Inviare un messaggio

In risposta a:

Al colmo: Bruno Contrada sta querelando Salvatore Borsellino

Aldo Pecora interviene, "Ammazateci tutti" e "la Voce di Fiore" lanciano un appello all’attenzione generale. Per la Giustizia, per Borsellino, contro l’uso strumentale delle querele
martedì 29 luglio 2008 di Aldo Pecora
Spesso, parlando dei fatti calabresi, ho cercato di stigmatizzarne ironicamente l’assurditÓ cercando sempre, per˛, di non ridurne mai la loro triste e cruda drammaticitÓ.
Qui non siamo nuovi, purtroppo, alla protervia di taluni che, calpestando in ogni modo le leggi umane e dello Stato, con gli occhi freddi e le mani ancora grondanti di sangue, o le tasche piene di soldi, hanno negato l’evidenza delle proprie azioni, per di pi¨ ergendosi a vittime, perseguitati, capri espiatori da (...)

In risposta a:

> Al colmo: Bruno Contrada sta querelando Salvatore Borsellino

mercoledì 1 settembre 2010
Io l’ho letto l’esposto denuncia presentato dal Contrada nel 1997.Ebbene in questo atto composto da molti fogli ed altrettanti allegati di articoli di giornali, intravedo una sottile velata vendetta nei confronti dei suoi ex colleghi. Essendo stato esso, il Contrada, un’esperto poliziotto, sÓ perfettamente che se un Ufficiale od un’Agente di Polizia Giudiziaria riferisce all’AutoritÓ Giudiziaria fatti e circostanze apprese da fonte confidenziale, in pratica non si assume alcuna responsabilitÓ,a meno che non si riesce a dimostrare (cosa impossibile) che questi se le siano inventate di sana pianta. Ora nel caso specifico, Contrada sÓ bene che gli Ufficiali dei Carabinieri riferirono sul suo conto per averlo appreso da fonte confidenziale. Per cui la sua azione legale contro costoro non poteva sortire alcuno effetto. Viceversa, nel medesimo atto il Contrada ad un certo punto ha tenuto a puntualizzare che egli Ŕ venuto a conoscenza delle rivelazioni che il Mutolo stava facendo sul suo conto, per averlo appreso dal Funzionario di Polizia De Luca e che a costui a sua volta gli Ŕ stato riferito da altro funzionario di Polizia. Alla fine, con la rituale conclusione dell’atto, chiede la punizione dei colpevoli,elencando i reati che a suo dire siano stati commessi.Per calunnia, chiaramente riferendosi agli Ufficiali dei Carabinieri-segue post

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: