzionale". Il ministro parla di un "testo sobrio e ben calibrato rispetto ai principi e ai valori costituzionali che risultano coinvolti, nonché in linea con le norme di altri ordinamenti occidentali". Il Guardasigilli ha replicato alle accuse dell’opposizione di aver fatto un disegno di legge ordinario su un tema come quello che garantisce la sospensione di eventuali processi penali per le alte cariche dello Stato che è di natura costituzionale, data la sua rilevanza, perché considerato in conflitto con l’articolo 3 della Costituzione che stabilisce che tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge. "Si tratta - ha detto Alfano - di un disegno che stabilisce la sospensione del procedimento penale e questo è possibile farlo con una legge ordinaria. I processi sono sospesi e la legge introduce un limite preciso ed ineliminabile : la fine della legislatura".

SENATORI PDL IN PIEDI PER ALFANO - Non appena il Guardasigilli Angelino Alfano conclude il suo intervento nell’aula del Senato sul lodo annunciando che, per settembre l’obiettivo sarà quello di presentare una riforma complessiva della giustizia, il presidente della commissione Affari costituzionali Carlo Vizzini si alza in piedi per applaudire. A quel punto gran parte dei senatori della maggioranza, che già stavano battendo le mani, decidono anche loro di alzarsi in piedi come omaggio ad Alfano. Il presidente della commissione Giustizia Filippo Berselli si alza anche lui e va ai banchi del governo per abbracciare e baciare il Guardasigilli. Vizzini non vuole essere da meno e così dopo averlo baciato e abbracciato anche lui gli si siede accanto, mentre dai banchi dell’opposizione si grida : "Vizzini, ormai sei diventato una macchietta !" e "Siete davvero ridicoli... !". Alfano ha difeso il lodo che porta il suo nome e che prevede la sospensione dei processi per le 4 più alte cariche dello Stato fino alla fine del mandato, sostenendo che si tratta di un "testo sobrio, ben equilibrato e in linea con le altre norme dello stesso tipo presenti in Europa".


Ce forum est modéré à priori : votre contribution n'apparaîtra qu'après avoir été validée par un administrateur du site.

Titre :

Texte de votre message :
(Pour créer des paragraphes, laissez simplement des lignes vides.)

Lien hypertexte (optionnel)
(Si votre message se réfère à un article publié sur le Web, ou à une page fournissant plus d'informations, veuillez indiquer ci-après le titre de la page et son adresse URL.)
Titre :

URL :

Qui êtes-vous ? (optionnel)
Votre nom (ou pseudonyme) :

Votre adresse email :