Inviare un messaggio

In risposta a:

Al colmo: Bruno Contrada sta querelando Salvatore Borsellino

Aldo Pecora interviene, "Ammazateci tutti" e "la Voce di Fiore" lanciano un appello all’attenzione generale. Per la Giustizia, per Borsellino, contro l’uso strumentale delle querele
martedì 29 luglio 2008 di Aldo Pecora
Spesso, parlando dei fatti calabresi, ho cercato di stigmatizzarne ironicamente l’assurdità cercando sempre, però, di non ridurne mai la loro triste e cruda drammaticità.
Qui non siamo nuovi, purtroppo, alla protervia di taluni che, calpestando in ogni modo le leggi umane e dello Stato, con gli occhi freddi e le mani ancora grondanti di sangue, o le tasche piene di soldi, hanno negato l’evidenza delle proprie azioni, per di più ergendosi a vittime, perseguitati, capri espiatori da (...)

In risposta a:

> Al colmo: Bruno Contrada sta querelando Salvatore Borsellino

martedì 29 luglio 2008

Esimio Morrone, di che si lamenta? Lei, se l’è andata a cercare! Rammentole...solo per opportuno chiarimento... che quando lei portava i calzoncini alla zuava e frequentava le elementari, la sottoscritta ai tempi della sua "gavetta"intervistava già ben 3 Premi Nobel!!!..... Al di là di questo piccolo dettaglio... utile a comprendere la mia maturità... nell’ambito del suo partigiano diktat dell’ultim’ora - pur convenendo ch’ella è padrone in casa sua...ma che l’ospitalità è il sacro ufficio di noi meridionali - mi permetto di osservare:

Invito chi intende scrivere sul forum ad attenersi al buon senso, evitando insulti e offese gatuite. Invito tutti a non abusare della libertà che qui è concessa per una scelta di fondo, datata e confermata. Mi sembrano, in verità, più grossolane le gratuite offese dirette a Contrada, definito omminicchio e assassino nonchè "cravattaro" (cose che non si leggono nemmeno nelle sentenze cui vi appigliate) piuttostochè i miei reinsegnements, dovuti alla piena conoscenza del caso Contrada, in scienza e coscienza. Invito la giornalista Marina Salvadore e i suoi ad un’esposizione rispettosa degli altri e del sottoscritto. Inutile che si mandino messaggi su biografie prelevate da Wikipedia. Nando dalla Chiesa è stato, non è, parlamentare. Salvatore Borsellino no. Mai. Il fatto che uno sia stato parlamentare non significa alcunché. E’ a disposizione di chiunque, sui siti istituzionali, la biografia politica e parlamentare di molti congiunti delle vittime della Mafia e del Terrorismo, abbiamo mancato di citare la signora Fortugno, la signora Biagi ed altri... ma è oltremodo scorretto continuare a dire che "alcune" delle vittime della Mafia e del Terrorismo attendono il debito risarcimento dallo Stato, che oltretutto ha chiamato costoro nei suoi ranghi ufficiali rappresentativi. Cosa he non è accaduta per le vittime della strage di Bologna, dell’Italicus e meno che mai per Bruno Berardi, figlio del primo assassinato delle BR, il maresciallo Berardi. In quanto alle affermazioni di Aldo Pecora, non è perseguibile un giovane, il quale peraltro ha vissuto l’omicidio di Francesco Fortugno, che esprime la sua indignazione per una figura condannata con sentenza definitiva per concorso esterno in associazione mafiosa. Le parole vanno interpretate nel loro contesto e non alla lettera (Gianni Vattimo, erede dell’ontologia ermeneutica di Hans-Georg Gadamer) Complimentandomi per l’ennesima botta di cultura, perfettamente ignorante dell’ermeneutica di Hans-Georg Gadamer (dioguardi!) non comprendo perchè un giovane non debba essere perseguibile, se maggiorenne e vaccinato e se aspirante ad un ruolo di leader in società: non solo la Legge ma LA RESPONSABILITA’ E’ UGUALE PER TUTTI! Ciò detto, previa pubblicazione di questo commiato definitivo da quest’unica inospitale magione del Mezzogiorno d’Italia, distintamente vi saluto, "pollicini". Crescete! Maturate liberi e senzienti, se potete! Con immutata simpatia e... comprensione maxima la vecchia carampana, signora Marina Salvadore madre di figli e purtroppo italiana del Sud! giornalista e non giornalaia!


Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Titolo:

Testo del messaggio:
(Per creare dei paragrafi separati, lascia semplicemente delle linee vuote)

Link ipertestuale (opzionale)
(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, indica di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)
Titolo:

URL:

Chi sei? (opzionale)
Nome (o pseudonimo):

Indirizzo email: